Digita una parola o una frase e premi Invio

Alba Wines Exhibition 2008: i Barolo 2004 di Castiglione Falletto

ALBA – Il territorio di Castiglione Falletto sta nel cuore delle Langhe del Barolo; di forma romboidale, confina a Nord-Ovest con La Morra, a Nord-Est con Serralunga d’Alba, a Sud-Ovest con Barolo, a Sud-Est con Monforte d’Alba. Il borgo è dominato dal castello evocato dal nome, e visto dall’alto sembra inghiottito in un vortice di vigneti, e che vigneti: Parussi, Montanello, Bricco Boschis, Pernanno e poi, scendendo a Sud, il Fiasco, il Monprivato, per chiudere con il Villero e il Mariondino sono solo alcuni dei nomi più evocativi.

E i Barolo di Castiglione sembrano sfuggire a classificazioni secche, o schematiche, come quelle che, Per fare due esempi peraltro scontati per gli appassionati, caratterizzano i Barolo di La Morra per la piacevolezza e godibilità più immediate e i Barolo di Serralunga d’Alba come più difficili, come quelli che vanno aspettati avendo bisogno di più tempo per assestarsi, ma che hanno dalla loro una profondità e forza d’espressione spesso impareggiabili.

I Barolo di Castiglione Falletto, d’altra parte, spesso sorprendono e spiazzano, possono sfoggiare seducenti umori di sottobosco e preziose note di cacao. In essi, la positiva vendemmia 2004 si è espressa al meglio, grazie anche all’intelligenza di una larga maggioranza produttori, apparsi restii a “guidare” i loro vini lontano dove li portava l’annata e la loro essenza stessa.

Barolo Vigna Mandorlo 2004Fratelli Giacosa
Naso ampio, pungente, giovanile, arricchito da sfumature di sottobosco. Dopo un’entrata decisa, si ravvisa qualche magrezza e difficoltà di espansione. Buon finale disteso anche se non lunghissimo.

Barolo Montanello 2004Tenuta Montanello
Iniziali influenze della barrique si trasformano presto in insistenti note caffeose. Anche l’attacco in bocca è all’insegna dell’influsso del rovere, poi il vino si ricompatta verso un finale di buona energia.

Barolo Villero 2004Livia Fontana
Un naso affascinante con sfumature affumicate e piriche di buona ampiezza ed impatto, diventa poi quasi agrumoso. La bocca è fresca e setosa, acuta nei caratteri aromatici, è larga anche se priva di accentuate progressioni, ma è espansiva ed arriva fresca in un bel finale.

Barolo 2004Livia Fontana
Un naso maturo e leggermente cioccolatoso, si assesta poi su buona maturità mantenendosi però anche molto fresco. Un carattere dolce sigla la beva, che si conclude senza grandi persistenze.

Barolo Enrico VI 2004Monfalletto Cordero di Montezemolo
Di colore porpora carico, mostra un naso improntato sul frutto nero, e che mette in luce una stilistica improntata su impatto ed opulenza. Dopo un’entrata con sfumature caffeose, il vino si dispiega piuttosto monumentale, e arriva un pochino astringente nel finale.

Barolo Rocche di Castiglione 2004Poderi e Cantine Oddero
Naso caramellato, suadente, affascinante con le sue venature floreali. Compatto, potente, conclude sfoggiando un tannino finissimo che spinge un finale bello.

Barolo Ciabot Tanasio 2004Francesco Sobrero
Un pochino restio a concedersi, è comunque affascinante e di grande pulizia, e segnato da spunti di sottobosco. La bocca, inizialmente compatta, tende a diluire e ad andare in calando. Finale in deficit di espressività, ma il vino è mantenuto vivo da una buona freschezza.

Barolo Rocche 2004Fratelli Monchiero
Fresco, giovanile e pimpante dopo un inizio un pochino bloccato; poi emergono leggere note piriche e di erbe aromatiche. Bocca spessa e compatta anche di bella potenza e freschezza, che però perde di mordente verso il finale.

Barolo Bricco Boschis Vigna San Giuseppe 2004Fratelli Cavallotto
Buona carica di frutto in un naso comunque ancora un pochino restio a concedersi, anche se elegante e composto. Bocca densa e scorrevole, che si increspa verso il finale a causa di un tannino dolce ma aitante.

Barolo Rocche 2004Brovia
Naso impeccabile, che si distende floreale e deciso. Bocca densa, compatta, che mantiene saldo il suo carattere e che termina con un finale ravvivato da un tannino finissimo e da una lunga scia saporita.

Barolo Vigna Pugnane 2004Franco Conterno Cascina Sciulun
Olfatto un pochino confuso e indecifrabile. In bocca il rovere si fa sentire, anche attraverso un tannino un pochino grinzoso. Alla lunga, le sensazioni di caffè e cioccolato rimangono quelle prevalenti.

Barolo Villero 2004Giacomo Fenocchio
Composto, elegante e profondo al naso, mostra un approccio più dolce al palato, dove il rovere si fa sentire, facendo rischiare la monotonia di beva.

Barolo Vigneti Rocche 2004Roccheviberti
Di colore granato, ha naso poco espressivo, dove alla distanza appaiono spunti pirici. Bocca poco contrastata, dove appare in evidenza l’influsso del rovere e qualche nota vegetaloide.

Barolo Rocche 2004Vietti
Bel naso nebbiolesco, largo ed espansivo. Poi emergono chiari influssi del rovere e finanche qualche tono acre. Entra in bocca deciso e con una dolcezza piuttosto accentuata. Finale un pochino asciugante che si scopre segnato dal rovere.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione. Per capire quali cookie ed in che modo vengono utilizzati, consulta la nostra pagina della Privacy. Accetta i cookie cliccando sul pulsante 'Accetta'. In qualsiasi momento dalla pagina relativa potrai rivedere e cambiare il tuo consenso.
MAGGIORI INFORMAZIONI

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi