Digita una parola o una frase e premi Invio

“Madrid Fusión” in anteprima

Curiosità, aspettative e nuovi look gastronomici! Questo si profila alla vigilia dell’incontro madrileño di indiscutibile interesse dove gli chef più famosi del mondo racconteranno le loro esperienze e mostreranno le loro virtù in cucina, davanti ad un pubblico di professionisti ed operatori del settore internazionali.

Dal lontano 2003,  anno di esordio, ad oggi questa manifestazione risulta essere l’unica in Europa e forse nel mondo per importanza con una presenza tale di chef e di iniziative collaterali da far paura. Novità del 2011, “Dulce Fusión” evento nell’evento dedicato esclusivamente alla pasticceria. Una grande kermesse dedicata agli amanti del “dulce”. L’Italia, quest’anno sarà rappresentata da Carlo Cracco e Massimo Bottura.

Ma scendiamo più in dettaglio con numeri e riferimenti precisi per questa edizione 2011. Parteciperanno 50 chef professionisti che parleranno della loro cucina ad oltre 600 persone in un auditorium super attrezzato: poltrone disposte a semicerchio a scalare per rendere un ottima visione a tutti i partecipanti, due maxischermi sui quali ben quattro postazioni video diverse proietteranno i dettagli delle varie presentazioni e traduzioni simultanee in quattro lingue (come al solito manca l’italiano). Fuori dall’auditorium, oltre cento stand pieni del meglio che l’agroalimentare spagnolo riesce ad offrire. Per gli amanti del Real Iberico meglio conosciuto come pata negra la possibilità di conoscere vita morte e miracoli di questo prodotto, avendo a disposizione una ventina circa di aziende produttrici che non aspettano altro di farti assaggiare il loro prosciutto. In testa Joselito, considerato la Ferrari dei pata negra.

I costi, per l’offerta messa a disposizione, a mio dire sono BASSI: 400 euro per la partecipazione completa e 130 euro se si è interessati soltanto a Dulce Fusión dove la pasticceria e il suo mondo regnano sovrani. All’ora di pranzo inizia un vero e proprio festival del finger food, offerto a tutti i partecipanti le giornate del convegno. Anche in questo caso la gara, è proprio il caso di dirlo, è fra le varie regioni o meglio “governi” della spagna, che ogni volta schierano decine di chef e aiuti per realizzare queste mega “pause pranzo”

Chiaramente, tra una presentazione e l’altra degli chef, in sale dedicate disposte sui tre piani del centro congressi, si svolgono a rotazione conferenze su prodotti alimentari, mode, tendenze, ecc, con la partecipazione di nomi noti della gastronomia e della produzione alimentare. Non manca l’ICEX (l’istituto spagnolo del commercio estero) che di solito propone un fitto calendario di degustazioni sui vini di tutta la Spagna (questi più che altro dedicati alla stampa), in testa le denominaciones de origen più famose. Anche qui la fila non manca per partecipare e queste vere e proprie chicche di cultura enologica, più uniche che rare. Dai vari consorzi iberici un mare di opuscoli, libri, dvd, cd e tante altre “prelibatezze mediatiche” offerte in omaggio ai partecipanti.

Chiude la partecipazione degli ospiti la consegna di un vero e proprio bellissimo “libro”, con tutti i profili e gli interventi degli chef, ricette e resoconto dei convegni fatti. Uno strumento che non ha prezzo per uno chef o ristoratore che se ne torna a casa.

Gestione del talento” è il titolo principale del Summit 2011, mentre le tre giornate che si snoderanno dense di presenze avranno come titoli rispettivamente: “Cucina e Scienza”, “Innovazioni e Tendenze” e “Successi Commerciali”.

Nella prima giornata la notizia che così di primo acchito colpisce di più è il “ritorno” di Ferran Adrià che presenterà il “Nuovo Bulli” come cita il titolo….. che si inventerà questa volta? Insomma, ci sarà da sbizzarrirsi e da non annoiarsi.

Ecco, ad esempio, in dettaglio gli argomenti e gli artefici della prima giornata di martedì 25 Gennaio:

GUARNIZIONI AROMATICHE
Eneko Atxa (España) e Josu Trebolasa (España)

IL VAPORE: NUOVE TECNOLOGIE APPLICATE
Flavio Morganti (España)

SALSE MICROEMULSIONATE
Dani García (España) e Jesús Jiménez (España)

STRUTTURE NATURALI –
Wout Bru (Francia), Yves Mattagne (Belgio), Onno Kokmeijer (Holanda), Jaume Drudis (España)

INCONTRO INTERNAZIONALE DELLE GUIDE
Carnet de Route, Gault Millau, Gourmetour, L’espresso, Lo Mejor de la Gastronomía , Michelin, Repsol, Restaurant Magazine, Slow Food, Makansutra e Zagat.
Moderato da Víctor de la Serna

IL NUOVO BULLI
Ferran Adrià (Spagna)

CUCINA AD ALTA PRESSIONE
Andoni Luis Aduriz (Spagna)

NUOVA CULTURA DEL FREDDO
Kristoff Coppens (Belgio)

ALTA CUCINA E ELETTRONICA
Juan Marí ed Elena Arzak (Spagna)

IL ROMBO, RE DEL PERCORSO ITTICO
Beatriz Sotelo (Spagna) – Angel Palacios (Spagna) e Ricardo Sanz (Spagna)

ECOLOGIA MARINA: LE SALSICCE DEL MARE
Ángel León (Spagna)

LA CUCINA ACIDA
Bricio Domínguez (Messico)

LA CUCINA LIQUIDA
Javier de las Muelas (Spagna)

One Comment

  • L'AcquaBuona ha detto:

    Vai Claudio, ora che ci hai incuriosito attendiamo un dettagliato resoconto!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione. Per capire quali cookie ed in che modo vengono utilizzati, consulta la nostra pagina della Privacy. Accetta i cookie cliccando sul pulsante 'Accetta'. In qualsiasi momento dalla pagina relativa potrai rivedere e cambiare il tuo consenso.
MAGGIORI INFORMAZIONI

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi