Digita una parola o una frase e premi Invio

Tommaso Jardella: La berretta del cuoco

“Nel corso di una traversata mediterranea,  confidai a Tommaso di essere stato per molti anni un funzionario della polizia di stato e – sulla base di miei ricordi professionali – aver scritto alcuni libri, nonché volerne scrivere altri. Tra questi ultimi, uno si sarebbe senz’altro riferito ad un caso apparentemente misterioso,  di cui gli raccontai la particolare storia. Tre cadaveri, a distanza di poco tempo l’uno dall’altro, erano stati rinvenuti nello stesso luogo: una folta aiuola verde tra i palazzi cittadini. E la stranezza non si fermava li: i tre infatti erano morti per la stessa ragione. Nessuna ferita, niente che facesse pensare ad una morte dovuta a cause traumatiche: semplicemente un infarto. Il racconto eccitò subito la sfavillante fantasia di Tommaso il quale -rimastone affascinato- cominciò immediatamente  a lavorare su possibili varianti (dalla prefazione di Gianni Pesce)

Tommaso Jardella, pittore e scultore, ha avuto molti percorsi lavorativi. Attualmente, dopo una incursione nel mondo della ristorazione, si occupa di coltura e cultura dell’olio. Per la Marco Del Bucchia Editore ha pubblicato “La berretta del cuoco”.

Tommaso ripropone in tempi moderni  la figura dell’artista boheme di inizio novecento, sa essere eclettico esploratore di aree buie dell’arte, a tratti pop come pochi, solitario appassionato del gusto e delle materie, ironico e cinico.

Lo adoro perché esiste.

SteTelara

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione. Per capire quali cookie ed in che modo vengono utilizzati, consulta la nostra pagina della Privacy. Accetta i cookie cliccando sul pulsante 'Accetta'. In qualsiasi momento dalla pagina relativa potrai rivedere e cambiare il tuo consenso.
MAGGIORI INFORMAZIONI

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi