Digita una parola o una frase e premi Invio

Azienda Vitivinicola Pace: quella strana coppia

Nel cuore del Roero, salendo da Canale verso Cisterna, troverete uno dei tanti “belvedere” mozzafiato di questo territorio, forse ancora poco noto, ma dalle caratteristiche straordinarie. Il Roero prende la fisionomia definitiva durante uno di quegli eventi catastrofici che la Terra ha da sempre vissuto e che continuerà a vivere, uomo o non uomo. Circa 80000 anni fa il Tanaro scorreva tranquillamente dall’attuale Bra verso Carignano per congiungersi al Po. Non era tanto tempo che la pianura era uscita dal mare con i suoi milioni e milioni d’anni di sedimenti sabbiosi e fossili. A seguito del lento sollevamento delle Langhe e di una probabile gigantesca alluvione, il nostro fiume decise di cambiare percorso e si riversò nella valle sottostante dove oggi sorge Alba, dirigendosi poi verso le attuali Asti ed Alessandria. Questo episodio fu probabilmente spettacolare: mi piace immaginare una vera cascata d’acqua, simile a quella dell’Iguaçu, con un fronte di circa 12 chilometri (da Pocapaglia a Montà), che sconvolse i quasi-uomini di allora.

Ma l’avvenimento “sconvolse” anche e soprattutto il terreno, mescolando strati più antichi con altri più giovani. Le scoscese Rocche biancastre, i loro dirupi e le tormentate colline che si rasserenano solo a contatto col Tanaro recano ancora il segno di quella epocale catastrofe naturale.

Non vi sono due colline con lo stesso terreno e la loro struttura geologica è ancora ben poco conosciuta anche da chi le coltiva. Ed il vino che nasce reca con sé questa straordinaria varietà di sfumature. Un vino che pur avendo acquisito la DOCG stenta ancora ad esprimere una sua fisionomia ben chiara. Ma è ovvio: non potrà mai averla, tante sono le differenze da collina a collina, da vigneto a vigneto. Eppure proprio lì sta il bello! Il Roero non ha alcun bisogno di “scimmiottare” i più famosi colleghi dell’altra parte del Tanaro (Barolo e Barbaresco, tanto per intenderci). Ha tutte le potenzialità per assumere un ruolo diverso ed altrettanto significativo. Si è detto e scritto che la sabbia dona profumi più intensi, ma anche strutture e tenute minori dei più celebri cugini. Sicuramente è vero, ma solo in parte: la varietà geologica non può non “riversarsi” anche nelle caratteristiche dei vini, imitando in questo l’antica e meravigliosa cascata. In alcune zone i vini saranno più austeri, in altre più profumati e floreali. Niente di male, basta assecondare (e conoscere) la propria vigna e quello che ci sta sotto.

Ed allora torniamo al “belvedere” con il quale siamo partiti ed alla nostra simpatica coppia: Dino (Bernardino) e Pietro Negro che conducono in “tandem” l’azienda Pace. Dopo qualche anno alla ricerca di una qualità crescente e di una caratterizzazione sempre più curata e completa dei propri vini, ecco che finalmente il loro Roero Riserva del 2005 esplode letteralmente, donando proprio quelle emozioni che ci aspetteremmo da una natura così tormentata. Un vino nitido, preciso, dai profumi dirompenti, con una struttura solo apparentemente poco ambiziosa. Ma, soprattutto, un vino di eccezionale bevibilità, che coniuga perfettamente le caratteristiche di un territorio complesso e variegato. Permettetemi di giudicarlo come un esempio da seguire per il futuro. Questo può essere il vero Roero, dove poi potranno giocare a piacimento le innumerevoli caratteristiche delle sue colline. Questo grande vino è anche una perfetta simbiosi della “strana” coppia di fratelli che l’hanno creato. Dino, dai riccioli ribelli, sempre attivo e sorridente. Una vera “macchina da guerra” sempre pronta ad ascoltare ed a recepire. Non per niente lo chiamano la “gazzetta del Roero”. Se volete sapere qualcosa, chiedete a lui. Partirà lentamente, alla lontana, ma poi vi dirà tutto! Non per voglia di pettegolezzo. No, solo per la sua sete di sapere, di conoscere, di stare sempre con gli occhi e le orecchie ben aperte.

All’opposto (ma forse è solo apparenza) il fratello Pietro, dall’aspetto pacato, tranquillo, quasi sornione. Lui vi parlerà con calma e con moderazione. Ma attenzione, forse è solo un’acqua cheta … Provate a stuzzicarlo con qualche provocazione e vedrete i suoi occhi cambiare velocemente espressione e la sua voce salire di tono. Una strana coppia? Forse si. Si assomigliano ben poco, ma si capiscono perfettamente e forse proprio dalle loro differenze caratteriali hanno saputo trarre lo stimolo giusto per creare uno degli esempi migliori ed emblematici della nuova DOCG. Diversità apparente, ma grande comunanza di intenti: fare grandi e sinceri i vini del loro Roero. Io conosco molto bene la famiglia di Dino. Simpatica e vivace la mogliettina Tiziana, stupenda e giudiziosa la figlia Lisa, ormai vera “signorina” (anche appassionata di astronomia, il che non è male …), e poi quella forza della natura che risponde (quando ne ha voglia) al nome di Elia. Sempre in movimento, curioso, dirompente. Ma con i suoi quattro anni di vivacità, è un amico sincero e simpatico come pochi

Andate a trovare la strana coppia nella loro storica cascina. Godrete di uno splendido panorama, sarete accolti alla grande, irretiti dai discorsi tecnici ed amichevoli di entrambi ed assaggerete ottimi vini: dalla barbera al nebbiolo all’arneis. E poi questo fantastico Roero Riserva 2005 che sono sicuro sarà solo il primo di una lunga serie. Senza tralasciare l’onestà dei prezzi, virtù importante in questo momento non proprio felice.

Restiamo tutti in attesa che aprano la nuova ala della cantina, con l’ampia sala degustazione e la splendida terrazza: il posto ideale per le grandi riunioni eno-g-astronomiche di Tirso!!

Azienda vitivinicola Pace
Cascina Pace 52, Frazione Madonna di Loreto, Canale (CN)
Telefono: 0173.979544
Email: aziendapace@infinito.it

2 Comments

  • marilena ha detto:

    bravissimo enzo per il tuo modo di scrivere .Questo ragazzo ha un futuro assicurato . marilena

  • enzo ha detto:

    cara Marilena, ormai sei scatenata. Ti eleggeremo informatica del gruppo!!! Grazie anche a nome di Dino.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione. Per capire quali cookie ed in che modo vengono utilizzati, consulta la nostra pagina della Privacy. Accetta i cookie cliccando sul pulsante 'Accetta'. In qualsiasi momento dalla pagina relativa potrai rivedere e cambiare il tuo consenso.
MAGGIORI INFORMAZIONI

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi