Digita una parola o una frase e premi Invio

Cronache, ricordi, assaggi, anticipazioni. I grandi, grandissini vini della Rioja

MADRID – A Madrid Fusión, la fantasmagorica manifestazione dedicata all’universo mondo della cucina declinato attraverso le dimostrazioni degli chef più quotati del momento, non si va certo per il vino. Ma nonostante il peso della gastronomia sia preponderante, ho avuto la possibilità di fare una degustazione di grandissimi vini de La Rioja, una delle aree da cui nascono dei veri e propri capolavori dell’enologia mondiale.

Situata nel settentrione della Spagna si affaccia sul corso del fiume Ebro ed è naturalmente racchiusa a nord dalla Sierra de Cantabria e a sud dalla Sierra de la Demanda. La viticoltura – tocca le tre province Rioja, Alava e Navarra – si estende sostanzialmente tra i 300 e i 500 metri s.l.m con punte sino a 700 metri. I vigneti, circa 57.000 ettari, si estendono in tre zone fondamentali quali la Rioja Alta, la Rioja Alavesa e la Rioja Baja. Sono vini di grande eleganza, equilibrio e longevità che celebrano un grandissimo vitigno a bacca rossa quale il tempranillo (ma anche la guarnacha) che con l’andar del tempo acquista una finezza e una classe al cui fascino è davvero difficile resistere.

La Rioja però non è solo rosso è anche vino bianco di gran classe (uve viura e malvasia) e nella degustazione che segue un paio di esempi ad alto livello iniziano la serie. Come tutte le zone vinicole di alto profilo anche la Rioja ha subìto una rivisitazione dei suoi modelli produttivi, compreso il passaggio dalla fase tendenzialmente ossidativa dei vini, simbolo in ogni caso di un passato glorioso, a quello più moderno e attuale. Passaggio però che ha mantenuto intatta l’anima profonda della Rioja – la sua spiccata personalità – che in quanto tale risulta assolutamente unica.

P.S. I prezzi indicati hanno come fonte i siti spagnoli per la vendita dei vini
Rioja Blanco Remelluri 2005Granja de Ntra.Señora de Remelluri Labastida (14,5% vol.)
Álava (La Rioja)
€. 27,00
La proprietà, un’antica comunità monastica del XIV secolo nota per la produzione di vino e di cereali, è ritornata a nuova vita nel 1968 quando Jaime Rodriguez Salís ristrutturò il monastero è reimpiantò i vigneti. Il Remelluri è ottenuto dalla vinificazione di ben otto diverse qualità di uva (garnacha blanca, moscatel, malvasia, chardonnay, viognier, sauvignon blanc, rousanne e marsanne) maturate per 15 mesi in botti di rovere. Ha colore paglierino carico con riflessi platino e profumi delicati ed eleganti con lievi sentori fruttati su uno sfondo minerale. In bocca è caldo e alcolico e ha una struttura piena e intensa, l’acidità è fresca ed equilibrata, lungamente persistente. Un bianco affascinante e di classe.
Voto: 90/100

Rioja Blanco Viña Tondonia Reserva 1989R. López de Heredia Viña Tondonia (12,5% vol)
Haro (La Rioja)
€. 30,00
È una delle azienda simbolo della Rioja che ancora oggi ripropone alcuni dei temi classici della zona come il lungo invecchiamento dei bianchi in legno e l’austerità come cifra stilistica. Il vino è ottenuto dalla vinificazione in legno delle classiche uve viura e malvasia successivamente maturate in barriques per 72 (settantadue!) mesi. Una sfida al mondo di oggi insomma che solo un’uva eccezionale si può permettere considerando la gradazione alcolica molto contenuta rispetto alla media. Ha colore oro antico con sprazzi ambrati e profumi terziari molto pronunciati in cui prevale il legno aromatico e delle note minerali assai intense. In bocca il tempo trascorso in legno si fa sentire insieme alle sensazioni di freschezza dovuta all’acidità. Persistenza molto lunga. Non ha cedimenti. È un vino d’impostazione datata ma ciò non toglie che abbia una personalità viva e spiccata.
Voto: 90/100

Rioja Propriedad Herencia Remondo 2005Bodegas Palacio Remondo
Alfaro ( La Rioja)
€. 20,00
Álvaro Palacios è uno dei grandi nomi della moderna enologia spagnola che ritornato alla bodega di famiglia sforna vini eccellenti e di grande fascino. Propriedad Herencia Remondo 2005 è ottenuto da uve tempranillo (45%), garnacha (10%), graciano (10%) e mazuelo (10%) maturate in barrique di rovere francese e americano per 13 mesi. Ha colore rubino intenso e concentrato, profumi riccamente speziati con piccoli frutti rossi e ciliegie sotto spirito in evidenza. In bocca è fresco e fruttato, i tannini sono dolci e speziati. È un vino di beva piacevole, soavemente speziato e lungamente persistente. Molto buono.
Voto: 91/100

Rioja Roda I 2004Bodegas Roda (14,5% vol.)
Haro (La Rioja)
€. 39,50
Bodegas Roda è un’azienda tutto sommato giovane – è nata nel 1987 – ma la famiglia Rotllán Daurella sin dall’inizio si è posta l’obiettivo di entrare nel gruppo di testa dei migliori produttori della Rioja e i risultati sono a prova di assaggio. Il Roda I è ottenuto da uve tempranillo in purezza maturate 16 mesi in barrique di rovere francese. Ha colore rubino molto fitto e profumi molto fini ed eleganti; la frutta rossa e le sensazioni dovute al legno sono perfettamente equilibrate. In bocca è molto elegante, con tannini dolci e gusto deliziosamente fresco, fruttato e ben strutturato. Lungamente persistente ha un fin di bocca nuovamente fruttato. Davvero bravi.
Voto: 92/100

Rioja Torre Muga 2004Bodegas Muga ( 13,5% vol)
Haro ( La Rioja)
€. 49,50
L’azienda nasce nel 1971 e ora è gestita con successo di critica e di pubblico dalla terza generazione dell’omonima famiglia. Bodegas Muga vuol dire 150 ettari di vigneto da cui vengono selezionate le uve garnacha, graciano e tempranillo poi passate in barrique di rovere francese per 18 mesi. Ha colore rubino cupo e profumi deliziosamente concentrati con sprazzi di legno speziato e una sensazione fruttata tendente alla confettura, molto ben delineata oltre che elegante e persistente. In bocca la tannicità è soave e di intensità davvero fine. Ottima la persistenza.
Voto: 91/100

Rioja Lan Edición Limitada 2004Bodegas Lan (13,5% vol.)
Fuenmayor (La Rioja)
€. 24,00
Lan è una linea creata negli anni Settanta dello scorso secolo da un gruppo di cantine riojane. In sostanza è una selezione che contraddistingue prodotti di alto profilo. Il vino è ottenuto da tempranillo (85%), mazuelo (10%) e graciano (5%).maturato in barrique di rovere francese e russo per 10 mesi. Ha colore rubino molto intenso e profumi con intense note vegetali in rilievo oltre a frutti rossi molto freschi. In bocca è molto scorrevole, piacevole, vellutato con un retrogusto in cui si avverte il vegetale. Il vino è equilibrato anche se le note vegetali sono molto particolari rispetto alle uve da cui è ottenuto.
Voto: 89/100

Rioja Ysios Edición Limitada Reserva 2001Bodegas Ysios (14% vol.)
Laguardia (Álava)
€. 33,00
Disegnata dal famoso architetto Santiago Calatrava partendo dall’immagine suggerita da una schiera di barriques, la Bodega Ysios seppur moderna applica rigorosamente il sistema di vinificazione tradizionale per singoli vigneti. Ysios è ottenuto da tempranillo in purezza maturato in barrique di rovere francese (85%) e americano (15%). Ha colore rubino cupo molto profondo e profumi di ottima intensità con frutta rossa speziata di squisita fattura. In bocca ha stoffa e setosità oltre ad un equilibrio intrigante. Retrogusto elegante con una gradevolissima confettura di more in fin di bocca.
Voto: 91/100

Rioja Conde de la Salceda Reserva 2001Viña Salceda
Elciego (Álava)
€. 30,00
Creata dalla famiglia Rivas nel 1969 ha iniziato la sua attività con la mitica vendemmia del 1970. Oggi è una delle aziende di punta della Rioja Alavesa. Il vino, ottnuto da uve tempranillo (95%) e graciano (5%) è maturato per 18 mesi in barrique di rovere francese. Ha colore rubino profondo e naso davvero delizioso con frutti rossi in evidenza su uno sfondo speziato di legno, molto equilibrato. In bocca è piacevole, di frutta ma anche di note balsamiche e minerali, di grande intensità. Persistenza lunga ed elegante.
Voto: 93/100

Rioja Barón de Chirel 2001Vinos de Los Herederos del Marqués de Riscal (14% vol.)
Elciego (Álava)
€. 59,00
Devo confessare la mia ammirazione per questa storica azienda spagnola che ha dato vita a vini grandissimi – ho ancora in bocca profumi e sapori di una Gran Reserva 1957 degustata sette anni fa – quanto longevi. Il Barón de Chirel è un nuovo vino creato nel 1986 da una selezione di tempranillo (85%) e altre uve (15%) che hanno la particolarità di provenire da vigneti di almeno 30 anni e con delle rese molto contenute. La maturazione dura 20 mesi in barrique di rovere americano. Ha colore rubino molto intenso e profumi quasi balsamici, austeri, molto eleganti nella loro austerità; in bocca è un vino essenziale di grande, piacevolissimo equilibrio, con una delicata sapidità in evidenza. Lungamente persistente è un esempio di come vino può essere moderno ma anche rispettoso della tradizione.
Voto: 91/100

Rioja Castello Ygay Gran Reserva Especial 1998Bodegas Marqués de Murrieta (13% vol.)
Logroño (La Rioja)
€. 26,00
Marqués de Murrieta è un altro mostro sacro del vino spagnolo ed è un esempio di qualità della Rioja nel mondo. Il vino è ottenuto da uve tempranillo (85%), mazuelo (13%), garnacha tinta (2%) ed è maturato in barrique americane per 41 mesi. Ha colore rubino ancora vivissimo e profumi eleganti ed equilibrati con sentori minerali e fiori appasiti; in bocca tannino e acidità sono armonicamente espressi. Persa la freschezza della gioventù trasmette il piacere di un invecchiamento felice, trasmettendo sensazioni di gentilezza e di bellezza. Gradevolissimo e lungamente persistente.
Voto: 95/100

Rioja Gran Reserva 890 1995La Rioja Alta (12,5% vol)
Haro (La Rioja)
€. 80,00 (?)
La Rioja Alta è una classica e ben conosciuta griffe della Rioja che presenta questa Gran Reserva 890 dell’annata 1995, davvero impressionante. Il vino ottenuto da uve tempranillo (95%) graciano (3%) e mazuelo (2%) matura per 72 mesi in rovere americano. Ha colore rubino molto intenso e brillante e profumi intensi con sentori di more, di leggero affumicato e di cioccolato. In bocca è deliziosamente aromatico, con tannini dolci e affusolati, di grande piacevolezza grazie anche ad un fruttato intenso e persistente. Un rosso di grande fascino e classe.
Voto: 97/100

L’immagine della Rioja è tratta dal sito www.winecountry.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione. Per capire quali cookie ed in che modo vengono utilizzati, consulta la nostra pagina della Privacy. Accetta i cookie cliccando sul pulsante 'Accetta'. In qualsiasi momento dalla pagina relativa potrai rivedere e cambiare il tuo consenso.
MAGGIORI INFORMAZIONI

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi