Digita una parola o una frase e premi Invio

Pia Donata Berlucchi e Marilena Barbera: confessione laica a Di Vigna in Vignetta

Le Donne del Vino del Piemonte ospitano le due produttrici il 28 giugno
alle 17,30 al Castello di Costigliole d’Asti. Modera Sergio Miravalle

Un’insolita triangolazione tra Lombardia, Sicilia e Piemonte per raccontare la variegata gamma di emozioni e di passioni che indissolubilmente si lega al vino: sabato 28 giugno, alle 17,30, Pia Donata Berlucchi e Marilena Barbera, due grandi ambasciatrici del vino italiano, confronteranno le loro vite, le loro visioni del mondo e le loro esperienze sollecitate dalle domande del giornalista Sergio Miravalle nell’incontro “Parola di donna”.

A fare gli onori di casa, al Castello di Costigliole d’Asti, saranno le Donne del Vino del Piemonte che chiudono con questa straordinaria confessione laica la manifestazione “Di vigna in vignetta” durante la quale hanno festeggiato i 25 anni del loro sodalizio.

Dalla Franciacorta alla Sicilia, dalle vigne di collina alle vigne di mare, dalle bollicine più conosciute d’Italia al Nero d’Avola vendemmiato in notturna: l’incontro tra queste signore del vino porterà in luce analogie e differenze tra due generazioni e due stili.

Pia Donata Berlucchi è un’imprenditrice di successo che ha dalla sua anni di esperienza, l’amore per la famiglia, la passione per il lavoro, la grinta e il polso di una “lady di ferro” insieme al savoir faire di una nobildonna d’altri tempi. Tutte caratteristiche che compongono il profilo sfaccettato ed estremamente affascinante di una delle donne di maggiore rilievo del panorama imprenditoriale italiano. Pia guida dal ’77 l’azienda vinicola Fratelli Berlucchi come amministratore delegato, curando direttamente le relazioni con i clienti italiani, con i distributori e gli agenti.

Marilena Barbera, a Menfi – comune della provincia di Agrigento lungo la costa sud occidentale della Sicilia – guida l’azienda agricola che appartiene alla sua famiglia da tre generazioni.
Dice di sé: “Produciamo i nostri vini solo con le uve selezionate e raccolte nella Tenuta Belicello. Crediamo nella magia del fare vino, e di farlo in modo che sia sostenibile e rispettoso dell’ambiente”.

Nelle sale del Castello di Costigliole prosegue fino al 29 giugno (sabato con orario 15-20 e domenica 11-20) “Di vigna in vignetta”, esposizione che racconta in 100 tavole di famosi pittori e illustratori l’intreccio inesauribile tra vino e humor. I quadri di Jacovitti, Cavandoli, Guarene, Clericetti, Grott, Pongiglione e molti altri, oggi di proprietà delle Donne del Vino del Piemonte, appartenevano alla collezione del giornalista Vincenzo Buonassisi, di cui ricorre il decennale della scomparsa. Ingresso libero.

Info: www.divignainvignetta.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione. Per capire quali cookie ed in che modo vengono utilizzati, consulta la nostra pagina della Privacy. Accetta i cookie cliccando sul pulsante 'Accetta'. In qualsiasi momento dalla pagina relativa potrai rivedere e cambiare il tuo consenso.
MAGGIORI INFORMAZIONI

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi