Regali di Natale? Sì, ma regali agricoli! Un ricettario e alcuni consigli

Di • 13 Dic 2012 • Rubrica: Affari di gola, diCibi, In cucina 3 commenti
Stampa questo articolo

Qualche mese fa su La Repubblica un articolo di Jenner Meletti, dal titolo “Riso amaro”, raccontava di come quest’anno la quotazione del riso sia crollata rispetto all’anno passato: 30-35 euro al quintale pagati al produttore contro i 60-63 dello scorso anno. E la situazione non è certo migliore per il grano, i legumi, le arance, gli ortaggi.

Stando così le cose, molti agricoltori rinunceranno a coltivare: semplicemente perché sanno che andranno in perdita. E da parte del consumatore, i prezzi al dettaglio non migliorano. Di sicuro c’è qualcosa che non funziona. Ma non ci metteremo qui a indagare gli astrusi meccanismi economici. Semplicemente vorremmo fare qualcosa di concreto, “saltare” i passaggi intermedi e andare alla fonte, per farci guadagnare sia i coltivatori, sia noi stessi, con prodotti buoni e a prezzo giusto.

Per questo ci è venuto in mente di dare alcuni “consigli per i regali di Natale”. «E se a Natale facessimo regali “agricoli”?» ci siamo detti. Solo prodotti della terra, ben conservabili e impacchettabili… Riso, legumi, farine, conserve, frutta secca… E per fare la cosa più completa, unire anche un ricettario. Un ricettario dove i protagonisti sono i prodotti agricoli, e non gli chef. Con preparazioni semplici, tradizionali, affidabili. Magari non veloci, perché è il caso di recuperare il senso del tempo, e darsi un tempo per farsi del bene con delle specialità fatte con tutti i crismi.

Non si può sempre correre!

Quindi, se volete, questo Natale fate regali contadini: cercate piccoli produttori, e fate scorta dei loro prodotti. Regalate ai vostri amici prodotti della terra: saranno regali davvero graditi!

Qua trovate il collegamento per poter scaricare il ricettario. Si tratta di un documento Pdf visualizzabile liberamente, e quindi potrete salvarlo sul vostro computer e consultarlo quando volete. Oppure, se preferite averlo stampato, troverete nella penultima pagina le istruzioni per stamparlo e confezionarlo in un grazioso libretto, da custodire nello scaffale dei ricettari.

Buona lettura e buon Natale!

L’AcquaBuona

Share
Parole chiave: , , , , ,

3 commenti »

  1. Riportiamo una lettera inviata da un lettore:

    Buon giorno
    condivido al 100% le vostre considerazioni sui regali agricoli, idea assolutamente giusta che da un lato regala grandi soddisfazioni a chi se li fa o li riceve e dall’altro giustamente si propone di incoraggiare i produttori onesti e appassionati a continuare nella loro attività meritoria.

    Ottima anche la vostra idea di collegare i prodotti con un ricettario con piatti per me ECCEZIONALI (ribollita!, farinata!). Per completare il discorso a mio avviso dovreste segnalare i nomi di alcuni produttori, creando ad esempio una rubrica dovete ne citate un certo numero per volta.

    Grazie e cordiali saluti.
    Tullio Moras
    Monfalcone (GO)

  2. bel pensiero!
    scarico subito il pdf, grazie
    buon natale agricolo :-))

    Cristina

  3. […] periodo natalizio e l’esortazione a regalare prodotti agricoli mi hanno finalmente spinto a riordinare alcuni appunti presi negli ultimi mesi per riparlarvi di […]

Lascia un commento