Digita una parola o una frase e premi Invio

12 novembre a Napoli: Lessona, un “Classico” senza tempo

DIVINOINVIGNAENOTECA E ASSOCIAZIONE ITALIANA SOMMELIER DELEGAZIONE DI NAPOLI

Enolaboratorio: un luogo di discussione e di confronto dove sperimentare la degustazione di vini “diversi” e, tra una chiacchiera e l’altra, percorrere nuovi virtuosi sentieri di conoscenza “etilica”.

Lessona: un “Classico” senza tempo

Verticale di Lessona Doc Aziende Agricole Sella

2001 – 2003 – 2004 – 2005

Mercoledi 12 Novembre ore 20,30 Euro 30. Posti limitati

Enoteca Divinoinvigna, via S.Freud n.33/35

Info e Prenotazioni: 081.3722670 mail: divinoinvigna@libero.it

Quintino Sella, Ministro delle Finanze del neonato Regno d’Italia, brindò con un Lessona quando i bersaglieri entrarono dalla Breccia di Porta Pia il 20 Settembre 1870 segnando, de facto, la fine del potere temporale dei Papi e facendo di Roma la capitale d’Italia…
Non ce ne vorrà il Ministro se, per degustare il nobile Lessona, una delle denominazioni più interessanti dell’Alto Piemonte, non aspetteremo certo un evento di tale portata storica (i contrasti con il Vaticano sono ormai sopiti…) ma ci accontenteremo, ben più modestamente, del “solito” e meno pretenzioso appuntamento con l’Enolaboratorio.
Siamo lontani dalle Langhe, terra d’elezione del Barolo e del Barbaresco, ma qui, nel Nord Piemonte, il Nebbiolo sorprende per finezza e definizione aromatica e per una sapidità minerale dai contorni ferrosi, nitidi ed eleganti, che si esalterà nella profondità verticale delle annate 2001, 2003, 2004 e 2005 del Lessona Doc delle Aziende Agricole Sella, il “vino serio e robusto* protagonista dell’Enolaboratorio di mercoledi 12 Novembre. Le Aziende Agricole Sella sono una delle più antiche cantine italiane ad oggi ancora in attività, producono vino a Lessona dai propri vigneti sin dal 1671 (per anni l’unico produttore di questa microdenominazione). Alla Sella si adotta da sempre uno stile di vinificazione classico: ma qui “classico” non significa “tradizionale”, la parola “classico” si traduce, grazie a tecniche di vinificazione costantemente aggiornate, nella valorizzazione delle caratteristiche più autentiche del terroir e dei vitigni, attraverso estrazioni non forzate e l’affinamento in legni non concianti. In abbinamento a questi splendidi vini gli sfizi gastronomici di Adele Chiagano.
Un’ultima cosa, “Pubblicità Progresso”: diffidate dalle imitazioni…Enolaboratorio è solo AisNapoli!

*Mario Soldati, Vino al vino, 1969

Tommaso Luongo
Delegato Ais Napoli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione. Per capire quali cookie ed in che modo vengono utilizzati, consulta la nostra pagina della Privacy. Accetta i cookie cliccando sul pulsante 'Accetta'. In qualsiasi momento dalla pagina relativa potrai rivedere e cambiare il tuo consenso.
MAGGIORI INFORMAZIONI

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi