Digita una parola o una frase e premi Invio

Torna Taste of Roma, dal 26 al 29 settembre all’Auditorium Parco della Musica

tor2013tutto Taste? Mai nome fu così azzeccato per una quattro giorni all’insegna dell’alta cucina in versione assaggio. Sono state oltre 50.000 le porzioni servite durante la prima edizione di Taste of Roma. Una formula che si conferma vincente anno dopo anno: dal 26 al 29 settembre, nei giardini pensili dell’Auditorium Parco della Musica, dodici fra i migliori ristoranti della città proporranno tre piatti speciali studiati per l’occasione con ingredienti locali e stagionali a un prezzo compreso tra i 4 e i 6 euro.

Un viaggio itinerante che darà al pubblico l’opportunità di sperimentare più creazioni, permetterà di vivere la cucina gourmet in maniera spensierata, ma non approssimativa, leggera, ma non superficiale, e fornirà a ogni singolo visitatore la possibilità di divertirsi a costruire il proprio menu, giocando con i 36 piatti proposti.

Il più grande merito della scorsa edizione di Taste of Roma? Aver convinto ed emozionato il pubblico. La sfida, non facile, era quella di irrompere in una città con una fortissima tradizione culinaria, piatti storici, porzioni generose, tradizione e qualità.

L’eterna lotta tra gli apocalittici e gli integrati dell’alta cucina, per dirla alla romana “tra a chi je piace e a chi nun la vole manco sentì”, dopo il grande successo di Taste of Roma dello scorso anno pare essersi definitivamente affievolita: Taste of Roma ha convinto tutti, dagli estimatori a coloro che, pur essendone attratti, ne sono sempre stati intimoriti, e ha permesso al grande pubblico di avvicinarsi, grazie a prezzi accessibili, a una realtà culinaria nuova con apertura e curiosità.

È la ludogastronomia il nuovo orizzonte dell’alta cucina: mangiare, divertirsi e lasciare sia agli chef che agli ospiti l’opportunità di creare e personalizzare il proprio menu.

Taste of Roma “porterà in tavola” i grandi chef della città e il pubblico potrà curiosare nelle loro cucine divertendosi ad assaggiare, sperimentare e osservare come nascono famose ricette.

Dodici grandi Chef usciranno dai loro prestigiosi ristoranti e per quattro giorni lavoreranno “gomito a gomito” per deliziare i palati di appassionati e curiosi, mettendo a disposizione del pubblico piatti firmati, showcooking e corsi di cucina, incontrare i loro fans, svelare loro segreti e ricette, e, perché no, divertirsi cucinando a cielo aperto!

Ma quali saranno gli chef che cucineranno a Taste of Roma 2013? Da Francesco Apreda, executive chef del Ristorante Imago dell’Hotel Hassler, a Heinz Beck del ristorante La Pergola (Rome Cavalieri); da Cristina Bowerman, anima e genio creativo di Glass Hostaria, a Roy Caceres del ristorante Metamorfosi; da Danilo Ciavattini dell’Enoteca La Torre, nella nuova prestigiosa dimora di Villa Laetitia, a Arcangelo Dandini dell’Arcangelo; e poi ancora Andrea Fusco del ristorante Giuda Ballerino, Stefano Marzetti executive chef del Ristorante Mirabelle (Splendide Royal), Giulio Terrinoni dell’Acquolina Hostaria e Angelo Troiani del Convivio Troiani.

Ci sarà anche, per la prima volta, un vero e proprio Pop Up Restaurant gestito da chef dell’associazione Jeunes Restaurateurs D’Europe in cui si alterneranno quattro chef provenienti da quattro differenti regioni italiane, per una chicca “fuori porta”: Luca Collami del Ristorante Baldin, chef genovese innamorato della sua città e della cucina di mare, e il toscano Filippo Saporito, quarantunenne senese doc del ristorante La Leggenda dei Frati, presenteranno il loro menu nelle giornate di giovedì e venerdì; mentre nel weekend sarà possibile gustare i piatti di Giuseppe Iannotti cuoco rivelazione del Kresios di Telese Terme (BN) e Daniele Usai del Ristorante Il Tino di Ostia.

Taste of Roma si arricchisce così della creatività culinaria di importanti chef di fama nazionale che affiancheranno i colleghi romani per entusiasmare il pubblico con tante proposte originali.

Oltre 100 eventi per tutti i gusti in quattro giorni fra cui scegliere! Perché se è vero che formula vincente non si cambia, è altrettanto vero che Taste of Roma punta a rinnovarsi di anno in anno.

Tra le novità: Il Lab, vero e proprio laboratorio di cucina artigianale che in collaborazione con Coquis, Ateneo Italiano della Cucina, permetterà ai più curiosi di scoprire (e carpire) i segreti dell’arte dell’impasto; e la Wine&Spirits Academy con la guida del team Trimani, la storica enoteca romana con due secoli di storia: imperdibile una sosta fra un piatto e l’altro per degustare ottimi vini e sperimentare originali abbinamenti.

Anche quest’anno a Taste of Roma si potrà, inoltre, assistere a showcooking esclusivi nell’Electrolux Chef Theatre, in collaborazione con la scuola di cucina A Tavola con lo Chef. Ma non solo! Gli aspiranti cuochi potranno cimentarsi “mani in pasta” con l’ausilio di chef trainer nei numerosi corsi organizzati nell’Electrolux Chef’s Secrets, la Scuola di Cucina di Taste of Roma.

Il Gruppo Electrolux, leader globale nel settore degli elettrodomestici e delle apparecchiature per uso professionale che da oltre 90 anni è partner dei migliori Chef d’Europa, ha infatti avviato un’importante collaborazione con i Taste Festivals europei: per i prossimi 3 anni, infatti, tutti gli chef coinvolti nei vari Restaurant Festival cucineranno utilizzando la gamma di elettrodomestici Inspiration Range.

Ma c’è di più! Per la prima volta a Taste of Roma sarà allestita la Electrolux Chef’s Table: un’esclusiva tavola dello Chef dove vivere un’esperienza gastronomica di altissimo livello dedicata a soli 12 ospiti che verranno accompagnati nella degustazione di un inedito menù realizzato da alcuni dei migliori chef stellati italiani.

Per tutti sarà comunque un parco giochi del gusto dove divertirsi e assaporare le specialità dei grandi chef e dei migliori ristoranti della città en plein air, spostandosi solo di pochi metri, in un contesto unico e di grande fascino.

Taste of Roma, oltre ai ristoranti, coinvolgerà anche altre eccellenze romane: un’importante selezione di botteghe storiche e artigianali dove i grandi artisti del gusto lavorano con passione ingredienti di alta qualità per offrire ai propri clienti prodotti unici. Per citarne alcuni: La Tradizione, realtà storica romana, salumeria e gastronomia raffinata con oltre 400 tipologie di formaggi e 150 di salumi; Otaleg, gelateria che utilizza materie prime eccellenti, con gusti particolari come gorgonzola e pomodoro; e poi ancora birrifici, pastifici e molte altre novità per una nuova edizione sempre più coinvolgente.

A settembre Roma tornerà ad essere la capitale mondiale del gusto: i Taste Festivals (www.tastefestivals.com) sono infatti l’importante network mondiale che tocca ormai ben 20 città e 4 continenti, dall’Europa all’Asia, passando per Emirati Arabi, Africa e Oceania.

Un circuito internazionale che coinvolge ogni anno oltre 200 ristoranti e circa 300.000 foodies nel mondo, appassionati di alta cucina e di eccellenze gastronomiche.

Dopo Milano, Amsterdam, Helsinki, Dublino, Londra, Oslo e Stoccolma, Taste Festival torna nella Capitale con la seconda edizione di Taste of Roma!

Per quattro giorni il pubblico si farà trasportare da assaggi di alta cucina, brindisi con i migliori vini e tanto divertimento.

“Ancora una volta la vocazione all’esperimento, all’esplorazione di nuovi territori e al superamento di confini tra i diversi generi ha generato una formula di successo sui palcoscenici del Parco della Musica. La seconda edizione di Taste of Roma rappresenterà in maniera ormai consolidata la celebrazione della migliore ristorazione cittadina. Una festa all’insegna dell’incontro tra sapori, profumi, colori ambientata nel luogo-simbolo della modernità culturale, autentico crocevia di musica, spettacolo e tendenze contemporanee” dichiarano Aurelio Regina e Carlo Fuortes, rispettivamente Presidente e Amministratore Delegato della Fondazione Musica per Roma.

“E’ motivo di orgoglio ospitare una manifestazione così completa e prestigiosa, varata all’insegna del gusto e del buon gusto, dopo anni di “avvicinamento” al tema, dopo l’incontro a Taste of London tra jazz italiano e gastronomia britannica, dopo gli appuntamenti dedicati al cibo e al vino all’interno della programmazione dell’Auditorium. Auguriamo a tutti i frequentatori del grande “Restaurant Festival” che si snoderà tra i giardini pensili dell’Auditorium Parco della Musica buon divertimento e buon appetito!”.

TUTTE LE INFORMAZIONI SU COME ACQUISTARE GLI INGRESSI, COSTI, PROGRAMMI E SERVIZI su www.tasteofroma.it
Taste of Roma è un evento Brand Events Italy Srl
info@tasteofroma.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione. Per capire quali cookie ed in che modo vengono utilizzati, consulta la nostra pagina della Privacy. Accetta i cookie cliccando sul pulsante 'Accetta'. In qualsiasi momento dalla pagina relativa potrai rivedere e cambiare il tuo consenso.
MAGGIORI INFORMAZIONI

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi