Digita una parola o una frase e premi Invio

10 agosto a Cinigiano: Calici di Stelle

Calici di Stelle è una notte magica tra stelle cadenti e calici di buon vino. Un’occasione per abbinare un buon calice di vino ai prodotti e alle pietanze tipiche nelle città del Vino vestite a festa con eventi culturali, spettacoli, incontri, concerti, musica.
Il 10 agosto, per festeggiare Calici di stelle, la manifestazione nata dalla collaborazione tra le associazioni nazionali Città del Vino e Movimento Turismo del Vino il direttore Manola Franceschelli dell’agenzia di Eventi Convivia presenta a Cinigiano, terra del Montecucco il nuovo progetto Omaggio a Gaber con il trio Caramelle di m….ricoperte al cioccolato.
Penso che Gaber,  per la sua intrinseca capacità di scandagliare allegramente ma inesorabilmente l’animo umano senza ipocrisie di nessun tipo, possa essere per il mondo dell’arte un po’ come il vino per la vita, perché, come si suol dire, “in vino veritas”.

Caramelle di m…a ricoperte di cioccolato
C’era una volta il teatro-canzone
Omaggio a Giorgio Gaber

Le ipocrisie dell’uomo dei nostri tempi raccontate e messe alla berlina dalla sferzante ironia dei testi gaberiani, che, sempre in bilico tra il serio ed il faceto, attraverso diversi tipi di situazioni narrative, oltre che nelle canzoni, scandagliano l’animo umano evidenziando i limiti e le  contraddizioni  del vivere quotidiano e dei rapporti umani e sociali. Monologhi e canzoni, ovvero caramelle, in cui, affrontando tematiche come la solidarietà, il razzismo, il consumismo, la politica e il rapporto di coppia, avendo sempre l’uomo nella sua interezza come collante e centro delle singole storie, si arriva alla triste conclusione che gli esseri umani, purtroppo, altro non sono che… “caramelle di merda ricoperte di cioccolato”.,
Lo spettacolo in questione, quasi a voler evitare anche la più piccola distrazione per il pubblico, si presenta scenograficamente volutamente scarno, puntando tutto sulla forza del testo e sulle capacità degli interpreti. Questi, così, ora con i monologhi sempre vibranti, dal ritmo incalzante e “fisici” interpretati da Antonio Cillis, ora con le canzoni cantate e riarrangiate da Corrado Recchia e Marco Franceschelli, finiscono per simboleggiare quell’uomo che è e rimane il centro dell’intero spettacolo, insieme attore e destinatario che racchiude in sé il significato stesso del teatro gaberiano

Componenti del gruppo

Marco Franceschelli chitarre
Corrado Recchia chitarra  tastiere fisarmonica e voce
Antonio Cillis voce recitante
Produzione e direzione artistica di
Convivia
Manola Franceschelli
+39 347 1212425

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione. Per capire quali cookie ed in che modo vengono utilizzati, consulta la nostra pagina della Privacy. Accetta i cookie cliccando sul pulsante 'Accetta'. In qualsiasi momento dalla pagina relativa potrai rivedere e cambiare il tuo consenso.
MAGGIORI INFORMAZIONI

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi