Digita una parola o una frase e premi Invio

19-21 giugno a Carrega Ligure (AL): festa della decrescita felice

CARREGA LIGURE, l’ultimo piccolo paese del Piemonte al confine con la Liguria, il 19-20 e 21 Giugno si trasforma nello scenario di una grande festa lunga tre giorni e tre notti.

Il tema è la DECRESCITA FELICE, l’idea che si possono cambiare le proprie abitudini per stare bene, per stare meglio. E che per essere davvero moderni bisogna fare un passo indietro!

Vivere con meno è facile…persino divertente!!

C’è una nuova parola che da qualche anno circola sulla bocca di chi si preoccupa sul serio per le sorti del nostro pianeta, della cara e vecchia “Gaia” (come la definivano gli antichi Greci) che rischia di sprofondare in un coma irreversibile: DECRESCITA. In un caos di surriscaldamento climatico, emergenze rifiuti (tossici e urbani) nuove epidemie e disastri naturali la parola “decrescita” sembra volare alta, trasformandosi in un passepartout per tutti coloro che vogliono sopravvivere allo sviluppo.

Carrega Ligure era un paese disabitato. 700 case e solo 80 abitanti. Oggi il sindaco ha deciso di vendere le case a 1€, purchè vengano restaurate seguendo rigidi criteri di ecosostenibilità. Una sfida affascinante…e non poteva esserci luogo più adatto per festeggiare la decrescita felice.

Nei vicoli, nei cortili, per le strade, nelle piazze e nelle case, ad ogni angolo di strada… ovunque laboratori pratici, spettacoli teatrali, musica, concerti, tavole rotonde, percorsi enogastronomici, degustazioni, ma anche gite ed ecoturismo.

Risparmio energetico, riduzione del consumo delle fonti di energia fossili, riduzione dell’impatto ambientale…grandi obiettivi ma piccoli trucchi per realizzarli. Saranno tantissime le tematiche affrontate, moltissimi gli ospiti attesi (Maurizio Pallante il “padrone di casa” che presenterà in anteprima il suo nuovo libro e Beppe Grillo), le aziende, le associazioni, tutti coloro che credono che esista una strada alternativa alla modernità esasperata per vivere meglio.

Ed ecco allora tantissimi laboratori, in collaborazione con l’Università del saper fare; per imparare, per esempio, a preparare in detersivi in casa, a ridurre i consumi energetici domestici, a fare lo yogurt e il formaggio, il pane, a creare e coltivare gli orti cittadini.

Teatro, con l’anteprima nazionale di“Bidone” con la regia di Enrico Gentina ispirato al “Piccolo Principe” che affronta in modo divertente e poetico il tema dei rifiuti e della loro riduzione e la presentazione in prima assoluta del progetto “Walking Trees”, opera lirica contemporanea a tema ecologico ideata e progettata da Andrea Pozzoli.

Musica, percorsi enogastronomici, in collaborazione con l’associazione Albergatori e ristoratori della Val Borbera che entra nel progetto nazionale “i Locali della Decrescita”

Menù in perfetto stile “decrescita”, cibi a km0, prodotti di stagione, menù a base di prodotti biologici, no plastica sui tavoli, e naturalmente assaggi e degustazioni del formaggio MONTEBORE, già presidio di Slow Food.

Tre giorni intensi, divertenti, tutti da vivere.

Tutte le informazioni su www.decrescitafelice.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione. Per capire quali cookie ed in che modo vengono utilizzati, consulta la nostra pagina della Privacy. Accetta i cookie cliccando sul pulsante 'Accetta'. In qualsiasi momento dalla pagina relativa potrai rivedere e cambiare il tuo consenso.
MAGGIORI INFORMAZIONI

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi