Digita una parola o una frase e premi Invio

Dal 16 settembre a Bologna: Mario Soldati

Bologna rende omaggio a Mario Soldati, a dieci anni dalla scomparsa, con una grande mostra che si terrà presso il Palazzo dell’Archiginnasio di Bologna (piazza Galvani,1)  dal 16 settembre fino al 31 ottobre 2009.

Narratore, giornalista, regista, autore televisivo, Soldati ha lasciato opere memorabili in letteratura, nel cinema e nella televisione. E’ stato un appassionato interprete dell’identità italiana ed è considerato da alcuni il massimo descrittore dell’Italia del novecento, dal primo all’ultimo decennio. L’ iniziativa bolognese ben si inserisce nell’ambito di Artelibro, 6° edizione della mostra-mercato del Libro d’Arte, che sarà presentata proprio martedì 15 settembre 2009 alle ore 11,30 nella sala Stabat Mater dello stesso Palazzo dell’Archiginnasio, contestualmente all’inaugurazione ufficiale per la stampa della mostra dedicata a Soldati.

Il percorso espositivo

La mostra ‘Mario Soldati’ (allestita nel quadriloggiato inferiore del Palazzo dell’Archiginnasio, uno dei luoghi simbolo della città, nel cuore del centro storico di Bologna) è articolata in un percorso espositivo suddiviso in quattro sezioni.

La prima è intitolata Mario Soldati – La scrittura e lo sguardo’ : 15 grandi pannelli con brevi testi e diverse immagini che, attraverso una vivace e articolata veste grafica, percorrono la vita e il lavoro dell’artista.

La seconda sezione èLo charme di una disarmante quotidianità’: una mostra fotografica curata da Mario Rebeschini e Marina Zappi dedicata al Soldati intimo, colto in momenti della sua vita consueta; una ricerca attenta e raffinata nel grande archivio fotografico familiare.

Le altre due sezioni riguardano Soldati e il territorio emiliano-romagnolo.

Una espone alcune foto tra le più belle scattate durante le riprese del film ‘La donna del fiume’, interamente girato nella zona di Comacchio, l’altra, ‘Viaggio in Emilia Romagna’ , illustra il ‘viaggio d’assaggio’ intrapreso da Soldati nelle province del vino emiliano-romagnolo all’ inizio degli anni 70 in compagnia del figlio Volfango, autore delle preziose foto. Le didascalie e i testi sono tratti dal libro di Soldati ‘Vino al Vino’, considerato da alcuni il più bel viaggio in Italia mai scritto.

Gli incontri e gli approfondimenti

Il 18 settembre 2009, alle ore 17,30, nella sala Stabat Mater del palazzo dell’Archiginnasio si terrà

l’incontro: ‘Patrizio Roversi e il viaggio nella valle del Po di Mario Soldati’.

Il giornalista-viaggiatore, grande comunicatore televisivo di oggi, si confronta con una delle inchieste più particolari della TV delle origini: ‘Viaggio nella valle del Po’.

Con il Soldati del viaggio sul Po nasce in Italia la figura del giornalista-antropologo appassionato di enogastronomia. Il reportage, realizzato nel 1957, ancora oggi costituisce un modello d’indagine sul campo. Seguiranno alcune proiezioni della trasmissione.

Il 1 ottobre 2009 è previsto un altro incontro sul Soldati letterato e storico dell’arte. L’italianista Marco Antonio Bazzocchi prenderà in esame alcuni racconti di Soldati da lui particolarmente amati, mentre il professor Giacomo Iori presenterà il libro ‘Boccaccino’, di Mario Soldati, appena pubblicato dalla casa editrice Aragno di cui è curatore.

Informazioni:  Associazione Mario Soldati, 338.4783564,                        www.comitatomariosoldati.it; info@mariosoldati.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione. Per capire quali cookie ed in che modo vengono utilizzati, consulta la nostra pagina della Privacy. Accetta i cookie cliccando sul pulsante 'Accetta'. In qualsiasi momento dalla pagina relativa potrai rivedere e cambiare il tuo consenso.
MAGGIORI INFORMAZIONI

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi