Digita una parola o una frase e premi Invio

Al via “Io, Barolo”, fino al 26 giugno in Langa

Un’iniziativa della Strada del Barolo e dell’Enoteca Regionale del Barolo, in collaborazione con il Consorzio per la tutela del formaggio Bra, per rendere gli appassionati i veri protagonisti delle celebrazioni della nuova annata.

Tre settimane di degustazioni e incontri con i produttori, escursioni sul territorio e cene a tema: la filosofia di “Io, Barolo”, ben riassunta nello slogan «A giugno il “re” dei vini sei tu», è di rendere gli appassionati di vino i veri protagonisti della celebrazione della nuova annata del Barolo, far vivere loro un calendario di degustazioni e appuntamenti collaterali tra cantine, musei e strutture del territorio.

Gli appuntamenti dedicati agli appassionati: i “Dialoghi sul Barolo”; “Wine Tasting Experience”; “Trek fra le vigne”,: “Le Osterie di Slow Food ospiti delle Langhe”; “Cena con il produttore”, pensate per offrire ai turisti un’esperienza completa dell’art de vivre delle Langhe.

I “dialoghi” sul Barolo al WiMu

“Io, Barolo” si apre la domenica con un doppio appuntamento di degustazione, organizzato in collaborazione con Go Wine: alle 11 e alle 16.30 il WiMu – Museo del vino a Barolo ospita i “Dialoghi sul Barolo” guidati da giornalisti ed esperti del settore. Le degustazioni, che contano sulla presenza diretta dei produttori, sono affiancate dai racconti di esperienze vissute da uomini del vino e giornalisti, chiamati a dialogare con il conduttore e i partecipanti. Fin da ora sono annunciate le presenze di Marco Trabucco (La Repubblica) e Sergio Miravalle (La Stampa).

Il 12 giugno il tema è “Viaggio nei terroir del Barolo, l’annata 2007 fra elveziano e tortoniano” (10 vini in degustazione). Conduce le degustazioni Gigi Brozzoni, direttore del Seminario permanente Luigi Veronelli e curatore da oltre quindici anni della Guida ai Vini di Veronelli.

Il 19 giugno si parla di “Crus storici” (10 vini dell’annata 2007 in degustazione): a condurre le degustazioni Gianni Fabrizio, curatore della Guida ai Vini d’Italia del Gambero Rosso. Interverrà al banco d’assaggio anche Marco Trabucco giornalista de la Repubblica.

Domenica 26 giugno è in programma il confronto fra “Barolo e Brunello di Montalcino attraverso l’annata 2006” (8 vini in degustazione), condotto da Ian D’Agata, dal 2005 Responsabile per l’Italia e Bordeaux dell’International Wine Cellar di Stephen Panzer. Partecipa ai dialoghi Sergio Miravalle de La Stampa.

I tre appuntamenti della domenica si chiuderanno sempre con una degustazione guidata da assaggiatori e maestri ONAF di formaggi DOP a cura del Consorzio per la tutela del formaggio Bra, insieme a una selezione di prodotti tipici degli associati alla Strada del Barolo e grandi vini di Langa. L’iscrizione costa 30 €, ridotta a 25 € per i soci Go Wine, AIS, Slow Food e Strada del Barolo e grandi vini di Langa.

Le “Wine Tasting Experience”

“Io, Barolo” ha un occhio di riguardo per i moltissimi appassionati stranieri: il lunedì pomeriggio al WiMu, Museo del vino “firmato” da François Confino e allestito nel Castello Falletti di Barolo, sono in programma gli appuntamenti di “Wine Tasting Experience”, una ciclo di degustazioni guidate in lingua inglese e organizzate per conto di “Colline di Qualità”.

Sull’esempio delle Écoles du vin francesi, i partecipanti potranno seguire vere e proprie “lezioni” incentrate sui crus del Barolo (lunedì 13 e 27 giugno) e sui principali vini di Langhe e Roero (il 20 giugno), tutte in programma a partire dalle ore 16:30.

Le osterie ospiti delle Langhe

Grazie alla collaborazione con la condotta albese di Slow Food, per tre serate di giugno altrettanti ristoranti ospitano un’osteria Slow Food da fuori Piemonte, chiamata a proporre menù in cui la cucina piemontese sposa quella della regione italiana ospite, con abbinamenti ai più pregiati vini piemontesi.

Il 9 giugno presso l’Agriturismo Le Arcate di Sinio ospita il ristorante Torgglerhof (Saltusio San Martino in Passiria, in Alto Adige) di Robert Steiner.

Il 16 giugno Alessandra Bazzocchi dell’Osteria La Campanara di Galeata, in Romagna, è ospite del ristorante La Crota di Roddi.

Il 23 giugno con Sergio Valentini della Locanda delle Tre Chiavi (Isera, in provincia di Trento) ospite dell’Agriturismo il Noccioleto di Novello. Durante le cene saranno 8 i vini in degustazione, tra cui naturalmente il Barolo 2007.

Alla scoperta del territorio

“Io, Barolo” mette in mostra il meglio del territorio in cui nasce il grande vino rosso: associazioni, cantine e strutture turistiche si uniscono per offrire un unico, ampio calendario di iniziative per accogliere i turisti e svelare loro tutti i volti delle Langhe. Oltre agli appuntamenti per gli appassionati del vino, “Io, Barolo” prevede appuntamenti e iniziative gastronomiche e di più ampio respiro turistico: dalle visite alle cantine ai menu a tema proposti dalle strutture del territorio, fino alle offerte speciali per i pernottamenti nelle Langhe.

A cena con il produttore

Altro appuntamento gastronomico sarà l’11 giugno al ristorante Italia di Serralunga d’Alba: “A cena con il produttore” vedrà protagonista la Cantina Anselma in una cena-incontro con menù a tema, comprensivo di degustazione di Barolo, alla presenza del produttore invitato a illustrare, nel corso della serata, le diverse caratteristiche dei suoi vini e i segreti della sua produzione.

I musei di Barolo per il “re” dei vini

Anche il WiMu – Museo del vino a Barolo partecipa alle celebrazioni dell’annata 2007 del Barolo: oltre a ospitare le degustazioni, il Museo aprirà le porte anche per alcune visite “speciali”: ”Vino, vino, vino” con approfondimenti sul rapporto delle diverse civiltà con il vino; “Si fa l’Italia e si fa il Barolo” incentrata invece sul periodo dell’Unità d’Italia. Anche il “Museo dei cavatappi” propone visite guidate seguite da degustazione di Barolo 2007, con le bottiglie aperte utilizzando rari cavatappi antichi.

Il weekend di “Io, Barolo” / Chi intende vivere completamente l’esperienza di “Io, Barolo”, dalle degustazioni a tutti gli eventi collaterali, può acquistare un pacchetto di viaggio: per informazioni contattare la Strada del Barolo allo 0173.787166 o scrivere a travel@stradadelbarolo.it.

Informazioni

Il calendario completo e l’elenco di tutte le iniziative sono sul sito  www.stradadelbarolo.it. Per le informazioni sulle altre iniziative basta contattare la Strada del Barolo allo 0173.787166.

2 Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione. Per capire quali cookie ed in che modo vengono utilizzati, consulta la nostra pagina della Privacy. Accetta i cookie cliccando sul pulsante 'Accetta'. In qualsiasi momento dalla pagina relativa potrai rivedere e cambiare il tuo consenso.
MAGGIORI INFORMAZIONI

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi