Digita una parola o una frase e premi Invio

Premiazioni a Pisa per il premio “Piazza de’ Chavoli”

La  nona edizione del Premio Enogastronomico Internazionale “Piazza de’ Chavoli”, si ripropone anche quest’anno, martedi 7 luglio 2009, con una veste d’eccezione, grazie  alla confermata partnership con Servair AirChef,  in una location  assolutamente  unica al mondo: l’Auditorium dell’Opera del Duomo, dove, alle 17.45,  saranno consegnati gli “Oscar dell’enogastronomia italiana”, e lo splendido  chiostro del Museo dell’Opera Primaziale che ospiterà, alle 21,  la  cena  di gala in onore dei premiati in Piazza del Duomo.

L’impegno profuso da Umberto Moschini e Pier Luigi Pampana, rispettivamente, Coordinatore e Presidente del Premio, mirato alla difesa della nostra enogastronomia e della sua filiera, hanno prodotto un effetto mediatico di grande rilevanza. Impegno  che ben si coniuga con l’attività quotidiana svolta da Servair AirChef, da anni è impegnata a far conoscere l’enogastronomia italiana nei maggiori aeroporti  nazionali ed a bordo dei “vettori” nazionali e internazionali.

Grazie alla fattiva collaborazione con la  FIC  (Federazione Italiana Cuochi), sotto la cui egida si  svolge l’evento  pisano, l’Oscar dell’Enogastronomia Italiana, ovvero la preziosa incisione del  Maestro Viviano Viviani in  tiratura limitata,   quest’anno sarà consegnata a:

Giampaolo Cangi  (cat. cuoco) nato alla scuola di Augusto Fochi e Bruno Bassini, fu lanciato da Luigi Carnacina  che, apprezzate le sue qualità professionali e di organizzatore, lo portò a lavorare nei più famosi ristoranti dell’Emilia e della Lombardia fino a creare l’esclusivo ristorane “ Da Cangi” a Babasso di Mantova;

Enzo e Renata Santin (cat. ristoratori) titolari da 30 anni dell’Antica Osteria del Ponte” alle porte di Milano, lungo il Naviglio, in località La Cassinetta di Lugagnano, sono considerati tra i pionieri della nuova cultura gastronomica italiana basata  sulla freschezza e genuinità degli ingredienti e la riscoperta del territorio;

Luca Giannotti (cat. viticultore) contitolare con la madre e le sorelle della Fazi Battaglia, la casa vinicola di Cupramontana fondata nel 1949,  che  ha consolidato  nel mondo il culto del “ Verdicchio”;

Chiara Mojana(cat. giornalista enogastronomico) milanese 37enne, è direttore del mensile “ A Tavola” una delle pubblicazioni storiche del settore, che dal 1987, si distingue per autorevolezza e vivacità di contenuti. ; Carlo Cambi (cat. storico dell’enogastronomia) giornalista di fama è considerato uno dei più autorevoli cronisti del settore.Realizza la guida “ Il mangiarozzo”;

Giuseppe Nardini (cat. personaggio) comproprietario con i fratelli della storica distilleria da cui nasce la  famosa grappa Nardini,  fin dal 1779  considerata la “madre di tutte le grappe”.

Curiosità, notizie, informazioni, storia del premio, si possono reperire dal  sito www.premiopiazzadechavoli.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione. Per capire quali cookie ed in che modo vengono utilizzati, consulta la nostra pagina della Privacy. Accetta i cookie cliccando sul pulsante 'Accetta'. In qualsiasi momento dalla pagina relativa potrai rivedere e cambiare il tuo consenso.
MAGGIORI INFORMAZIONI

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi