Digita una parola o una frase e premi Invio

Nel palato e nel cuore: la Locanda del Bere

di Riccardo Brandi

Questa è la storia di un piccolo scorcio dell’antico impero romano, dove oggi possiamo respirare l’atmosfera di un ambiente che ha visto lo scorrere dei tempi e degli eventi, e dove è possibile arricchire il proprio bagaglio di esperienze sensoriali … e perché no, fare nuove amicizie.

Nell’Agro Pontino la storia dell’Italia fascista ha scritto una delle poche pagine da ricordare, per sviluppo e produttività; la grande bonifica consentì sia la rimessa a coltura di ampi territori con conseguente avvio di un ciclo produttivo utile al paese, sia l’occupazione, seppure a basso costo e con ampi rischi, di una grande quantità di manodopera altrimenti ferma.

In quest’area, come un solco tracciato dalla storia, passa la Via Appia, la “Regina Viarum” costruita nel IV secolo a.c. da Appio Claudio per collegare Roma a Capua; lungo di essa, tra le allora presenti Paludi Pontine, si trovava il Forum Appii, ossia il luogo dove San Paolo incontrò i primi cristiani di Roma, forse nel 61 d.C.

Questa piccola introduzione ci permette di connotare la località di Borgo Faiti, nata proprio di fronte al Forum Appii, nella giusta dimensione, valorizzandone un imprescindibile valenza storica che le va riconosciuta prima di dare seguito ad ogni altro approfondimento.

Proprio a Borgo Faiti si può infatti trovare dal 1991 una locanda in cui l’avventore può gustare pietanze abilmente preparate ed abbinate con competenza al giusto vino, restando infine soddisfatto anche al momento più critico, quello del conto. Pregio non sottovalutabile del locale è infatti un rapporto qualità/prezzo ad alto indice di preferenza.

Alla Locanda del Bere, Maurizio e Caterina vi accolgono sempre con il sorriso e si intrattengono, fra un’ordinazione ed una portata, con pregevole equilibrio fra la cordialità ed una sana compostezza.

Si può scegliere liberamente nei prelibati menù di carne e pesce dove spiccano su tutti piatti rappresentativi come la pasta e fagioli al tartufo, i tortelli di formaggio e pere con un’accattivante salsa alla cannella o un baccalà al tartufo incredibilmente delicato.

I tagli di carne sono ottimamente scelti e le preparazioni di pesce si avvalgono di materia prima freschissima, pena l’esclusione dalla carta.

La cantina, dove si può scendere liberamente sia per curiosare, sia per scegliere personalmente il vino preferito, consente di poter avere sempre la scelta migliore nell’accostamento alle pietanze.

Si chiude con una degustazione di dolci che lasciano alla gola il desiderio di tornare e ci si può rilassare degustando un distillato di pregio nell’ampia scelta che Maurizio aggiorna regolarmente con passione.

Non c’è dubbio, questo posto è un vero paradiso per i gourmet che cercano oltre ai piaceri del palato anche quella sensazione di benessere che si può trovare solo tra le mura domestiche o dagli amici più cari.

Ci permettiamo di riconoscere, in quest’ambiente così confortevole, quel sottile godimento interiore che arricchisce l’esperienza enogastronomia già notevole di suo.

Complimenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione. Per capire quali cookie ed in che modo vengono utilizzati, consulta la nostra pagina della Privacy. Accetta i cookie cliccando sul pulsante 'Accetta'. In qualsiasi momento dalla pagina relativa potrai rivedere e cambiare il tuo consenso.
MAGGIORI INFORMAZIONI

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi