Flos Olei 2012, la Guida mondiale sull’extravergine

Di • 14 dic 2011 • Rubrica: Attualità e idee, Da leggere Un commento
Stampa questo articolo Stampa questo articolo

ROMA – E’ stata presentata a Roma l’ultima fatica di Marco Oreggia, Laura Marinelli e del loro team di degustatori d’olio. Flos Olei 2012, oltre ad essere una delle più complete e gradevoli guide dedicate all’extravergine, è anche l’unica ad avere un taglio fortemente internazionale: nell’edizione di quest’anno troviamo, tra schede complete e oli segnalati, ben 655 etichette di altissima qualità in rappresentanza di 43 nazioni da tutto il mondo.

Ogni nazione ha una propria introduzione che ne racconta storia, produzione, caratteristiche; con Italia e Spagna che, in quanto Paesi leader del settore, possono contare su una capillare suddivisione per singola regione (sono ben 14 le regioni spagnole rappresentate, contro le 19 italiane). La guida di quest’anno, ricca come sempre di immagini e contenuti, con mappe e schede di facile lettura, si è rinnovata dal punto di vista grafico: se come supporto è stato confermata una carta “ecologica” proveniente da foreste impiantate solo per uso editoriale, sono tanti invece i nuovi simboli grafici introdotti per rendere più agevole la consultazione del lettore. Tra questi una segnalazione particolare meritano i “bollini” bio, che contraddistinguono le aziende che hanno abbracciato la filosofia produttiva biologica o biodinamica, e i “salvadanai”, che segnalano gli olii che si sono distinti per il rapporto qualità/prezzo, coniugando l’alta qualità ad un costo accessibile.

Flos Olei è però anche una guida al passo coi tempi: in doppia lingua, italiano e inglese, è disponibile anche in versione per iPhone e iPad, per i quali si può scaricare a scelta l’edizione Mondo, quella Europa, quella Italia o la versione gratuita dei “The Best 20″, la selezione dei 20 migliori oli del pianeta secondo.

A proposito di riconoscimenti Oreggia spiega che <<in un’ipotetica sfida che vede contrapposta l’Italia al resto del mondo possiamo assegnare una sostanziale parità: 9 premi sono andati ad oli italiani, 11 invece sono stati distribuiti tra Argentina, Croazia, Francia, Portogallo, Slovenia e Spagna. Mi sembra giusto sottolineare però che i due premi più attesi sono andati a due realtà nostrane: l’Azienda Agraria Viola, dall’Umbria, si è infatti aggiudicata il riconoscimento come Frantoio dell’Anno, mentre alla siciliana Titone è andato il titolo di Migliore Extravergine di Oliva dell’Anno. E in più vorrei ricordare il premio speciale in memoria della nostra cara amica Cristina Tiliacos andato al gruppo Pieralisi>>.

Qui di seguito il dettaglio della “The Best 20”:

Il Frantoio dell’Anno: Azienda Agraria Viola (IT)

Il Frantoio Emergente: Nordik Star (Argentina)

Il Frantoio di Frontiera: Domaine Salvator (Francia)

Il Frantoio del Cuore: Cooperativa de Olivicultores de Valpaços (Portogallo)

Migliore Olio Extravergine di Oliva dell’Anno:

Azienda Agricola Biologica Titone con il Dop/Pdo Valli Trapanesi – da Agricoltura Biologica

Migliore Olio Extravergine di Oliva da Agricoltura Biologica:

O.P.G. Giancarlo Zigante (Ungheria) con il Zigante Istarska Bjelica

Migliore Olio Extravergine di Oliva da Agricoltura Biologica e Dop/Igp:

Jenko (Slovenia) con il Dop/Pdo Ekstra deviško oljčno olje Slovenske Istre

Migliore Olio Extravergine di Oliva – Metodo di Estrazione:

Azienda Agricola Pasquale Librandi con il Nocellara del Belice – da Agricoltura Biologica

Migliore Olio Extravergine di Oliva – Qualità/Quantità:

Galgón 99 (Spagna) con il Oro Bailén – Reserva Familiar

Migliore Olio Extravergine di Oliva – Qualità/Packaging:

Azienda Agricola Niccolò Paoli con L’olio dei Paoli

Migliore Olio Extravergine di Oliva – Qualità/Prezzo:

Casa Agricola e Producão de Azeite João Batista Pinheiro Paulo (Portogallo) con il Valverde – Dop/Pdo Azeite de Trás-os-Montes

Migliore Olio Extravergine di Oliva Monovarietale – Fruttato Leggero:

Azienda Agricola Domenico Ruffino con il Pria Grossa – Colombaia

Migliore Olio Extravergine di Oliva Monovarietale – Fruttato Medio:

Frantoio Riva del Garda con il 46° Parallelo – Casaliva

Migliore Olio Extravergine di Oliva Monovarietale – Fruttato Intenso:

Olea B. B. (Ungheria) con il Oleum Viride – Buža

Migliore Olio Extravergine di Oliva Blended – Fruttato Leggero:

Société Civile d’Exploitation Agricole La Tortue – Château Taurenne (Francia) con L’Or de Taurenne

Migliore Olio Extravergine di Oliva Blended – Fruttato Medio:

Manuel Montes Marín (Spagna) con il Pórtico de la Villa – Dop/Pdo Priego de Córdoba

Migliore Olio Extravergine di Oliva Blended – Fruttato Intenso:

Frantoio Franci con il Villa Magra

Migliore Olio Extravergine di Oliva Dop/Igp – Fruttato Leggero:

Frantoio Bonamini con il Dop/Pdo Veneto – Valpolicella

Migliore Olio Extravergine di Oliva Dop/Igp – Fruttato Medio:

Azienda Agricola Pruneti con il Dop/Pdo Chianti Classico – da Agricoltura Biologica

Migliore Olio Extravergine di Oliva Dop/Igp – Fruttato Intenso:

Potosi 10 (Spagna) con il Fuenroble – Dop/Pdo Sierra de Segura

Premio Cristina Tiliacos: Gruppo Pieralisi

Share
Parole chiave: , , ,

Un commento »

  1. [...] il post originale qui: Flos Olei 2012, la Guida mondiale sull’extravergine Share and [...]

Lascia un commento