Digita una parola o una frase e premi Invio

OCM vino: Luci ed ombre secondo Carpené

Mentre si attende l’entrata in vigore delle nuove normative sull’organizzazione di un comune mercato del vino, la casa spumantistica di Conegliano guarda con entusiasmo alla vendemmia 2009

Conegliano, 29 luglio 2009 – Carpené Malvolti si prepara all’entrata in vigore delle nuove normative OCM sull’etichettatura e presentazione dei vini alla vigilia di una vendemmia definibile sotto alcuni aspetti “storica”.

Le favorevoli condizioni climatiche manifestatesi finora dovrebbero di fatto anticipare di una decina di giorni rispetto alle date tradizionali la vendemmia 2009.

“Se la stagione continuerà così – commenta il presidente Etile Carpené – ci sono tutte le premesse per una vendemmia di ottima qualità e il merito sarà tutto del clima che finora ci ha aiutato molto. Una buona vendemmia è infatti legata alle piogge e alle nevicate invernali che riempiono le riserve idriche del terreno permettendo alle radici della vite di trovare sostentamento nei mesi caldi e siccitosi che sono anch’essi importanti per la crescita della vite. L’inverno particolarmente freddo che quest’anno ha avvolto le terre di Conegliano Valdobbiadene, unito alle miti temperature primaverili anche al di sopra della media hanno permesso che la vite fosse rigogliosa e i grappoli sani, senza particolari problemi fitosanitari generati dall’umidità. Se le condizioni climatiche rimarranno favorevoli – conclude Etile Carpené – il grappolo concentrerà al meglio le sostanze aromatiche e gli zuccheri e il Prosecco della vendemmia 2009 sarà estremamente fine, profumato ed elegante”.

In attesa di procedere alla vendemmia, Carpené Malvolti scalda i motori in vista dell’entrata in vigore il prossimo 1 agosto del regolamento CE 607/2009 che servirà a definire la nuova classificazione dei vini istituendo la nuova categoria dei vini da tavola con vitigno e annata e darà il via al travaso del sistema delle DOC, DOCG e IGT in quello dei prodotti DOP e IGP chiudendo così il cerchio della riforma varata a dicembre 2007.

L’entrata in vigore della nuova normativa è stata accolta dagli addetti ai lavori con umori discordanti. Il direttore generale di Carpené Malvolti, Antonio Motteran, pur auspicandone una totale applicazione si interroga sull’effettivo rispetto della tempistica imposta dall’Unione Europea.

“L’entrata in vigore degli OCM vino è stata annunciata da tempo sulla stampa di categoria, tuttavia non mi sembra che sia stata fatta una adeguata campagna di informazione in merito da parte degli enti e delle associazioni di settore preposti – sostiene il direttore – il che mi induce a pensare che gli operatori italiani del mondo del vino abbiano una conoscenza della questione molto limitata e frammentaria. Si sa ancora molto poco quanto ci sia da guadagnarci e quanto da perderci nell’uniformare sotto una organizzazione comune del mercato del vino tutta la produzione enologica italiana. L’OCM vino vuole essere l’inizio di una regolamentazione allargata a livello europeo – prosegue Motteran – finalizzata ad assicurare una certa omologazione dei principi a cui fare riferimento per evitare collisioni, malintesi e disordine informativo che possano essere di ostacolo allo sviluppo di un sano mercato. Temo però che la scarsa propensione culturale degli italiani alla stretta osservanza delle regole e la inevitabile discussione sulle deroghe a salvaguardia di larghe fasce di interessi, differisca la totale applicazione degli OCM fissata per il 1 agosto,abbastanza avanti nel tempo”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione. Per capire quali cookie ed in che modo vengono utilizzati, consulta la nostra pagina della Privacy. Accetta i cookie cliccando sul pulsante 'Accetta'. In qualsiasi momento dalla pagina relativa potrai rivedere e cambiare il tuo consenso.
MAGGIORI INFORMAZIONI

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi