Digita una parola o una frase e premi Invio

Per una settimana i vitigni autoctoni italiani in scena in California

Degustazioni, assaggi, workshop ed eventi culturali: dal 14 al 19 maggio a Los Angeles torna l’appuntamento con “VivaVinoLA”, un viaggio al centro delle eccellenze nostrane

Los Angeles, marzo 2012

Dalla Toscana del Sangiovese e del Colorino alla Campania dell’Aglianico e della Falanghina, dalla Sardegna del Cannonau al Piemonte di Barbera e Barolo, fino al Catarratto siciliano, il Lambrusco emiliano e il Primitivo pugliese. Se è vero che in tutta Italia sono coltivati quasi 3.000 diversi vitigni autoctoni, sarà uno spaccato dell’enologia rigorosamente “made in Italy” quella che a maggio – da lunedì 14 a sabato 19 – animerà il cuore di Los Angeles, portando sulla West Coast un tocco di gusto italiano con 150 cantine nostrane. L’occasione è la seconda edizione di “VivaVinoLA”, la kermesse organizzata dalla Camera di Commercio Italiana a Los Angeles per mostrare il meglio della produzione enologica nazionale.

L’appuntamento è destinato sia a consumatori ed appassionati che a buyers e addetti ai lavori, con un calendario di eventi che nell’arco di una settimana metterà in luce alcune delle realtà più significative, ponendo allo stesso tempo l’accento sul rapporto inscindibile tra cultura del cibo e del territorio. Non a caso, obiettivo di “VivaVinoLA” è educare il mondo del commercio e dei gourmet a conoscere e apprezzare lo stile del vino italiano e del territorio in cui nasce. I produttori potranno incontrare importatori, compratori, dettaglianti, stampa specializzata e consumatori da tutta la California, uno dei mercati più ampi degli Stati Uniti.

Secondo recenti dati del dipartimento del Commercio Americano, nel primo trimestre 2011 la domanda di vini italiani è cresciuta del 26,73%, a un ritmo fortemente superiore alla media. Gli Usa rappresentano sempre più il mercato di riferimento per le esportazioni di vino dall’Italia: siamo il primo Paese esportatore, con una quota di mercato pari al 33,6%. (vedi comunicato allegato)

Momento centrale della prossima edizione di “VivaVinoLA” sarà il Grand Tasting del 16 maggio, una giornata intera – al mattino per i commercianti, nel pomeriggio per i consumatori – dedicata alle degustazioni delle etichette presenti. All’edizione 2011 hanno partecipato 142 aziende, circa 400 etichette, 250 operatori di settore e 280 consumatori.

Ma ci sarà anche spazio per numerosi eventi collaterali, tra cui una serie di seminari e degustazioni guidate per il pubblico, che si svolgeranno presso i piu’ grandi negozi di vini (Wine House, K&L), cene a tema presso rinomati ristoranti italiani, happy hours in locali e bar nelle zone piu’ esclusive e alla moda di Los Angeles (Santa Monica, Brentwood, Beverly Hills).

“Non esiste alcuna manifestazione negli Usa – sottolinea Letizia Miccoli, segretario generale della Camera di Commercio Italiana a Los Angeles – che metta in evidenza l’unicità regionale e il forte legame col territorio che hanno i vini italiani. Lo scopo di VivaVinoLA è educare il consumatore e gli esperti del settore ad apprezzare i vitigni autoctoni e la grande ricchezza vitivinicola dell’Italia. Quest’anno inoltre è prevista una sezione dedicata ai grandi spumanti italiani”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione. Per capire quali cookie ed in che modo vengono utilizzati, consulta la nostra pagina della Privacy. Accetta i cookie cliccando sul pulsante 'Accetta'. In qualsiasi momento dalla pagina relativa potrai rivedere e cambiare il tuo consenso.
MAGGIORI INFORMAZIONI

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi