Assaggiati per voi: Mauro Sebaste (Alba)

Di • 11 Lug 2013 • Rubrica: Assaggiati per voi, diVini
Stampa questo articolo

DSCN1394Mauro Sebaste il suo territorio ce l’ha nel sangue. Sua madre, Sylla, nota produttrice di vino, era addirittura soprannominata la dama di Langa ma poi, all’inizio degli anni ’90, lui ha iniziato in prima persona un nuovo percorso non privo di ambizioni, aiutato dalla moglie Maria Teresa, dai suoceri e dalle figlie Angelica e Sylla. Nella punta della piramide territoriale ci sono, certo, i tre vigneti dedicati al Barolo (il Brunate nel comune di Barolo, il Monvigliero a Verduno e il Prapò a Serralunga d’Alba). Ma non vanno dimenticati, per l’importantissimo e forse decisivo “bere quotidiano”, quelli strategicamente dislocati anche ad Alba, la Morra, Monforte d’Alba e Vezza d’Alba che consentono uno spettro di produzione molto ampio, e comprendono anche il Roero per la produzione anche di bianchi autoctoni e di territorio.

Il totale arriva ad una ventina di ettari di vigne (tra proprietà e gestione) che danno origine ad una media di 150mila bottiglie all’anno oltre a 15mila di grappa esportate in tutto il mondo. Dietro, c’è anche il supporto tecnico dell’agronomo Domenico Franco e dell’enologo Giovanni Bailo, ed i risultati sono vini molto ben fatti ognuno ben rispondente alla propria tipologia, ognuno con un tocco personale: il frutto seducente della Barbera, la brillantezza dei profumi del Roero Arneis, la leggerezza comunicativa del Dolcetto. Su tutti, un Barolo di bella forza, stringente e progressivo come i migliori sanno essere.

Mauro Sebaste
Via Garibaldi 222bis – Fraz. Gallo
Alba (Cn)
Tel. 0173.262140
www.maurosebaste.it
maurosebaste@maurosebaste.it

I vini assaggiati

Roero Arneis Docg 2012 (13%)

I vigneti da cui si ottiene questo vino, lavorato esclusivamente in recipienti di acciaio, sono situati nei comuni di Vezza d’Alba, Corneliano e Monteu Roero. Ampio, intenso e comunicativo si apre con una “ventata” floreale, alla quale si aggiungono levigati agrumi maturi. Più leggero che denso nella beva, si espande, ha bella bevibilità ed è punteggiato da tocchi amarognoli.

Langhe Bianco Doc Centobricchi 2012 (13%)

Viognier in purezza, proviene da vigneti situati nei comuni di Serralunga d’Alba e Diano d’Alba, e da uve raccolte in leggera surmaturazione; fermenta in tonneau da 400 litri. In un naso elegante ed espressivo, si percepiscono bei toni di cedro e resina. Forza iniziale di beva e densità indiscutibili, compattezza e velluto, finisce un po’ in calando.

Dolcetto d’Alba Doc Santa Rosalia 2011 (13.5%)

Vino di grande piacevolezza fin dal colore porpora brillante e con belle trasparenze, e dall’olfatto, ampio e penetrante, giocato fra il fruttato leggero e le erbe aromatiche. L’acidità pimpante contribuisce a sostenere una beva succosa che termina con un tannino vivo e gradevole.

Barbera d’Alba Doc Santa Rosalia 2011 (14.5%)

Da uve provenienti dalla omonima località del comune di Alba, matura in parte in botte grande ed in parte in tonneaux. Ha colore porpora cupo ed intenso, e un naso ricco di frutti di bosco rossi e neri viene ribadito in una beva opulenta e densa.

Nebbiolo d’Alba Doc Parigi 2011 (14.5%)

Di colore rubino di media intensità, mostra un naso improntato alla rosa appassita ed alla marasca, in cui si avverte un apporto del rovere non ancora perfettamente amalgamato. La beva è saporita, anche se mostra qualche spigolo acido.

Barolo Docg Prapò 2009 (14.5%)

Il vigneto Prapò (anche noto come Pra di Po) si trova nel comune di Serralunga d’Alba, e il suo valore fu presto attestato dal dottor Giuseppe Cappellano che vi attinse in modo assiduo per la produzione dei suoi vini. Dopo una maturazione ed un affinamento per 36 mesi in botti da 1600 litri e tonneau da 400, questo vino presenta un colore porpora luminoso con belle trasparenze. È subito intenso, persistente e diretto, e fa percepire, su un sottofondo boschivo, seducenti note di rosa appassita. La bocca è densa e compatta, aggiunge al panorama aromatico una piacevole liquirizia; ha forza trascinante fino ad un finale dal tannino vibrante e non ispido.

 

 

 

Share
Parole chiave: , , , , , , ,

Lascia un commento