Terre di Toscana, una domenica bellissima che ha battuto il maltempo. E oggi si prosegue, con le vecchie annate

Di • 29 feb 2016 • Rubrica: Senza categoria
Stampa questo articolo Stampa questo articolo

filaDiciamolo subito: i numeri parlano di un incremento di presenze rispetto agli ultimi anni. Un po’ ce lo aspettavamo, visto come è iniziata questa nona edizione di Terre di Toscana. Infatti, in una giornata segnata da un implacabile maltempo che non ha mollato neanche un attimo, alle 10,30 si era già formata all’ingresso una fila che ci ha consigliato di aprire i battenti prima dell’orario d’inizio.

Dopo, è stata la “solita” Terre di Toscana: quella dei visitatori appassionati, attenti, che prendono diligentemente appunti ascoltando e interloquendo con i produttori. Quella dei tantissimi operatori da tutta Italia che hanno dovuto sfidare i problemi ai valichi appenninici per non mancare. E quella dei tanti giornalisti che pur di non perdere questa straordinaria selezione di talenti vitivinicoli rinunciano per una volta  alle asettiche sessioni di degustazione alle quali sono abituati.

salaMa oggi si ricomincia, dalle 11 alle 18. Ci saranno di nuovo schierati davanti a voi 130 produttori con oltre 600 vini in degustazione oggi anche con molte vecchie annate, scelti fra il meglio della vitivinicoltura di una regione da sempre al top qualitativo, italiano e non.

Anche oggi ci saranno i territori saranno rappresentati a grandi livelli e si potranno assaggiare i vini di denominazioni importanti come Brunello di Montalcino,  Chianti e Chianti Classico, Nobile di Montepulciano, Vernaccia di San Gimignano ed i rossi di Bolgheri, dai più celebri a quelli dei nuovi interpreti, per spingersi fino all’estremo sud andando a scoprire la Maremma del Morellino di baudainScansano e la sua costa. Il mosaico sarà completato da territori come il Montecucco, la Val di Cornia, la Val d’Orcia, Cortona, le Colline lucchesi, pisane e massesi, fino ad arrivare a quelli insoliti e sorprendenti:  Garfagnana e Casentino, Versilia e Mugello, fino all’Isola del Giglio.

Ricordiamo ancora la selezione degli artigiani di prodotti tipici e gastronomici: Apogeo, da Pietrasanta: pizza gourmet e lievito madre; la tenuta Eleonora di Toledo di Campiglia Marittima con gli olii d’oliva anche da monocultivar; Corzano e Paterno da San Casciano in Val di Pesa con i formaggi di pecora del Chianti; Naturalmente corridoioLunigiana con tanti buonissimi prodotti tipici; le Macellerie Masoni con le carni, il quinto quarto e i salami di nicchia presentate da Michelangelo Masoni; il salumificio Triglia con i salumi, gli insaccati e i formaggi del borgo di Gombitelli e il salumificio Trono da Cantagallo con i suoi salumi (anche) di selvaggina; e ci sarà Tortapistocchi, da Firenze, dei grandi cioccolatai Claudio e Claudia Pistocchi, con la mitica torta (anche in versione vegana senza lattosio) e molto altro!

Vi aspettiamo anche oggi in tantissimi. Tutte le informazioni sono sul sito dell’evento ma le riassumiamo qui.

Orario di ingresso: ore 11-18.

golosizia-pubblicoBiglietto d’ingresso €25. Dà diritto a degustare tutti i vini presenti.
Ingresso ridotto (€20) per i soci AIS, FISAR, ONAV, AIES, SLOW FOOD, TOURING e abbonati alla newsletter de L’AcquaBuona
Gli incontri di Golosizia: dalle 15 alle 18. Costo 5 euro riservato ai visitatori di Terre di Toscana.

Qui c’è l’elenco dei produttori presenti, e qui quello dei vini in degustazione; qui, infine, gli artigiani del cibo di qualità.

Nelle immagini: la fila all’ingresso prima dell’apertura; la sala; Richard Baudain (Decanter) prende appunti; il corridoio; il pubblico di Golosizia

Share
Parole chiave:

Lascia un commento

  2016 In vino veritas – L’AcquaBuona Via N.Sauro, 21 55045 Pietrasanta (LU) | Basato su WordPress e su un adattamento del tema Mimbo | Articoli (RSS) | Commenti (RSS)