Assaggiati per voi/I vini e gli oli di Dievole (Vagliagli, Si)

Di • 25 Feb 2015 • Rubrica: Assaggiati per voi, diVini
Stampa questo articolo

DievoleDievole è una cantina dalla lunghissima storia radicata nel Chianti Classico (si parla di una vigna già all’inizio dello scorso millennio), nella parte meridionale del comune di Castelnuovo Berardenga, precisamente nel borgo di Vagliagli ad una decina di chilometri dalla città del Palio. Le dimensioni sono ragguardevoli: 400 ettari di tenuta, dei quali 62 a vigneto (divisi in 16 parcelle, altitudine 300 metri sul livello del mare) destinati a crescere di altri 17, per la grande maggioranza coltivati a sangiovese (85 per cento). A completare, altre uve autoctone come canaiolo, colorino e ciliegiolo, ed “internazionali” quali merlot e petit verdot.

Poi la sua strada di Dievole ha avuto una brusca deviazione un paio di anni fa con l’acquisizione da parte dell’argentino Alejandro Pedro Bulgheroni, proprietario di diverse cantine in Argentina, Uruguay e California, ed in Italia anche di Poggio Landi a Montalcino, con un sodalizio professionale con l’enologo Alberto Antonini.

La nuova proprietà ha scelto di preservare il radicamento col cuore storico e geografico della Toscana vitivinicola (evviva!), e dall’altra parte ha impresso la novità forse più interessante nel rinnovato forte impegno per la produzione di olio l’oliva di qualità, inaugurato nel 2013 dalla costruzione di un frantoio aziendale. Evidentemente questo viene considerato (assai a ragione) un “asset” fondamentale per una realtà che voglia essere presente in un mercato internazionale, con il bonus di stare in un luogo dal prestigio formidabile come l’Italia, la Toscana, il Chianti Classico.

Un impegno che stavolta ha un profilo più “global”, visto che sotto il coordinamento dall’oleologo Marco Scanu, oltre ad un Dop Chianti Classico di grande livello, si aggiungono un Igp Toscana ed un “100% Italiano” le cui olive sono selezionate da diverse regioni italiane (quest’anno è un “blend” di olive provenienti dalla Basilicata e dalla Puglia composto da 25 per cento di leccino, 25 per cento di ogliarola e 50% di coratina, che è stata anche prescelta per una produzione monocultivar.)

dievole-viniChianti Classico La Vendemmia 2012
Composto per l’80 per cento da sangiovese e per il resto da altre uve a bacca rossa provenienti dalle varie parcelle della tenuta, fermenta per una dozzina di giorni per poi maturare un anno in botti da 80 ettolitri e per una piccola parte in barrique. Ampio al naso, sfoggia un fruttato leggero accompagnato da note mentose e di erbe aromatiche. Beva nervosa, vibrante, di medio corpo, sostenuta lungo tutto lo svolgimento da fresca acidità,  che si conclude con un finale in buona distensione.

Chianti Classico Riserva Novecento 2010
La vinificazione segue lo schema riportato per La Vendemmia, ma la maturazione avviene in barrique di primo e secondo passaggio. Un passaggio ben assorbito in questo 2010, dall’olfatto “lieve” di amarena fresca piccoli frutti rossi, espresso senza dolcezze e con bella territorialità. Beva scorrevole e vellutata, che si dispiega ancora con buona tensione fino ad un finale ampio e di buona persistenza.

dievole-olioOlio Extravergine di Oliva “100% Italiano” Dievole 2014
Di colore paglierino, ha buona intensità di profumi che variano dal carciofo a quelli di erbe rasate. Nonostante l’annata mostra comunque buona struttura ed avvolgenza, ed è moderatamente piccante verso il finale.

Olio Extravergine di Oliva Monocultivar Coratina 2014
Il colore qui si verde più intenso e la classica “acutezza” della coratina si fa sentire attraverso note di carciofo e di oliva verde. La bocca è quasi impalpabile ed aggiunge un carattere ammandorlato. Un olio non invadente dal punto di vista della tessitura ma che sa marcare anche le cucine più saporite.

Dievole
Località Dievole – 53010 Vagliagli (Si)
www.dievole.it

Share

Lascia un commento