Digita una parola o una frase e premi Invio

9 novembre a Fontanellato (PR): Librogustando

FONTANELLATO (20 km da Parma) – Libri da assaggiare, da regalare, da cucinare e da leggere! Le cucine del mondo si incontrano nella Corte di pianura di Fontanellato alla seconda edizione del Festival Culturale del Cibo Librogustando, domenica 11 novembre dalle 9 alle 19. Troverete una grande mostra-mercato di libri che solo a sfogliarli fanno venire voglia di cucinare italiano e di mangiare internazionale. Scoprirete ricette antiche e moderne cuore delle classiche cucine regionali dello Stivale nazionale, ma anche nuovi piatti affascinanti dall’India, dal Kurdistan, dall’Islam. E proprio perché l’abbinamento letteratura e cibo, passa anche dall’immaginario, ecco che verranno servite nei ristoranti e nelle locande del centro storico “Parole in Tavola“: a pranzo e a cena potrete assaggiare ad esempio i Tortelli di Lucignolo (gustosi tortelli d’asinina, ispirati a Pinocchio, classico per l’infanzia di Collodi) oppure sorseggiare il Tè del Cappellaio Matto abbinato ai Pasticcini colorati di Alice strizzando l’occhio al romanzo Alice nel Paese delle Meraviglie di Lewis Carroll. I più curiosi potranno mangiare gli Arancini di Montalbano rievocando sapori narrati dalla penna di Andrea Camilleri e gli appassionati di cioccolatini e dolcetti potrebbero cadere in tentazione con le Celesti Praline, dal romanzo Chocolat di Joanne Harris.  Cibo per la mente, per il corpo e per gli occhi! Insomma, provare per credere: la seconda edizione del Festival Librogustando è più ghiotta che mai ed è organizzata dal Comune di Fontanellato con la collaborazione dell’Associazione di Cultura Materiale InOtio di Parma con importanti partner istituzionali e imprenditoriali del territorio parmense.

Lasciatevi dunque incuriosire da libri che esplorano intrecci gastronomico-letterari in un Festival che mette in rilievo le valenze espressive dei piatti e dei momenti di convivialità. In Emilia Romagna un evento legato all’editoria enogastronomica e turistica è specchio di un territorio – quello parmense – cuore della Food Valley. Ecco perché il Festival Librogustando assegna in Rocca allo chef di fama internazionale Gualtiero Marchesi il 1° premioLibrogustando – la cultura del vivere bene” per aver reso universale la cucina italiana nel mondo. La premiazione è in programma domenica 9 novembre alle 15.30.

Il format “Librogustando”, giunto alla seconda edizione, prevede vari appuntamenti:

Mostra Mercato del Libro Enogastronomico

1. Dalle 10.30 alle 19 in piazza della Rocca Sanvitale, nel cortile porticato del Castello e nella Pinacoteca del Museo della Rocca – accanto alle bancarelle dei produttori tipici italiani che aderiscono a “La Dispensa dei Sanvitale” – è allestita una mostra-mercato del Libro Enogastronomico, anche da collezione, con sezione dedicata alle riviste legate all’enogastronomia e al territorio. Intervengono i principali editori del parmense oltre ad altre case editrici italiane. Ogni casa editrice presenterà e potrà vendere i propri volumi. Partecipano anche parecchie librerie di Parma, di Salsomaggiore Terme, di Reggio Emilia, di Torino, di Mantova.  Hanno già aderito al Festival: le case editrici Edicta, Battei, Silva, Mattioli, Mup, Filippi, Araba Fenice, Il Leone Verde, Mursia, Vallardi, Ponte alle Grazie, Salani, Terra di Mezzo, Muzzio, Red. Tra le librerie aderiscono:  Mondatori, Feltrinelli, Orlando Curioso, Futurino, Fiaccadori.

Gazzetta di Parma partecipa, inoltre, all’evento “Il Gusto della Cultura” – in programma sabato 8 novembre alle 20.30 (visite guidate in Castello con animazione in costume e degustazione finale in Pinacoteca) e ogni secondo sabato del mese da febbraio a novembre 2009 – omaggiando il pubblico con un libro.

Convegno, Le Storie delle Mille e una Notte: l’Islam a Tavola

Alle 10.30 in Sala Convegni della Rocca avrà luogo il convegno a ingresso libero “Le storie delle Mille e una Notte: l’Islam a tavola“, l’Oriente in cucina. Partecipano Mirella Galletti, autrice del libro “Kurdistan, cucina e tradizioni del popolo curdo” e l’australiano Jack Turner autore del libro “Spezie, Storia di una tentazione”. Introduce e coordina il giornalista e scrittore Nereo Pederzolli (Rai 3).

La Galletti è docente di Storia dei Paesi islamici presso l’Università di Napoli. E’ autrice di numerosi articoli e libri sulla cultura e storia dei curdi e del Kurdistan. Ha pubblicato anche “Storia della Siria contemporanea”. La cultura culinaria curda è molto diversificata in base al territorio e all’ economia locale. Attraverso il tema del cibo si tratterà anche la storia della strenua resistenza dei 32 milioni di curdi all’assimilazione, la loro emarginazione politica, sociale e culturale che hanno determinato tensioni e contraccolpi di ampia portata nell’area in cui vivono, mostrando quanto sia limitativo relegare ad un ruolo di minoranza etnica un popolo transnazionale che dal punto di vista numerico è il quarto del Vicino e Medio Oriente, dopo arabi, persiani e turchi. Verrà affrontato il tema: larte culinaria curda nella letteratura e le ricette tradizionali curde.

Il libro della Galletti è stato scritto con Fuad Rahman, originario del Kirkuk, nel Kurdistan iracheno, si occupa di ristorazione ed ha aperto a Torino il Kirkuk Caffè, locale di specialità culinarie curde, arabe, persiane, turche.

Turner è nato a Sydney nel 1968, ha vissuto e lavorato a New York, Londra, ex Unione Sovietica e Timor Est. Attualmente vive e lavora in Francia. Presenta il libro vincitore della VI edizione del premio di letteratura gastronomica Minori, Costa d’Amalfi. L’autore ci racconta la storia delle spezie, dall’antichità ai giorni nostri.
Scopriremo così che quelle che noi oggi consideriamo semplice condimento, per molto tempo furono valutate con l’oro e con il sangue: indispensabili per la cucina, per la conservazione, per la medicina, e per le arti d’amore, le spezie furono ritenute per secoli dotate di proprietà magiche, al punto da venir custodite in apposite casseforti. Per alcuni rappresentarono il paradiso perduto, per altri la strada verso la perdizione: furono comunque sempre simbolo di benessere e di potere, al punto che il desiderio di possederne le fonti – nelle mitiche terre d’Oriente – spinse gli esploratori europei a circumnavigare il globo.
Bambini in Cucina – Laboratorio di Biscotti

Dalle 11 alle 12.30, nella Sala Laboratori della Rocca, Federica Buglioni – autrice del libro “In cucina con i nostri bambini”, ed. Franco Angeli, collana Le Comete – insegna a bambini da 4 a 10 anni a impastare e creare uno dei loro piatti preferiti: i biscotti da portare poi a casa su simpatici vassoi e cuocere in sicurezza con la propria famiglia.

Il laboratorio si intitola “La mano competente – Laboratorio Bambini in Cucina”. Grazie alle mani, “strumento” straordinario capace di compiere infinite operazioni – afferrare, impastare, dosare, sminuzzare, sbucciare, modellare, tagliare – i bambini preparano i biscotti e li decorano a piacimento, con glassa, zucchero a velo, cacao, confettini. Portano a casa un diploma e le istruzioni per il genitore, per ripetere l’esperienza a casa propria. La finalità del laboratorio dimostrativo è promuovere l’idea della cucina-focolare, dove stare insieme in convivialità. Federica Buglioni è fondatrice dell’Associazione Bambini in cucina di cui è Presidente, che ha realizzato il progetto mettendo a frutto il suo percorso lavorativo in ambito redazionale, l’approfondimento di temi legati alla cucina e alla pedagogia e la sua esperienza “sul campo” di mamma.

Buglioni presenta a “Librogustando” il suo libro “In cucina con i nostri bambini” edito da Franco Angeli. Con l’associazione che ha fondato promuove, in Italia e all’estero, il valore affettivo, conviviale e di salute della cucina italiana per i bambini. Ingresso libero, prenotazione obbligatoria (tel. 0521-823220). Partecipanti dai 4 ai 10 anni.
1° premio Librogustando – la Cultura del Vivere Bene

Alle 15,30 nella Sala Convegni della Rocca Sanvitale, il Festival Librogustando assegna allo chef di fama internazionale Gualtiero Marchesi il 1° premio “Librogustando – la cultura del vivere bene” per aver reso universale la cucina italiana nel mondo. Coordina l’incontro il giornalista Nereo Pederzolli.

Spettacolo di danze indiane in teatro

Alle 16.30 nel teatro comunale di via Sanvitale (annoverato tra i teatri storici emiliani dell’Ottocento) si alza il sipario sullo spettacolo di danze indiane a cura della Compagnia Artemis Danza (max. 199 posti a sedere). Ingresso libero.

La Dispensa dei Sanvitale

Dalle 9 alle 19, in piazza della Rocca, attorno al Castello e nelle vie porticate è in programma la mostra-mercato delle eccellenze enogastronomiche “La Dispensa dei Sanvitale”, artigiani del gusto, agricoltori, selezionatori, affinatori, viticoltori arriveranno da tutta Italia per esporre, far assaggiare e vendere le proprie eccellenze enogastronomiche dall’Alto Adige a Sicilia e Sardegna.

Librogustando a Tavola: dall’inchiostro al piatto – novità 2008

Verranno servite nei ristoranti e nelle locande del centro storico “Parole in Tavola”:  potrete assaggiare ad esempio i Tortelli di Lucignolo (gustosi tortelli d’asinina, ispirati a Pinocchio, classico per l’infanzia di Collodi) oppure sorseggiare il Tè del Cappellaio Matto abbinato ai Pasticcini colorati di Alice strizzando l’occhio al romanzo Alice nel Paese delle Meraviglie di Lewis Carroll. I più curiosi potranno mangiare gli Arancini di Montalbano rievocando sapori narrati dalla penna di Andrea Camilleri e gli appassionati di cioccolatini e dolcetti potrebbero cadere in tentazione con le Celesti Praline, dal romanzo Chocolat di Joanne Harris. Ritorno alle origini con La polenta contadina di Giovanni Pascoli, descritta nella poesia Il desinare, nei Primi Poemetti. Acquolina in bocca con le Paste Golose alla Guido Gozzano tratte da Le golose in Guido Gozzano, Tutte le poesie. Sapori d’altri tempi con Il timballo di maccheroni “torreggiante” di Donnafugata da Il Gattopardo di Giuseppe Tomasi di Lampedusa. Per chi cerca aromi impalpabili si potrà andare Alla ricerca della Madeleine (Alla ricerca del tempo perduto, Marcel Proust) o scegliere tra le ricette di Afrodita dal romanzo Afrodita di Isabelle Allende.

Il Menù di San Martino

A pranzo e a cena, domenica 9 novembre – tradizionale ricorrenza di San Martino, molto sentita nelle campagne e nei paese della Bassa Parmense – i ristoranti di Fontanellato, le locande, gli agriturismi, gli alberghi offrono (accanto ai classici piatti tipici della cucina locale) il “Menù di San Martino” ovvero: gnocchi di patate in rosso, polenta fritta con salame di pasta fresca fritto in vino bianco (tipo di piatto che si può preparare dopo 10 giorni dall’uccisione del maiale, prima che la pasta maturi e diventi stagionata), affettati misti, cicciolata di maiale, pattona di castagne, budino d’uva e altri cibi semplici usuali dell’enogastronomia povera padana, legati al mese di novembre, tempo in cui si uccide il maiale per farne prelibati salumi. Il piatto classico “gnocchi in rosso” era cucinato nelle famiglie – sia borghesi, sia contadine, sia ricche che povere – come cibo propiziatorio per il buon successo degli affari riguardo a vendite di prodotti alimentari e contratti affittuari.

A tavola con Peppone e Don Camillo– Presentazione del libro di Antonio Battei

Alle 12, in Sala Convegni della Rocca, la Casa Editrice Battei di Parma presenta il libro “A tavola con Peppone e Don Camillo” nel centenario della nascita dello scrittore Giovannino Guareschi, che a Roncole Verdi di Busseto – negli ultimi anni della sua vita – aprì una trattoria.

Il libro, edito nella collana “Parma in tavola”, nasce proprio dalla volontà di rendere omaggio al grande scrittore della Bassa, al suo Mondo Piccolo e, soprattutto, a quella genuina cucina casalinga raccontata nei tanti libri che compongono la saga di don Camillo e del sindaco Peppone: la saga letteraria italiana più tradotta del Novecento. Il libro, con testi di Antonio Battei e una prefazione del giornalista Egidio Bandini, vicepresidente del Club dei Ventitré, propone un “appetitoso” viaggio lungo le terre del Po alla scoperta dei profumi e dei sapori dei suoi prodotti e dei suoi piatti più tipici, raccontati attraverso le parole di Giovannino Guareschi e dei suoi intramontabili personaggi. Dai primi piatti sino al dolce, Antonio Battei “mette in tavola” un menu completo che, nella sua semplicità, racconta l’essenza di questa terra autentica, fatta di nebbie e di calure estive, lambita dal Grande Fiume. Il cibo, spesso protagonista delle avventure guareschiane, diventa così un pretesto, curioso e divertente, per assaporare tutta la genuinità di quest’eccezionale civiltà padana, e ripensare, con un poco di nostalgia, ad un pittoresco microcosmo contadino ormai in via d’estinzione

“Il Grande Almanacco dei giorni di festa: guida turistica alle feste di religione in Italia”

Presentazione del Libro del giornalista Antonio Castello

Alle 16 Sala Convegni della Rocca, presentazione del libro “Il Grande Almanacco dei giorni di festa: guida turistica alle feste di religione in Italia” a cura del giornalista Antonio Castello edito da Antonio Vallardi Editore.

Primo nel suo genere in Italia, “Il grande almanacco dei giorni di festa” raccoglie e restituisce al lettore un panorama dettagliato delle 1.500 feste religiose più importanti del Bel Paese, riproposte con puntualità di riferimenti pratici e dovizia di note storiche e di costume. Una guida unica per agenti di viaggio attivi nel settore del turismo religioso; per operatori di volontariato; per associazioni regionali e locali desiderose di far conoscere e di promuovere le ricchezze del loro territorio. Ma anche una lettura interessante per conoscere il proprio paese e un ricco repertorio di spunti per l’organizzazione di viaggi alternativi, sulle tracce di tradizioni popolari millenarie e del profano che sempre, in queste occasioni, si mescola e confonde con il sacro.

L’autore, Antonio Castello, è autorevole appassionato di storia e di tradizioni popolari, e da anni collabora con riviste specializzate nel settore del turismo; tutta la sua esperienza e la passione per la memoria nascosta del nostro paese animano l’impressionante ricchezza di una guida che ripercorre l’Italia regione per regione, giorno per giorno, folclore per folclore, in una mappa estesa e dettagliata di tutte le feste più note e di quelle sconosciute ai più, di tutte le celebrazioni più classiche e di quelle più curiose e sorprendenti, di tutte le vie più diverse e antiche per attingere al sacro e farne occasione d’incontro, festa e scambio.

Ogni terra, isola, valle, campanile, angolo o stendardo d’Italia nasconde inattese sorprese che hanno radici nella sua storia e nelle tradizioni locali e si traducono in eventi religiosi e in manifestazioni popolari d’ispirazione devozionale: processioni e sacre rappresentazioni, cortei, rituali, danze e canti che restituiscono all’Italia il senso, e il sapore, di una storia popolare di una tradizione sacra ricchissima e sempre piena di sorprese.

Cucinoterapia – Presentazione del libro della scrittrice Roberta Schira.

Alle 17 Sala Convegni della Rocca, presentazione del libro “Cucinoterapia” di Roberta Schira (edito da Ponte alle Grazie). Roberta Schira è scrittrice, critica culinaria, food stylist e collabora con Panorama, RistorArte, GolfLife,Uomini & Business e altre testate nazionali. Cura il canale di cultura legato al cibo su www.booksweb.tv la televisione in rete diretta da Alessandra Casella. Ha un palato sopraffino e scrive di cucina sapendo cucinare Dopo una laurea in lettere con indirizzo psicologico, si occupa di tutto ciò che ruota intorno alla mondo del cibo e alla cultura legata all’alimentazione.

Come è nata l’idea del Festival Librogustando?

Lo hanno spiegato il sindaco di Fontanellato Maria Grazia Guareschi, l’assessore alle Attività Produttive Vittorio Bussolati, l’assessore alla Cultura Alberto Copercini e Marco Epifani presidente dell’associazione InOtio di Parma.

La scelta di organizzare la manifestazione a Fontanellato ha due principali idee ispiratrici.  La prima  riguarda la volontà dell’amministrazione comunale attenta alla valorizzazione, salvaguardia e mantenimento del proprio centro storico (Fontanellato è Cittaslow, Città d’Arte e Cultura e Bandiera Arancione del Touring Club Italiano), ricco di Storia, Cultura e bellezze architettoniche-artistiche. La seconda  riguarda il territorio in senso più ampio: Fontanellato si colloca in una provincia ricca di cultura e tradizioni agroalimentari. La preparazione di un piatto è la sintesi di una cultura che attraversa i secoli con i suoi saperi , tecniche e tecnologie e non esiste piacere senza cultura. Fin da ora ringraziamo tutti coloro che ci hanno sostenuto”

Informazioni e prenotazioni

Ufficio Turistico, Rocca Sanvitale, tel. 0521-823220.

Sito: www.comune.fontanellato.pr.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione. Per capire quali cookie ed in che modo vengono utilizzati, consulta la nostra pagina della Privacy. Accetta i cookie cliccando sul pulsante 'Accetta'. In qualsiasi momento dalla pagina relativa potrai rivedere e cambiare il tuo consenso.
MAGGIORI INFORMAZIONI

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi