Digita una parola o una frase e premi Invio

Pietrasanta Vini d’Autore, un grande successo. Ci siete proprio piaciuti…

DSCN0974-1

DSCN0983

Coloro che hanno creato questa rivista, on line dal giugno 1999 e che continua ancora nel 2013 a pubblicare ogni settimana contenuti originali, non possono che essere innanzitutto degli appassionati. E noi lo siamo, indubbiamente. Abbiamo seguito e seguiamo le evoluzioni e le fasi del vino italiano, con tutto ciò che gli ruota attorno. Ma alla fine non c’è niente da fare, per noi è irresistibile quello che sta nel bicchiere e chi c’è dietro, nella meravigliosa varietà di espressioni che offre il territorio italiano.

Insomma, al di là di tutto in questo “primo numero” di Terre d’Italia avevamo voglia di radunare, ed IFavere a portata di mano alcuni dei protagonisti della viticoltura italiana ed i loro vini, a Pietrasanta che è un bellissimo posto con una amministrazione intelligente che ha detto basta alla mancanza un evento enogastronomico di livello come quello che c’era anni fa, quando in questo stesso chiostro era di casa Gino Veronelli. E quando questi vignaioli sono cominciati ad arrivare da pressoché tutte le regioni con le loro “creazioni” ed  bagaglio di cultura del loro territorio, ci siamo veramente emozionati.

Dalla prima mattina di domenica abbiamo visto  sistemarsi sotto le volte e gli affreschi di Sant’Agostino grandi protagonisti delle Langhe del Barolo e del Barbaresco, vignaioli di Collio ed Isonzo, trentini ed altoatesini; di Franciacorta, DSCN1022Colli di Luni, Riviera del Pigato e Rossese di Dolceacqua, la Sicilia dell’Etna e del Nero d’Avola, i grandi vignaioli d’Abruzzo, quelli laziali del Cesanese del Piglio, le Marche del Verdicchio e il mosaico veneto della Valpolicella, del Soave, del Lugana, del Prosecco e dei Colli Euganei. I protagonisti dela grande terra irpina, la Puglia dei nomi storici e delle nuove stelle, il Vulture lucano e la Sardegna del Vermentino, l’Emilia del Lambrusco d’autore e la Romagna del Sangiovese ed un tocco di Toscana, fra Montalcino e Maremma, fra Chianti e Bolgheri fra Val di Cornia e Massa.

E il nostro pubblico non ci ha tradito. Il nostro pubblico è quello che prende appunti, che fa domande, che gira con il catalogo in mano, che sta tutto il giorno perché si è fatto un percorso di degustazione (come facevamo e facciamo ancora noi, peraltro) frutto di curiosità e cultura, di gusto e competenza. È il pubblico di cui andiamo orgogliosi, e che colpisce DSCN0995 2favorevolmente sempre i produttori che partecipano ai nostri eventi, che ormai ci aspettiamo sempre di avere a Terre di Toscana, e che abbiamo avuto anche qualche giorno fa a Pietrasanta Vini d’Autore. Un pubblico, al quale si sono affiancati tantissimi operatori del settore,  che possiamo quantificare in 1800 persone circa, un grande successo che va al di là di ogni ottimistica previsone e che ci riempie di gioia, praticamente il massimo che il chiostro e le sale potessero ospitare.

Terre di Toscana, Terre d’Italia. Questo ormai il doppio impegno che ci siamo dati, e che speriamo di poter assolvere sempre per il meglio. Con la fiducia dei vignaioli che ci stupiscono sempre con il frutto del  lavoro della loro terra, e di chi ci viene a trovare, la nostra fedelissima comunità. Grazie a tutti!

 

 

7 Comments

  • josè pellegrini ha detto:

    Complimenti, bellissima location , vini molto interesanti. la speranza è di essere prasto tra i vostri. Josè Pellegrini, per Arcipelago Muratori.

  • michela e paolo ha detto:

    Complimenti davvero, una bellissima iniziativa.
    Sempre meraviglioso poter incontrare i produttori, assaggiare, scambiare, bello.
    Grazie per averci permesso di esserci.

  • Sivieri Alfredo ha detto:

    Complimenti mi è proprio piaciuta!!

    Arrivederci all’anno prossimo!!

    Una foto a caso: https://www.vinix.com/myPhoto_detailPhoto.php?ID=38858&insComment=yes

    Tutte le mie foto: https://www.vinix.com/myPhoto_albumDetail.php?ID=4625

    Ringrazio in particolar modo: Alessandro Zingoni, Urano Cupisti, Cristina e Massimo del ristorante-enoteca Antico Uliveto di Pozzi di Seravezza (Lu) http://www.antico-uliveto.it/ , grande cena e grandi vini il sabato precedente alla manifestazione!

    Alfredo

  • Sivieri Alfredo ha detto:

    Ringrazio in particolar modo: Alessandro Zingoni, Urano Cupisti, Cristina e Massimo del Ristorante-Enoteca Antico Uliveto di Pozzi di Seravezza (Lu) http://www.antico-uliveto.it/ , grande cena e grandi vini il sabato precedente a Pietrasanta Vini d’Autore.

    Qui le foto nel ristorante di Massimo e Cristina: https://www.vinix.com/myPhoto_albumDetail.php?ID=4629

    Al prossimo anno!

    Alfredo

  • giuseppe ha detto:

    Ottimi vini, ma la location è proprio quanto di peggio possa esservi per una manifestazione del genere.
    Troppo stretto, non si riusciva a passare, avvicinarci ai tavoli in certi momenti era proprio difficile.

  • Leonardo ha detto:

    E’ inutile farvi i complimenti, visto il livello di professionalità che avete raggiunto. Le vostre manifestazioni sono sempre ottimamente organizzate e i produttori sempre molto ben disposti nei confronti delle curiosità e delle domande del pubblico.

    Mi permetto un’unica critica: la location, seppur bellissima, non è molto adatta a manifestazioni di questo tipo. Ho avuto modo di partecipare ad altre manifestazioni organizzate nei chiostri e il problema è un po’ sempre lo stesso, ossia quando comincia ad esserci gente i banchi sono difficilmente raggiungibili e muoversi lungo il chiostro diventa difficile specie con i bicchieri e il catalogo.

    Questo giusto per spaccare il capello in quattro. 🙂
    Alla prossima.

  • Luca Bonci ha detto:

    Grazie dei complimenti e anche delle critiche. Il successo dell’evento, in parte inaspettato alla sua prima edizione, ha creato qualche problemino organizzativo (ad esempio, per la prima volta abbiamo terminato i cataloghi!) che però crediamo di aver saputo risolvere adeguatamente.

    Quanto all’adeguatezza del chiostro per accogliere manifestazioni come la nostra possiamo concordare con Giuseppe e Leonardo, certamente esistono situazioni migliori per degustare (batsa pensare ai bei locali dove si svolge Terre di Toscana), ma ci piace anche vedere l’aspetto meno tecnico e più conviviale, quello che ha fatto di questa prima edizione di Terre d’Italia non solo una esposizione professionale, ma anche una festa, un ritrovo di amici (e quanti ne abbiamo visti!) tra buon vino e buon cibo!

    Da questo punto di vista quello che si è perso in agibilità era sicuramente ripagato dalla bellezza dell’ambiente.

    Comunque, molto probabilmente, il prossimo anno ci riproveremo, e ce la matteremo tutta per rendere l’evento più bello e anche più comodo.

    Grazie ancora per la presenza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione. Per capire quali cookie ed in che modo vengono utilizzati, consulta la nostra pagina della Privacy. Accetta i cookie cliccando sul pulsante 'Accetta'. In qualsiasi momento dalla pagina relativa potrai rivedere e cambiare il tuo consenso.
MAGGIORI INFORMAZIONI

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi