Digita una parola o una frase e premi Invio

Joska Biondelli: un nome nuovo in Franciacorta

joska-biondelli

Gli elementi per una storia già sentita ci sono tutti. Un ragazzo benestante che abbandona la carriera finanziaria nella city londinese per ritirarsi in Franciacorta, dove la sua famiglia risiede da tre generazioni. Qui, nelle tenute di proprietà, decide di fare vino, assoldando un paio di consulenti “di grido” e sfruttando i suoi agganci commerciali per promuovere i prodotti e venderli, soprattutto all’estero.

Fin qui non abbiamo inventato nulla. Ma è solo la chiave di lettura più superficiale di un racconto che invece parla anche di passione e trasporto autentici, di rispetto per la terra e per la vigna, dell’ambizione di chi crede che puntando tutto sulla qualità, senza compromessi, puoi distinguerti anche se sei il centesimo e più produttore di Franciacorta.

La storia è quella di Joska Biondelli, titolare dell’omonima azienda con sede a Bornato, nel cuore della prestigiosa denominazione spumantistica: 10 ettari a conduzione biologica da cui si ricavano poche decine di migliaia di brut e saten e un millesimato a tiratura limitatissima, tutti a base chardonnay.

Il progetto parte una dozzina d’anni fa, quando Joska e suo padre si trovarono a ragionare su che futuro dare alla proprietà e il giovane, grande appassionato di vino, convince il padre a cimentarsi in una produzione di qualità su larga scala. La gestione della parte agronomica era quella che creava meno preoccupazioni ai Biondelli, visto che l’agricoltura rientrava nelle attività di famiglia da molto tempo. Viceversa le conoscenze erano scarse o nulle sul fronte della produzione e trasformazione delle uve in vino, anche se era un’antica consuetudine sia il conferimento di uve che una piccola produzione ad uso interno. Apparve allora naturale  rivolgersi a persone che potessero colmare tali lacune e furono individuati l’enologo Cesare Ferrari – una vita dedicata al Franciacorta – coadiuvato da Roberto Ravelli e Diego Uberti, professionisti con decennale esperienza a livello enologico e agronomico.

biondelli brutOggi l’antica tenuta è una moderna azienda dotata delle tecnologie enologiche più avanzate, necessarie per produrre un vino moderno ed elegante. I risultati sembrano interessanti e stanno iniziando a polarizzare le attenzioni della critica. Ad esempio “The Champagne & Sparkling wine world Championships” – concorso internazionale ideato e diretto dal noto giornalista Tom Stevenson – ha recentemente premiato il Franciacorta DOCG Biondelli Brut con il prestigioso riconoscimento della medaglia “Gold”, tra ben 650 campioni provenienti da 16 nazioni.

biondelli satenSi, ma allora come sono questi vini? Ho assaggiato solo il brut e il saten. Il punto di contatto fra i due è la pulizia, la finezza e la freschezza, pienamente rispondenti agli standard di eccellenza che un nome come quello di Franciacorta impone. Fin da subito ti seducono a livello olfattivo e ti invogliano all’assaggio.

Il Brut è praticamente un millesimato, essendo fatto con uve della stessa vendemmia provenienti da due appezzamenti a diversa altitudine: da una parte si cerca ricchezza ed aromaticità, dall’altra un bonus di acidità rinfrescante. Ne scaturisce uno spumante dal sorso ampio, ricco, dal profilo decisamente fruttato. Il dosaggio è contenuto e la bevuta lineare e per nulla stucchevole. Finale di bella sapidità.

Il Saten, come vuole la tipologia, è più morbido e immediato, anche se parliamo di un prodotto serio e che non scade in scontate ruffianerie. Qui più che il frutto si avverte una freschezza erbacea e un sottofondo minerale molto accattivante. In bocca il perlage è carezzevole e di grana molto fine, lasciando una sensazione cremosa e molto godibile.

Insomma, un nome nuovo nell’universo franciacortino di cui vale la pena seguire le evoluzioni. Per adesso le buone premesse ci sono tutte e anche la politica di prezzi molto onesta (sullo scaffale tranquillamente sotto i venti euro) invoglia senz’altro alla prova.

2 Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione. Per capire quali cookie ed in che modo vengono utilizzati, consulta la nostra pagina della Privacy. Accetta i cookie cliccando sul pulsante 'Accetta'. In qualsiasi momento dalla pagina relativa potrai rivedere e cambiare il tuo consenso.
MAGGIORI INFORMAZIONI

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi