Digita una parola o una frase e premi Invio

4 settembre a Verduno (CN): Festa del Verduno Pelaverga

Manifestazione realizzata dall’associazione Verduno E’ Uno in collaborazione con il Comune di Verduno, la Regione Piemonte, la Comunità Europea, il Consorzio di Tutela Barolo Barbaresco Albe Langhe e Roero, l’associazione culturale Artz, con il Contributo PSR 2007/2013 Regione Piemonte Misura 133.

Una domenica di musica, spettacoli e deliziose opportunità gastronomiche per celebrare l’annata 2010 del Verduno Pelaverga D.O.C. nel centro storico e nella suggestiva area belvedere.

Domenica 4 settembre torna a Verduno (Cn) la tradizionale festa del vino Verduno Pelaverga D.O.C. Un paese intero si veste a festa per celebrare il suo frutto più prezioso, presentato dai 10 produttori (gli unici al mondo a produrlo) orgogliosi di far degustare la loro ultima creazione.

Verduno diventa dunque la capitale delle Langhe e della grande tradizione enograstronomica piemontese per festeggiare il vino degli innamorati: musica, spettacoli, degustazioni, arte, teatro e cinema dedicati al mondo del vino. Un happening che parte dalla prima mattinata e che dalle 17.00, in collaborazione con i ristoranti del paese, culmina in una grande merenda sinoira itinerante con piatti a base di Verduno Pelaverga D.O.C. e la terrazza del belvedere attrezzata per regalarvi un tramonto indimenticabile.


PROGRAMMA DETTAGLIATO

Ore 10.00 – SANTA MESSA sul Belvedere
Come da tradizione la S. Messa di benedizione della vendemmia con canti e musiche dal vivo.

Ore 11.00 – APERITIVO/CONFERENZA STAMPA di presentazione della nuova annata
Un appuntamento per la stampa, gli addetti ai lavori ma anche per tutti gli appassionati, una chiacchierata sul Verduno Pelaverga D.O.C. e sul mondo del vino in generale alla presenza delle autorità e degli esperti del settore.

Ore 11.00 – MERCATO BIOLOGICO
In collaborazione con gli studenti dell’Università di Scienze Gastronomiche di Pollenzo, un piccolo mercatino della terra.

Ore 12.30 – VERDUNO E’ SERVITO Pranzo nei ristoranti di Verduno
Agriturismo Cà del Re – 0172.470281 – Menù Euro 32
Ristorante La Cascata – 0172.470126 – Menù Euro 35
Ristorante Due Lanterne – 0172.470127 – Menù Euro 36
Trattoria Dai Bercau – 0172.470243 – Menù Euro 35
Ristorante Real Castello – 0172.470125 – Menù Euro 45

Ore 13.00 – PERFORMANCE di clown clandestino nei ristoranti.
In collaborazione con l’Associazione Ciabotto, cinque “finti camerieri” improvviseranno sit-com surreali svelandosi lentamente durante il corso del pranzo. “Finti trasportatori d’acqua” nel bel mezzo del servizio, “finte derattizzazioni”, “finti sposini” e chi più ne ha più ne metta. Puro situazionismo condito da un alone di surreale ironia.

Ore 15.30 – MARCHING BAND
A dare il via alle danze arrivano la Marching Band à Porter e la Fantomatica Orchestra due tra le più interessanti orchestre itineranti in circolazione. Sound irresisitibile e coinvolgente.

Ore 16.00 – L’ ARTE
Nelle sale del Castello di Verduno, le opere di Romano Reviglio.

Dalle ore 16.30 – MUSICA LIVE
Distribuiti negli angoli più suggestivi di Verduno, una serie di artisti allietano il pubblico con la loro musica: Les SansPapier, Banda Elastica Pellizza, Federico Sirianni, Diverba, Rik Parato Family On The Street, Hi Life Connection, Paola Bertello Trio e Crazy String. Una selezione che spazia dalla world music, al jazz, al reggae, all’etno-folk, alla canzone d’autore.

Dalle ore 17.00 – LA MERENDA SINOIRA
Cinque punti ristoro per cinque prestigiose realtà gastronomiche di Verduno. Dall’antipasto al dolce cuochi sempre pronti a sfornare delicatezze dalle 17.00 fino a sera. Non un percorso obbligato ma una libera scorribanda tra i sapori della cucina tipica piemontese.

Ogni piatto al costo di 5 euro.
Bicchiere per degustazione illimitata 6 euro.

  • CA’ DEL RE – ANTIPASTO
    Affettati misti: salame cotto, salame crudo al Pelaverga, bresaola, galantina e melone.
    Vini: tutti i Verduno Pelaverga D.O.C. più i bianchi e il dolcetto
  • AI BERCAU – PRIMO
    Ravioli al sugo di arrosto.
    Vini: tutti i Verduno Pelaverga D.O.C. più la Barbera
  • CORTILETTO INTERNO DEL COMUNE (a cura del ristorante LA CASCATA) – SECONDO
    Salsiccia al Verduno Pelaverga D.O.C. e crostone di polenta.
    Vini: tutti i Verduno Pelaverga D.O.C. più il Nebbiolo
  • LA CANTINA COMUNALE VINERIA – FORMAGGIO
    Formaggi misti
    Vini: tutti i Verduno Pelaverga D.O.C. più il Barolo
  • PARCO BELVEDERE (a cura del ristorante LE DUE LANTERNE) – DOLCE
    Torta di nocciole e torta di pesche e amaretti.
    Vini: tutti i Verduno Pelaverga D.O.C.

Ore 21.00 – CENA NEL CASTELLO DI VERDUNO
Quale migliore occasione per scoprire la raffinata location e la rinomata cucina di una delle strutture più affascinanti delle Langhe. Cena Conviviale a base di: Focaccia calda alla salvia, Carne di Verduno, Tortino di zucchette e Raschera, Carnaroli in risotto al Verduno Pelaverga D.O.C, Bocconi di Faraona all’uva,

Gelato alla pesca e pepe nero, Caffè e torta di nocciole. In abbinamento tutti i Verduno Pelaverga D.O.C. dei produttori di Verduno. Il servizio inizia alle ore 20.00. Per la prenotazione (da farsi entro venerdì 2 Settembre) telefonare al numero 0172 470125. Prezzo euro 50,00.

Ore 22.30 – GRAN CHIUSURA sul belvedere Sentinella delle Langhe
Giro di congedo ed esibizione finale della marching band sul belvedere di Verduno, per l’occasione allestito come una vera “green-beach”, una spiaggia immersa nel verde con sedie a sdraio per rilassarsi e gustare il sapore unico del Verduno Pelaverga D.O.C. A rendere ancora più suggestivo il tutto uno schermo cinematografico proietterà i seguenti cortometraggi d’autore:

Memorie di Verduno

Una lunga storia di guerra e d’amore/Appunti per un documentario
ITALIA, 2010, documentario, 38’, col. di Paolo Casalis
(Un ringraziamento a Stefano Scarafia e Alessandria Vittore)
Oggi rinomata metà turistica per i suoi vini e per la qualità di una vita semplice, a stretto contatto con la terra e con i suoi prodotti, Verduno ha vissuto in passato momenti di estrema povertà e durezza : la guerra, la miseria, l’occupazione tedesca e la guerra partigiana, la fame, la fillossera. Sono ricordi di cui non rimangono tracce visibili tra i vigneti ordinati e ben tenuti, le case recentemente restaurate, le osterie e i ristoranti che attraggono turisti da ogni parte. Ricordi, tradizioni e costumi che sembrano appartenere a epoche lontane, mentre invece sono ancora ben vivi nella memoria degli anziani del paese, i protagonisti di una Storia ancora tutta da raccontare.

Pig Me
Danimarca, 2008, Animazione, 7’, col.
di Mette Rank Tange, Ditte K. Gade, Jorge Israel Hernández García Figueroa, Marie-Louise Højer Jensen, Rebecca Bang Sørensen
E’ la storia di un maiale che scappa dal macello. Si sistema in un negozio di animali nel quale scopre un’atmosfera calma e confortevole, tra i clienti e i loro animali. Vorrebbe anche lui trovare una casa tutta per sé, ma chi vuole comprare un maiale? L’unica soluzione è camuffarsi spacciandosi per un altro animale del negozio.

Tuber
ITALIA, 2011, documentario, 20’, col.
Di Fabio Donatini e Marco Zuin
Il Tuber, molti dicono, è tra le pietanze una delle più prelibate. Raro ed enigmatico, nasce dal buio delle terre italiane e vola oltreoceano. Tra battute illegali e intrighi internazionali, menzogne e piccole invidie emerge il volto inaspettato ma concreto del mondo del tartufo.


Per informazioni:

331.2398643

www.verdunopelaverga.it

Il Verduno Pelaverga D.O.C.

Il Verduno Pelaverga D.O.C. è un eccellente vino d’origine controllata. Vino al contempo aggraziato e strutturato grazie ad un delicato equilibrio tra acidità e tannini. Per ricordarsi del suo colore tendente al rubino, delle sue note floreali e fruttate e dello spiccato profumo di pepe bianco è sufficiente un assaggio. Il Verduno Pelaverga D.O.C. ha alle spalle una storia molto particolare che si snoda tra leggende popolari e storie di corte. Si diceva che il raro vitigno del Pelaverga Piccolo fosse stato portato nelle colline circostanti Verduno dal Beato Sebastiano Valfré. Si narra che nelle cantine del castello di Verduno il Re Carlo Alberto eseguisse i suoi esperimenti enologici sulle uve da Barolo e che grazie al Pelaverga la vita di corte fosse tutt’altro che noiosa! Dalle frequentazioni di corte in poi, da sempre si gioca sull’effetto afrodisiaco legato indissolubilmente a questo vino: vuoi per la sua alta bevibilità e per i toni speziati o per il nome ironicamente evocativo. E così il Verduno Pelaverga D.O.C. a partire dal 2001 si è ritagliato uno spazio importante nel paese che lo vede principe: Verduno, uno dei borghi più suggestivi delle Langhe.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione. Per capire quali cookie ed in che modo vengono utilizzati, consulta la nostra pagina della Privacy. Accetta i cookie cliccando sul pulsante 'Accetta'. In qualsiasi momento dalla pagina relativa potrai rivedere e cambiare il tuo consenso.
MAGGIORI INFORMAZIONI

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi