Rigatoni salvia e zucca: viva la leggerezza!

Di • 31 Dic 2007 • Rubrica: In cucina
Stampa questo articolo

Eccoci di nuovo in stagione di zucche, un ortaggio che compare assai di frequente in questa rubrica. Questa volta partecipa alla creazione di una pastasciutta che, gustata senza troppa attenzione, potrebbe anche sembrare una carbonara, sapida e gustosa, ma molto più leggera.
La redazione

4 salti in padella? I rigatoni alla zucca che vi proponiamo sono quasi altrettanto veloci nell’esecuzione, ma assai meno costosi, più leggeri e di assoluta digeribilità: nessun soffritto, niente aglio, niente cipolla né formaggio! Quanto al gusto … giudicate voi.

Occorrente per 4 persone:
un pezzo di zucca (circa 300 gr.), olio extravergine, sale, 100 ml di latte, 50 gr. di speck, qualche foglia di salvia. Pasta: abbiamo usato rigatoni da agricoltura biologica, ma può andare bene qualunque tipo di pasta corta

Esecuzione
Mettete al fuoco l’acqua per lessare la pasta e non dimenticate di salarla. Nel frattempo tagliate la zucca a fettine sottili (circa 2 mm di spessore) che metterete in una padella antiaderente con due o tre cucchiaiate d’olio e il latte. Fate cuocere per una decina di minuti o, comunque, fino a quando le fettine di zucca risultino morbide; aggiungete poi lo speck tagliato in sottili bastoncini e qualche foglia di salvia. Dopo un paio di minuti gettate la pasta cotta al dente e ben scolata nella padella, saltatela velocemente e servitela, se piace, con l’aggiunta di un’abbondante macinata di pepe nero.

31 dicembre 2007 – Buon Anno!

Share
Parole chiave: ,

Lascia un commento