Digita una parola o una frase e premi Invio

Terre di Toscana, 2 e 3 marzo 2014: e sono sette!

volto_scritta_webEt voilà, come di consuetudine all’approssimarsi della fine dell’anno eccoci qua a presentare la settima edizione di Terre di Toscana. Che si svolgerà, come le ultime cinque, a Lido di Camaiore, negli ambienti dell’affascinante UNA Hotel Versilia il 2 e 3 marzo 2014. E mentre per tutti i dettagli del caso potete andare al sito dedicato www.terreditoscana.info, e sulle pagine Facebook e Twitter, in sintesi vi diciamo che anche quest’anno vi attenderanno ai banchi d’assaggio tantissimi produttori ed oltre 600 vini, con un ricambio che si avvicina ad un quinto dei partecipanti, perché anche i nostri più affezionati visitatori non si trovino a corto di piacevoli sorprese. Novità scelte monitorando, come sempre facciamo nell’anno che passa fra un appuntamento e l’altro, fra le realtà più intriganti che si mettono in luce per talento e capacità interpretativa del loro territorio.

Terre di Toscana si rinnova rimanendo però fedele alla propria filosofia, quella di un evento che intende fare il punto sulla vitivinicoltura di un vigneto fondamentale per l’Italia ed il mondo, consentendo di cogliere dai bicchieri, e dalle parole dei produttori presenti personalmente, quali siano le tendenze, le idee, le riflessioni che ogni anno “muovono” tanti vignaioli ad effettuare determinate scelte in campagna e in cantina.

Negli affascinanti ambienti dell’Una Hotel sul lungomare di Lido di Camaiore, in provincia di Lucca, si riuniranno il 2 e 3 marzo i più grandi vignaioli toscani, per offrire ai visitatori un panorama di oltre 600 etichette in rappresentanza di pressoché tutti i distretti vitivinicoli regionali. Si potranno sorseggiare le espressioni dei territori più noti, come Montalcino con i suoi preziosi Brunello, il Chianti Classico con i suoi rossi armoniosi e complessi, Montepulciano con il grande Nobile e San Gimignano, patria di uno dei vini bianchi più ricchi di tradizione; la Vernaccia. Oppure fare la conoscenza di zone vitivinicole di affermazione più recente ma non certo meno note, come Bolgheri e la Maremma, o, ancora, quelle emergenti come Montecucco, Val di Cornia, Cortona, Pisa, Colline lucchesi e massesi.

DSCN0520Ma Terre di Toscana non è solo vino. Anche in questa settima edizione ci sarà un evento nell’evento dedicato all’alta cucina del territorio: Golosizia, curato dal giornalista enogastronomico Claudio Mollo. Nel corso di sfiziosi cooking show si alterneranno storici chef toscani ed astri nascenti, per andare sia alla scoperta delle novità regionali nel campo della ristorazione, sia per omaggiare chi, ormai da tempo, contribuisce alla fama della cucina toscana nel mondo.

Largo spazio infine alla gastronomia, dove veri e propri artigiani del gusto, produttori di salumi, formaggi, olio, conserve e tanto altro, porteranno in assaggio e in vendita le loro bontà.

Per ora, un affettuoso arrivederci al prossimo anno, il 2 e 3 Marzo a Lido di Camaiore, non mancate!

Post Scriptum: è questo un momento assai difficile per l’economia italiana, e quindi anche per l’economia del vino, che per fortuna viene aiutata dal mercato estero. Perciò è innegabile che investire senza avere l’immediato rientro economico può essere spesso giudicata una mossa avventata. Ringraziamo pertanto con calore particolare i vignaioli che anche quest’anno ci hanno dato fiducia scegliendo il nostro evento fra i “millanta” che vengono loro proposti. Incoraggiati dai complimenti ed incoraggiamenti che riceviamo ogni anno, ce la metteremo tutta anche stavolta per rendere Terre di Toscana quello che, a detta di molti, è la riunione per eccellenza del vino toscano di qualità.

I produttori di Terre di Toscana 2014
(con [N] abbiamo indicato le novità di quest’anno rispetto alla scorsa edizione, che in alcuni casi sono novità assolute)

DSCN0510Amerighi Stefano (Cortona), Argentiera (Bolgheri), Argiano (Montalcino), Badia a Coltibuono (Chianti Classico), Banfi [N] (Montalcino), Baracchi (Cortona), Beconcini Pietro Agricola [N] (San Miniato), Bibbiano (Chianti Classico),  Boscarelli (Montepulciano), Brancaia (Chianti Classico/Maremma), Buondonno (Chianti Classico), Caiarossa (Riparbella), Capannelle (Chianti Classico), Caparsa (Chianti Classico), Casavyc (Maremma), Castell’in Villa (Chianti Classico), Castello di Ama [N] (Chianti Classico), Castello di Bolgheri (Bolgheri), Castello di Monsanto (Chianti Classico), Castello di Potentino (Montecucco), Castello di Ripa d’Orcia (Orcia), Castello di San Sano (Chianti Classico), Col di Bacche (Maremma), ColleMassari (Montecucco), Colle Santa Mustiola (Chiusi), Contucci (Montepulciano), Cosimo Maria Masini (San Miniato), Duemani (Riparbella), Fattoria Ambra (Carmignano), Fattoria Corzano e Paterno (Chianti), Fattoria di Magliano (Maremma), Fattoria Kappa ( Colline pisane), Fattoria Le Pupille (Maremma), Fattoria Montellori (Chianti), Fontodi (Chianti Classico), Fornacina (Montalcino), Fuligni (Montalcino), Giardini Ripadiversilia (Versilia), Grattamacco (Bolgheri), I Luoghi (Bolgheri), Il Borghetto (Chianti Classico), Il Colombaio di Santa Chiara (San Gimignano), Il Conventino (Montepulciano), Il Marroneto (Montalcino), Il Rio (Mugello), Isole e Olena (Chianti Classico), La Cerbaiola-Salvioni [N] (Montalcino), La Fralluca (Val di Cornia), La Gerla (Montalcino), La Massa [N] (Chianti Classico), La Piana [N] (isola di Capraia), La Porta di Vertine (Chianti Classico), La Torre Antica (Gambassi Terme), Le Chiuse (Montalcino), Le Cinciole (Chianti Classico), Le Macchiole (Bolgheri), Le Ragnaie (Montalcino), Lisini (Montalcino), Macchion dei Lupi (Val di Cornia), Mantellassi [N] (Maremma), Marchesi Mazzei [N] (Chianti Classico/Maremma), Mastrojanni (Montalcino), Montauto (Maremma), Montenidoli (San Gimignano), Montepepe (Montignoso/Candia), Monteraponi(Chianti Classico), Monteverro [N] (Capalbio), Montevertine (Chianti Classico), Panizzi (San Gimignano), Petra (Val di Cornia), Piaggia (Carmignano), Pietroso (Montalcino), Pieve de’ Pitti [N] (Colline Pisane), Pieve Santo Stefano (Colline Lucchesi), Pian dell’Orino [N] (Montalcino), Podere Salicutti [N] (Montalcino), Podere San Giuseppe-Stella di Campalto [N] (Montalcino), Podere Còncori (Garfagnana), Podere Fedespina (Lunigiana), Podere Fortuna (Mugello), Podere Il Carnasciale (Arezzo), Podere San Giacomo (Montalcino), Podere Sapaio [N] (Bolgheri),  Podere Santa Felicita (Casentino), Poggio al Sole (Chianti Classico), Poggio al Tesoro (Bolgheri), Poggio San Polo (Montalcino), Poggio di Sotto (Montalcino), Pomona  (Chianti Classico), Riecine (Chianti Classico), Rocca di Castagnoli (Chianti Classico), Roccapesta (Maremma), Rubbia al Colle [N] (Val di Cornia), Ruffino (Chianti/Chianti Classico/Montalcino), Salcheto [N] (Montepulciano), San Gervasio (Colline Pisane), San Giusto a Rentennano (Chianti Classico), Sant’Agnese (Val di Cornia), Michele Satta (Bolgheri), Sesti (Montalcino), Solaria-Patrizia Cencioni (Montalcino), Solatione (Chianti Classico), Tenimenti Angelini (Chianti Classico/Montepulciano/Montalcino), Tenuta Col d’Orcia (Montalcino), Tenuta degli Dei (Chianti Classico), Tenuta del Buonamico (Montecarlo), Tenuta dell’Ornellaia [N] (Bolgheri), Tenuta di Sesta [N] (Montalcino), Tenuta di Trinoro [N] (Sarteano), Tenuta di Valgiano (Colline Lucchesi), Tenuta Le Potazzine (Montalcino), Tenuta Lenzini (Colline Lucchesi), Tenuta Pietramora di Colle Fagiano [N] (Maremma), Tenuta San Guido (Bolgheri), Tenute Niccolai-Palagetto (San Gimignano/Montalcino), Terenzi [N] (Maremma),  Terenzuola (Colli di Luni), Terre a Mano – Fattoria di Bacchereto (Carmignano), Tiezzi (Montalcino), Tolaini (Chianti Classico), Tua Rita (Val di Cornia),  Val delle Corti [N] (Chianti Classico), Vecchie Terre di Montefìli (Chianti Classico), Villa Patrizia (Maremma/Montecucco).

2 Comments

  • Lello Burroni ha detto:

    MI RACCOMANDO,

    DURANTE I COOKING SHOW DI “GOLOSIZIA”, ……… NON CI FATE BERE L’ACQUA COME L’ANNO SCORSO !!!!!

    SALUTI E BUON LAVORO

  • Riccardo Farchioni ha detto:

    Caro Lello, teoricamente è un po’ complicato (anche diplomaticamente: non vogliamo provilegiare una cantina rispetto ad un’altra) preparare e servire vini in abbinamento. Ci penseremo comunque, Però… perché non portarsi un bel calice dalle sale, ce ne sono 600 di vini disponibili, ogni appassionato saprà trovare di certo il suo abbinamento del cuore….
    A presto allora!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione. Per capire quali cookie ed in che modo vengono utilizzati, consulta la nostra pagina della Privacy. Accetta i cookie cliccando sul pulsante 'Accetta'. In qualsiasi momento dalla pagina relativa potrai rivedere e cambiare il tuo consenso.
MAGGIORI INFORMAZIONI

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi