Digita una parola o una frase e premi Invio

X° Concorso Letterario “La me tèra e la so gent”

Giandoja e so codin

Mentre i tornava da la Tesorera

ciapand la stra ch’a men-a al Valentin

ëm sento për daré na man grossera,

ch’ëm ciapa për la giaca e am dis “E bin?

Com va-la, car amis, a l’è vèra

ch’it veule ancora adess porté ‘l codin?

Lo sas-to nen ch’a son andait për tèra,

e ch’as na vëd pì nen an tut Turin?”

Ò brut faseul! Franch un faseul da mnestra!

I son nen padron ‘d fé com i veuj?

Fòra dla libertà, pì gnente an resta.

I soma indipendent, lìber, e peui,

chi l’ha ‘l codin l’è segn ch’a l’ha la testa

e le teste a son ràire al di d’ancheuj

(Don Bosco – 1860)

 

 

Non ci sembra vero, ma sono ormai 10 anni che riusciamo a pubblicare il nostro Concorso letterario!

È con grande soddisfazione che inseriamo il bando che fa dieci sulle nostre pagine, soprattutto perché in questo momento in cui non vi è più certezza in nulla, dove la cultura è trattata peggio di “una pezza da piedi”, dove corre voce che tanti concorsi, anche molto importanti, per motivi finanziari, non sono più stati presentati, noi riusciamo ancora una volta, sicuramente non senza sforzo, ma comunque facendo “fuoco con la nostra legna”, a mantenere questo appuntamento con chi è desideroso di continuare a lottare perché il piemontese non si perda!

Come già dallo scorso anno facciamo uscire il bando a dicembre anziché a gennaio per poter favorire chi intende parteciparvi in modo che possa avere un po’ più di tempo.

Continuiamo a ribadire che tutti devono scrivere esprimendosi nella parlata del proprio paese, contribuendo così nel nostro piccolo al mantenimento della bella Lingua Piemontese in tutte le sue diverse sfumature che la rendono unica.

Il tema del Concorso è libero perché ognuno possa comunicare i propri sentimenti più profondi senza restrizioni di alcun genere.

Ecco il Bando della nuova edizione del Concorso Letterario in Lingua Piemontese “La me tèra e la sò gent”.

BANDO

Sezione A- Racconto inedito in prosa

Esso potrà essere una novella, un racconto di vita vissuta, una fiaba, una favola…

Sezione B- Poesia

Al massimo tre poesie inedite alla data della pubblicazione del bando.

Sezione C- Riservato alle Scuole Primarie e alle Secondarie di primo grado che potranno partecipare con ogni tipo di testo: proverbi, conte, favole, indovinelli, canzoni, filastrocche, poesie, ricerche, … Sarà molto gradita la partecipazione degli autori e delle insegnanti alla premiazione con letture o rappresentazioni degli elaborati inviati.

Sezione D- Copione teatrale inedito e mai rappresentato.

Ogni elaborato scritto esclusivamente in Lingua Piemontese andrà inviato a:

Circolo Culturale Langa Astigiana, via G. Penna 1, 14051 Loazzolo (Asti) entro e non oltre il 5 aprile 2012 (farà fede il timbro postale) in 5 copie rigorosamente anonime, contrassegnate da uno pseudonimo.

I concorrenti, inoltre, dovranno allegare ai loro lavori una scheda recante nome e cognome, indirizzo e numero telefonico. Tale scheda dovrà essere chiusa in una busta con indicato all’esterno lo pseudonimo scelto per contrassegnare il proprio elaborato.

Tutte le opere pervenute saranno selezionate da una giuria formata da esperti di Lingua Piemontese e resa nota solo il giorno della premiazione.

La giuria si riserva di non accettare scritti con grafia incomprensibile o recanti segni che potrebbero portare all’identificazione dell’autore stesso.

La giuria esprimerà un giudizio insindacabile che porterà alla premiazione di un vincitore per ognuna delle sezioni.

Le opere non verranno restituite e potranno essere pubblicate sul mensile Langa Astigiana e su una possibile raccolta di tutti i lavori più meritevoli. (Con l’accettazione di questo bando gli autori danno tacito consenso alla pubblicazione delle loro opere senza nulla a pretendere).

Ad ogni autore sarà rilasciato un attestato di partecipazione.

Ad ogni vincitore sarà consegnato il seguente premio:

Sezione A- 200 euro

Sezione B- 200 euro

Sezione C- 200 euro

Sezione D- 300 euro e la possibilità di rappresentare l’opera durante l’ottava edizione della Rassegna Teatrale “Tucc a teatro” 2011/2012 organizzata dal Circolo Culturale Langa Astigiana nel Teatro Comunale di Monastero Bormida.

La premiazione si svolgerà durante la manifestazione “E s’as trovèisso an Langa?” XI^  Festa della Lingua Piemontese nella Comunità Montana Langa Astigiana, che si terrà domenica 10 Giugno 2011 presso la sede operativa del Circolo Culturale Langa Astigiana in Loazzolo, via G. Penna 1.

La partecipazione comporta l’accettazione del presente bando.

Per eventuali informazioni contattare la sede operativa del Circolo Culturale Langa Astigiana in via G. Penna 1, 14051 Loazzolo (Asti) al numero di telefono e fax 014487185 oppure Clara 3400571747 – Silvana 3336669909 o tramite l’e-mail del Circolo: circoloculturalelangaastigiana@virgilio.it.

Il bando è scaricabile dal sito internet www.circololangaastigiana.com

Il Circolo Culturale Langa Astigiana

 

One Comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione. Per capire quali cookie ed in che modo vengono utilizzati, consulta la nostra pagina della Privacy. Accetta i cookie cliccando sul pulsante 'Accetta'. In qualsiasi momento dalla pagina relativa potrai rivedere e cambiare il tuo consenso.
MAGGIORI INFORMAZIONI

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi