Digita una parola o una frase e premi Invio

La Pilsner Urquell festeggia i 170 anni dalla prima cotta

Ottobre 2012 sarà un periodo straordinario per Pilsner Urquell, la birra che ha cambiato il modo in cui il mondo vede la birra, che festeggerà i 170 anni dalla prima cotta, avvenuta ad opera del mastro birraio bavarese Josef Groll, il 5 ottobre 1842 a Pilsen, a circa 100 km da Praga. In quasi due secoli nulla è cambiato, salvo le tecniche di produzione rese solo più moderne dalla tecnologia.

Festa grande a Pilsen, dunque, dove ha sede lo storico birrificio che è, ancora oggi, l’unico luogo di produzione dell’autentica Pilsner Urquell ed è proprio varcando i cancelli, divenuti ormai icona simbolica del birrificio, che la prima birra chiara al mondo parte per ogni destinazione. Tanti sono gli elementi che fanno di questa fabbrica un luogo così speciale, come la Torre dell’acqua, quella originale di Pilsen, elemento che dona la purezza alla birra; la “casa delle botti”, dove esperti falegnami costruiscono tutti i giorni le “barrels”, piccole e grandi, nel cui legno verrà contenuta la bionda; la Casa del Malto, quasi una nursery nella quale assistere alla fermentazione dell’orzo boemo, le sale della Cotta e infine le Gallerie, estese per nove chilometri, che incantano il pubblico inebriato dal profumo della birra non filtrata e non pastorizzata, da degustare direttamente dalle grandi botti di legno. Brindare a Pilsen il 5 ottobre sarà certo indimenticabile ma anche in Italia non mancheranno i festeggiamenti che sono iniziati addirittura il 7 settembre in oltre 160 punti vendita selezionati in tutto il Paese, nei quali ci sono state attività e gadget firmati Pilsner Urquell, per arrivare, proprio il 5 ottobre, alle feste organizzate a Milano e a Roma nelle quali si potrà degustare la Pilsner Urquell non filtrata e non pastorizzata proveniente direttamente da Pilsen, nelle botti di legno.

In particolare a Roma l’appuntamento è al Circolo degli Artisti (Via Casilina Vecchia 42), mentre a Milano al The Friends (Via Monte Santo 12). Ma non mancheranno festeggiamenti in altre città italiane come a Padova Il cetra (Via Indipendenza 22), a Bologna nello storico locale La Torinese (Piazza Re Enzo 1c). A Firenze e dintorni saranno diversi i locali che festeggeranno; tra questi il Danny Rock (Via de’ Pandolfini 13 r), che darà inizio ai festeggiamenti già alla vigilia, il 4 ottobre.

Le sorprese non sono finite qui: il 5 ottobre vi capiterà certamente di incontrare, nelle piazze di Milano, Roma e Torino, delle eleganti dame in abiti ottocenteschi e gli strilloni dell’epoca che distribuiranno copie del quotidiano simbolico “The Pilsen Times” datato “5/10/1842” con articoli dedicati alla storia di Pilsner Urquell e alla scoperta eccezionale di Joseph Groll. Inoltre, saranno distribuiti speciali inviti, che richiamano le antiche pergamene, in cui si potranno trovare i dettagli della serata.

Per dare modo davvero a tutti di festeggiare l’anniversario sono coinvolte, da metà settembre al 10 ottobre, anche Roadhouse Grill e Wiener Haus con i loro punti vendita.

Per l’occasione, inoltre, é stata realizzata una bottiglia celebrativa, la Limited Edition 170, in pochissimi e preziosi pezzi per i veri collezionisti.

A preparare il terreno all’Anniversario le finali del concorso International Master Bartender in cui Pilsner Urquell incorona il miglior Bartender al mondo, sia per la tecnica di spillatura che per la conoscenza profonda del Brand e del prodotto. Il concorso da anni trova l’entusiasmo ed il consenso di moltissimi gestori e proprietari di locali con la grande passione per l’unicità di Pilsner Urquell, la loro birra, quella che permette loro di cogliere un’opportunità unica: un’esperienza culturale intorno al prodotto; il contatto con i mastri birrai entrando davvero nel mondo Pilsner Urquell e, infine, il confronto con Bartender di tutto il mondo ed una visibilità internazionale.

Dopo selezioni impegnative i finalisti italiani hanno vissuto una immersione totale nel mondo di Pilsner Urquell, vivendo l’esperienza del birrificio di Pilsen e, una volta rientrati, hanno avuto come unico obiettivo quello di prepararsi al meglio per la finale nazionale che si è tenuta il 10 settembre a Milano, presso Tratto Nero, il ristorante al buio nel cuore del capoluogo gestito completamente da non vedenti. Durante la serata è stato eletto il vincitore italiano: Vincenzo De Santis, del locale Rock Island di Trevignano (Roma), che sfiderà gli altri contendenti nella finale mondiale dell’International Master Bartender, un grande evento di gala a cui il “team Italia” partecipa già da sei anni. La data della finale in Repubblica Ceca sarà proprio il 4 ottobre, vigilia dell’Anniversario, e chissà che questa ricorrenza porti fortuna al campione italiano.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione. Per capire quali cookie ed in che modo vengono utilizzati, consulta la nostra pagina della Privacy. Accetta i cookie cliccando sul pulsante 'Accetta'. In qualsiasi momento dalla pagina relativa potrai rivedere e cambiare il tuo consenso.
MAGGIORI INFORMAZIONI

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi