Digita una parola o una frase e premi Invio

5 novembre a Siena: Anteprima vino novello

NOVELLO E CASTAGNE ALL’ISTITUTO AGRARIO DI SIENA.

DEGUSTAZIONE IN ANTEPRIMA DEL VINO NOVELLO 2011 SABATO 5 NOVEMBRE

Sabato 5 novembre alle ore 18, il “Ricasoli”, storico istituto tecnico agrario senese, in collaborazione con l’A.I.S. (Associazione Italiana Sommelier), offre una degustazione di vino nuovo e novello toscano 2011 con castagne, come anteprima che anticipa la data di commercializzazione dell’annata 2011(6 novembre).

Il novello  è un vino ottenuto con il sistema della “macerazione carbonica” delle uve per una o due settimane. Il vino nuovo invece è quello appena spillato o svinato dopo macerazione breve o brevissima con le bucce. Sono entrambi vini pronti da bere subito, che danno il meglio entro quattro – cinque mesi dalla vendemmia, salvo i novelli toscani, che esprimono le loro qualità fino a sette – otto mesi dopo.

I novelli italiani fanno concorrenza al cugino francese Beaujolais, che prende il nome dalla zona di produzione e deriva da un solo vitigno, il Gamay. I nostri novelli derivano per lo più da uve del territorio e quindi sono ottenuti dal Sangiovese in Toscana, dal Barbera in Piemonte, dal Cannonau in Sardegna, dal Nero d’Avola in Sicilia, dal Montepulciano in Abruzzo, dal Refosco in Friuli,dalla Corvina nel Veneto, e per la maggior parte dall’onnipresente Merlot e Cabernet.

Nel 2010 in Italia sono stati prodotti più di 9 milioni di bottiglie di vino novello, di cui un terzo nel solo Veneto, più di un milione in Trentino Alto Adige, novecentotrentamila in Toscana e il resto suddiviso principalmente tra Sardegna, Emilia Romagna, Puglia, Friuli, Sicilia e Abruzzo.

Al colore i vini novelli devono risultare di un rosso rubino, vivace e brillante tendente al violaceo, talvolta con presenze di schiuma. Devono avere un profumo netto che richiama il frutto da cui deriva con nuances di fragole e sottobosco, ribes lampone e more. Al gusto devono essere freschi con spiccata sensazione di fruttato. In generale sono vini di facile degustazione, ma certo non per questo inconsistenti. Risultano infatti pronti, non richiedono l’accompagnamento a piatti elaborati e soprattutto sono gradevoli, aiutati anche da un leggero residuo zuccherino e dall’anidride carbonica, che crea le “bollicine”.

Per essere prodotti, i novelli devono rispettare il D.M. del 13 Luglio 1999, che fra l’altro ne prevede la commercializzazione a partire dalla mezzanotte del 6 Novembre. L’Istituto Tecnico Agrario di Siena e l’A.I.S. (Associazione Italiana Sommelier  sede di Siena) hanno ideato e organizzato in anteprima una manifestazione – degustazione programmata sabato 5 Novembre, a partire dalle ore 18. Il pubblico presente avrà così modo di apprezzare questi vini particolari ed estremamente gradevoli, magari accompagnati con qualche fumante caldarrosta.

Per informazioni: Istituto Tecnico Agrario, via Scacciapensieri 8, Siena, tel. 0577 332477

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione. Per capire quali cookie ed in che modo vengono utilizzati, consulta la nostra pagina della Privacy. Accetta i cookie cliccando sul pulsante 'Accetta'. In qualsiasi momento dalla pagina relativa potrai rivedere e cambiare il tuo consenso.
MAGGIORI INFORMAZIONI

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi