Digita una parola o una frase e premi Invio

28/10-1/11 a Udine: GOOD

GOOD  3° Salone delle Specialità enogastronomiche e agroalimentari

Udine Fiere, 28 ottobre – 1° novembre 2011

www.goodexpo.it

Dopo il successo di Casa Moderna dedicata all’abitare in evoluzione e alle eccellenze dell’arredamento design, Udine e Gorizia Fiere regala agli appassionati un altro appuntamento imperdibile: la 3^ edizione di GOOD, il Salone biennale delle specialità enogastronomiche e agroalimentari, convoglierà nei suoi padiglioni turisti, appassionati, esperti, intenditori, curiosi e golosi dal 28 ottobre al 1°novembre 2011. In un susseguirsi di stand caratteristici il visitatore farà un sorprendente viaggio nei sapori di Alpe Adria e nel Mercato del Gusto al fine di capire, imparare e comprare i prodotti in modo consapevole scoprendone le origini e i migliori utilizzi. Il tutto arricchito e allietato da degustazioni guidate, approfondimenti e corsi di cucina. L’area del Buon Mercato inoltre, realizzata in collaborazione con Slow Food F.V.G., presenterà piccoli e selezionati produttori con le loro specialità: un incentivo per avvicinare il pubblico-consumatore alle offerte locali permettendogli di penetrare nella rete internazionale dei mercati contadini contraddistinti dall’insegna del mangiare “buono, pulito e giusto”.

Ma in una importante vetrina di promozione della qualità dell’agroalimentare come GOOD non può mancare la Regione Friuli Venezia Giulia con il suo marchio “Tipicamente Friulano”; presente nel padiglione 7 con una rappresentanza dei prodotti tipici del territorio, il percorso espositivo e promozionale della Regione conferirà visibilità ad ogni standista facendosi promotrice della giusta convivenza tra soggetti istituzionali (quali i Consorzi), quelli del settore del volontariato (le Pro Loco regionali rappresentati dai rispettivi Consorzi territoriali) e i piccoli imprenditori. Tra tanta varietà non mancherà un prodotto di punta come il Vino con una selezione di oltre 80 etichette della migliore produzione regionale: la presentazione, la degustazione e la vendita è affidata ai Sommelier dell’A.I.S. F.V.G

Per consentire al consumatore di acquistare direttamente dal produttore beni legati al proprio territorio valorizzando la Filiera corta, saranno inoltre presenti piccoli artigiani che forniscono lavorati di nicchia e di elevata qualità.

Anche quest’anno, poi, l’Associazione Celiachia del F.V.G. ha rinnovato la sua presenza a sostegno di tutte quelle fasce di consumatori (sempre più emergenti) che possono, in quest’occasione, scoprire come e cosa si può mangiare senza rinunciare al gusto e alla qualità.

Spazio FFF: prosegue e si rafforza la Partnership con la Camera di Commercio di Udine

Sperimentata con successo durante Friuli Doc e Casa Moderna, la rinnovata sinergia tra la Camera di Commercio di Udine e Udine Gorizia Fiere fa un ulteriore (e gustosissimo) passo avanti a Good. Coniugata al tempo e al modo di Friuli Future Forum, la partnership, nel caso della fiera delle eccellenze dell’agroalimentare, potrà concentrarsi al meglio nella riflessione su cibo e design, reinterpretandoli in una virtuosa complementarietà. Tanto più che il cibo è Ciboduemilaventi, prima linea guida sviluppata nel 2011 dal progetto FFF, e che il design è il suo secondo filone d’analisi, pronto ad aggiungersi come protagonista del 2012 e a garantire proprio durante Good una perfetta anticipazione. In questo senso, nei diversi eventi in programma, le conversazioni e gli appuntamenti spazieranno dall’ibridazione del cibo alle produzioni d’eccellenza, con dimostrazioni pratiche, fino ai panorami d’avanguardia del food design e a ciò che unisce il buono del gusto al bello delle forme di oggetti, strumenti e concept legati in particolar modo alla cucina. Oltre agli incontri con gli operatori e il pubblico, ci saranno i corsi di fotografia del cibo, uno riservato ai professional e uno per gli appassionati.

Bontà senza Confini

Alla ricchezza delle produzioni tipiche e di nicchia del FVG e delle altre regioni italiane, Good affianca i sapori dei paesi esteri: in una tavola multiculturale e multigusto sfileranno tradizioni e saperi provenienti da territori di confine e oltre (Slovacchia, Slovenia, Croazia, Austria, Ungheria). Particolare attenzione sarà dedicata, però, alla Moravia che, insieme alle quattro regioni che la compongono, si presenterà a Good con un ricco programma d’eccezione. Dopo l’incontro ufficiale tra le istituzioni (previsto per giovedì 27 ottobre alle 17.00 a Palazzo Belgrado nel salone del Consiglio della Provincia di Udine) la Moravia si aprirà al pubblico illustrando in Fiera, quindi attraverso il cibo, le sue caratteristiche a trecentossesanta gradi.

La cena morava (su invito) in programma per venerdì 28 ottobre alle ore 20.00 in Fiera (data che coincide con la festa nazionale della Repubblica Ceca) sarà l’occasione per gustare i piatti e i prodotti tipici di queste zone in accompagnamento alla birra tradizionale e ai migliori vini del territorio, allietata dal gruppo folkloristico Vonica. Da qui in poi, come un turista ammaliato dalla vasta gamma dei profumi e delle tradizioni, il visitatore potrà scoprire gustose diversità e insolite affinità tra i nostri prodotti e le eccellenze agroalimentari, i lavorati di nicchia, gli aspetti culturali più antichi di questa lontana – vicina Regione.

Dalla Terra alle Cucine.

Good non è solamente la fiera delle offerte gastronomiche lontane e vicine, ma è anche una dinamica e coinvolgente dimostrazione sul come consumare e lavorare alcuni di questi prodotti per coglierne e valorizzarne l’eccellenza. A favore di un gusto che è apprezzabile non solo se assaporato nudo e crudo, “nature”, ma anche lavorato e declinato in piatti succulenti, tradizionali o originali. Non a caso, in questa terza edizione fieristica non mancheranno laboratori didattici e interattivi durante i quali poter osservare, assaggiare e persino mettere le mani in pasta per scoprire al meglio le labirintiche dimensioni del gusto (si vedano, ad esempio, i laboratori di Etica del gusto o quelli dedicati alla pizza con gare e lezioni didattiche). E cuochi, chef, esperiti del settore saranno per l’appunto altrettanto protagonisti, insieme alle pietanze e alle materie prime: distribuiti in differenti padiglioni, daranno vita a veri e propri irresistibili percorsi gastronomici trasformando in pietanze succulente quanto di meraviglioso il nostro territorio ci offre. L’Unione Cuochi del F.V.G, ad esempio, condurrà nel suo stand vere e proprie scuole di cucina dedicate al tema del coniglio che verrà proposto in interpretazioni gourmand multisfaccettate da alcuni noti e rinomati ristoranti locali che cercheranno, nelle loro pietanze, di esprimere e raccontare con gusto il valore di questa carne nell’intera tradizione friulana. E non mancheranno seminari e dibattiti attorno al tema, dal punto di vista della nutrizione e della storia, ma anche lezioni teoriche sugli utensili da cucina (come i coltelli). Good sarà un’occasione che consentirà a tutti di cogliere e valutare il senso della tradizione e del dinamismo a tavola come in cucina, senza perdere di vista il vero valore del gusto, del “good”, del buono.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione. Per capire quali cookie ed in che modo vengono utilizzati, consulta la nostra pagina della Privacy. Accetta i cookie cliccando sul pulsante 'Accetta'. In qualsiasi momento dalla pagina relativa potrai rivedere e cambiare il tuo consenso.
MAGGIORI INFORMAZIONI

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi