Digita una parola o una frase e premi Invio

È la via dell’orto. A Camaiore, nelle cucine dei ristoranti e nei giardini italiani

volantino ORTI 2013La tendenza è ormai consolidata: l’orto torna nei nostri giardini. “Negli ultimi dieci anni le superfici italiane destinate alla moltiplicazione delle sementi è cresciuta dell’85%” lo dice Assosementi, l’associazione in cui converge l’industria sementiera nazionale. Confermando per il 2012 il trend positivo del comparto orticolo del Belpaese, dove a guidare la classifica troviamo Emilia Romagna, Marche, Puglia e a seguire Umbria, Molise e Piemonte. “Durante l’ultimo anno in campagna sono stati quasi 19mila gli ettari in produzione. Le colture orticole che continuano a guidare il settore sono cipolla, ravanello, pisello e cicoria, mentre tra le aromatiche svettano coriandolo e rucola”. Segno che agli hobbisti si sono uniti numeri di ben altro significato.

2011festaorti-camaiore (20)Crescono infatti privati cittadini, ma anche chef stellati e non, che si dedicano alla coltura di un campo per l’autosostentamento. Per mancanza di tempo molti incaricano una persona di fiducia iche garantisca loro ortaggi di stagione tutto l’anno. L’elenco tra i cuochi è lungo, con la comune caratteristica di scegliere biologico. Sebbene la regola del chilometro zero vada a braccetto con primizie che invece giungono da lontano, alcuni – come gli chef Riccardo Monco e Italo Bassi di Enoteca Pinchiorri a Firenze – provano a far crescere nel nostro Paese varietà straniere, come le carote viola di Kyoto, portate da uno dei viaggi in Giappone dove Annie Feolde e Giorgio Pinchiorri stanno bissando il successo toscano nel locale di Nagoya (città della Toyota). Proprio per garantirsi ortaggi freschi hanno stretto un accordo con l’azienda agricola Cà Lumaco di Montetortore, piccola frazione del comune di Zocca, nella fascia appenninica fra Modena e Bologna, che alleva maialini di mora romagnola allo stato brado, ma coltiva anche varietà vegetali (sempre biologiche) destinate al tre stelle toscano (l’unico, tra i 7 premiati dall’ultima edizione Michelin nel nostro Paese).

2011festaorti-camaiore (20)Dato l’interesse nel settore proliferano, diventando luoghi d’attrazione, anche feste e fiere. Questo fine settimana a Camaiore (Lu) si terrà “È la via dell’orto”, una due giorni (sabato e domenica, dalle 10 alle 19.30, qui trovate il programma) di mostra-mercato con protagonisti orti, sementi, erbe ed erbarie. Giunta alla quarta edizione distribuirà una quindicina di orti nei suggestivi scorci del borgo fondato nel 1300 sulla via Francigena. Tra questi anche esempi che potremmo definire artistici, come il contributo dell’architetto paesaggista Tiziano Lera, professionali (quello dell’Istituto Agrario di Lucca), amatoriali (dei numerosi orticoltori della piana camaiorese, da sempre votata all’agricoltura).

IMG_5241In programma troviamo diversi appuntamenti culturali e divulgativi con dibattiti cui parteciperanno attivisti di varia estrazione: Silvia Cama per l’associazione genovese “Terra Onlus”, Gianni Baggiani fondatore di Growtheplanet (il più grande social network dedicato all’orto), Carlo Pagani e Mimma Pallavicini autori del libro “Nell’orto con il maestro giardiniere”, Claudio Pozzo presidente di WWOOF Italia (organizzazione internazionale che mette in contatto fattorie biologiche e viaggiatori disponibili a scambiare lavoro con vitto e alloggio), Alberto Bucci per A.Di.P.A. (associazione per la diffusione di piante fra amatori) e molti altri. E poi laboratori per imparare a realizzare saponi e detergenti dai vegetali ma anche pitture per stoffa, suggerimenti su come allestire un orto sul balcone, quando e dove seminare, la biodiversità, il benessere che scaturisce dal consumo ma anche dal gesto del coltivare un campicello.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione. Per capire quali cookie ed in che modo vengono utilizzati, consulta la nostra pagina della Privacy. Accetta i cookie cliccando sul pulsante 'Accetta'. In qualsiasi momento dalla pagina relativa potrai rivedere e cambiare il tuo consenso.
MAGGIORI INFORMAZIONI

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi