La cucina del gallo: pan d’uva e mandorle

Di • 18 Ago 2008 • Rubrica: In cucina
Stampa questo articolo

di Maria Pelletti

Se siete stanchi di far colazione coi soliti biscotti e non avete voglia ogni mattina di prepararvi pane, burro e marmellata, ecco un dolce che una volta pronto, servirà ottimamente allo scopo. In una capace zuppiera mettete la farina, lo zucchero, un pizzico di sale e due bicchieri d’acqua. Aggiungete un altro bicchiere di latte tiepido dove avrete stemperato il lievito di birra. Amalgamate il tutto e poi procedete aggiungendo il burro fuso, l’uvetta che avrete tenuto in ammollo per un’ora nel rum e le mandorle tritate. Lavorate fino a rendere omogeneo l’impasto, che dovrà risultare piuttosto morbido, e poi chiudete la zuppiera con un foglio di pellicola trasparente, che, mantenendo l’umidità all’interno, faciliterà la lievitazione.

Quando il pane di pasta avrà raddoppiato il proprio volume, mettetelo sulla spianatoia e rilavoratelo un poco, formando due panetti che sietemerete sulla teglia imburrata del forno. Incidete la pasta con coltello e lasciate lievitare nuovamente. Bagnate infine la superfice dei pani con acqua tiepida e spolverizzate con zucchero semolato. Infornate per 40 minuti a forno moderato (170-180 gradi).

Ingredienti: 500 grammi di farina, 100 grammi di uvetta e 100 grammi di mandorle, 50 grammi di burro, 70 grammi di zucchero, due bicchieri di acqua e uno di latte, un panetto di lievito di birra, rum o altro liquore per ammollare l’uvetta

Share
Parole chiave: ,

Lascia un commento