Anteprima Amarone della Valpolicella 2012/2: appunti di degustazione

Di • 2 mar 2016 • Rubrica: diVini, Il vino in dettaglio
Stampa questo articolo Stampa questo articolo

anteprima-amarone-valpolicella-4VERONA – L’Amarone della Valpolicella è uno dei vini più amati in Italia e nel mondo, su questo non c’è dubbio. Nell’immaginario dell’appassionato va a far parte di una trinità alla quale appartengono anche il Barolo ed il Brunello di Montalcino. In questo momento vive un momento eccezionale, è richiestissimo all’estero perché oltre ad avere le doti “tecniche” del top wine, è anche molto comunicativo, ossia non ha quei (meravigliosi) spigoli che rendono affascinanti i grandi vini da nebbiolo e da sangiovese, ha la dolcezza naturale che gli proviene dal derivare da uve appassite, l’alcol integrato che non si avverte ma che conferisce morbidezza. E, si sa, la morbidezza per certi palati (e certi mercati) è una dote ineguagliabile.

anteprima-amarone-valpolicella-3Quindi i top restaurant di tutto il mondo frequentati dai big spender si contendono il vino di questo tutto sommato piccolo vigneto veneto (che insiste nella sua parte storica sui comuni di Fumane, Marano di Valpolicella, Negrar, San Pietro in Cariano, Sant’Ambrogio di Valpolicella) i cui agricoltori hanno quindi l’enorme responsabilità di mantenere salda la barra qualitativa resistendo alle tentazioni che facilmente provoca un prodotto che si vende da solo e che fa fare fatturati da favola.

Il particolare procedimento di elabozione rende assolutamente fondamentale il controllo della qualità e della sanità delle uve. Eventuali difetti verrebbero implacabilmente amplificati dal processo di appassimento con effetti disastrosi sia in caso di presenza di muffe, sia in quello di non adeguate maturazioni. Ecco perché la speranza diffusa, e che tutti sussurrano quando si parla di Amarone, è che i produttori “non facciano scoppiare la bolla”, ossia non rovinino questo momento magico, e anzi si attrezzino per fronteggiare in tempo reale emergenze climatiche sempre più frequenti, come i colpi di calore ricorrenti che proprio nel 2012 hanno contraddistinto il mese di agosto, e che hanno effetti sullo spessore delle bucce e quindi, poi, sull’appassimento.

anteprima-amarone-valpolicella-2Eccoci agli assaggi. Il senso delle degustazioni in anteprima è che sarebbe di scarsa utilità avere informazioni e pareri su vini già immessi sul mercato e quindi pressoché già tutti venduti. Nel caso dell’Amarone esse riguardano però molto spesso (più spesso rispetto ad altri vini importanti), campioni di botte talvolta acerbi, con gli squilibri le “slegature” dovuti soprattutto all’apporto del rovere. Anche se, va detto, se le doti ci sono, si intravedono già.

Infine, come accade in eventi “istituzionali” analoghi, per ragioni “politiche” o di strategie aziendali mancano nomi importanti e magari familiari ai lettori, a partire dai “miti” Dal Forno e Quintarelli, per arrivare alle “dodici famiglie” con le quali tuttavia pare che il Consorzio stia tessendo proficue trattative. Speriamo bene!

Gli assaggi

anteprima-amarone-valpolicella-7Amarone della Valpolicella Classico Acinatico 2012 – Stefano Accordini
Il colore è intenso e cupo, il naso elegante e levigato, leggermente terroso. In bocca si avverte dolce, morbido e vellutato e di discreta vitalità. Nel finale lungo e “piacione” note insistenti del rovere.

Amarone della Valpolicella Classico Cusianus 2012 – Albino Armani [botte]
Alquanto timido, e chiaro nei toni olfattivi. Bocca snella, succosa e vellutata con un bel finale piacevole.

Amarone della Valpolicella Albino Armani 2012 – Albino Armani [botte] 
Espressività non travolgente di un naso che se ne sta sulle sue, comunque con eleganza. Bocca composta che mostra un bell’allargamento verso il finale.

Amarone della Valpolicella Classico 2012 – Aldegheri [botte]
Vivace, pimpante, con un frutto vivo e ancora molto primario che si conferma in una bella bocca fresca che di grande bevibilità.

anteprima-amarone-valpolicella-6Amarone della Valpolicella Classico 2012 – Benedetti Soc. agricola Corte Antica [botte]
Elegante, suadente e seducente, si esprime sul registro speziato della cannella e quello fruttato del lampone. Conferma delle doti in una bocca fresca e leggera.

Amarone della Valpolicella 2012 – Bennati
Di colore cupo e fitto, al naso è dominato da sensazioni di cioccolato e frutta nera; bocca dolce con una influenza spinta del rovere.

Amarone della Valpolicella Valpantena 2012 – Bertani
Dolce e levigato in un naso di media intensità, sfoggia bella eleganza ed un andamento di beva contraddistinto da dolcezza un po’ insistente; va in calando.

Amarone della Valpolicella Classico San Giorgio 2012 – Carlo Boscaini [botte]
Sfumature cosmetiche in un naso  siglato da lievi note vegetali. Beva dai toni maturi e un tantino uniforme nell’andamento.

Amarone della Valpolicella 2012 – Bottega
Grande impatto in un olfatto ampio. La beva è succosa e scattante, il finale lungo.

anteprima-amarone-valpolicella-8Amarone della Valpolicella Classico 2012 – Buglioni [botte]
Naso zuccheroso ma di bell’impatto; beva vellutata e di buon andamento, senza impennate ma dal finale positivo.

Amarone della Valpolicella 2012 – Cà dei Frati [botte]
Bella forza in un olfatto elegante ed Ampio. Persistente in una beva leggera, dinamica, seducente e che chiude in bellezza

Amarone della Valpolicella Classico 2012 – Cà La Bionda
Naso leggero e femminile nei toni, ricco di lampone, ribes, elegante e persistente. Nella beva la dolcezza del rovere risulta alla lunga più insistente.

Amarone della Valpolicella 2012 – Cà Rugate
Naso fresco ed intriso di erbe aromatiche. È pungente e lieve al palato, dove mette in mostra buon dinamismo e facilità di beva.

anteprima-amarone-valpolicella-5Amarone della Valpolicella Rocca Sveva 2012 – Cantina di Soave [botte]
Caramella di mirtillo e toni confelturati  al naso;  buon dinamismo nella beva e finale in allargamento.

Amarone della Valpolicella Classico 2012 – Cesari
Colore fitto, naso levigato e beva vellutata, dove non mancano corpo e morbidezza, anche se non si avverte una grande dinamica. Finale piacevolmente dolce, tannino fine.

Amarone della Valpolicella Classico 2012 – Clementi
Naso inizialmente sfuocato, si ricompone poi nel bicchiere delineando un fruttato leggero; belle sensazioni in una beva dinamica, ancora giovanile e squilibrata ma all’insegna della leggerezza e della bevibilità.

Amarone della Valpolicella Classico Gli Archi 2012 – Corte Archi
Naso ancora non perfettamente a fuoco; va meglio in bocca, dove è dinamico, ha nerbo ed è saporito.

anteprima-amarone-valpolicella-9Amarone della Valpolicella Classico 2012 – Corte Lonardi
Gli influssi dolci del rovere non pregiudicano un naso comunicativo e sorridente; bocca vellutata, saporita, leggera

Amarone della Valpolicella Classico Monte Danieli 2012 – Corte Rugolin [botte]
Rovere ancora da assorbire ma al naso non manca un bel frutto rosso ribadito in una beva di piacevole tessitura, anch’essa  comunque ancora in divenire

Amarone della Valpolicella Classico 2012 – Corte San Benedetto [botte]
Colore cupo e fitto e naso elegante, levigato, intenso. Bocca progressiva, scalpitante e fresca, ancora giovane. Finale in prepotente allargamento.

Amarone della Valpolicella Classico 2012 – Bruno Domoli [botte]
Naso maturo ed elegante, in bocca morbidezza ma toni evidenti del rovere da assorbire; da aspettare e risentire.

Amarone della Valpolicella Classico 2012 – Fratelli Degani
Frutto rosso seducente, leggero sul palato dove si allarga bene. Un pochino zuccheroso, comunque piacevole.

anteprima-amarone-valpolicella-10Amarone della Valpolicella Classico La Rosta 2012 – Fratelli Degani
Ancora un buon frutto, elegante e levigato. Leggerezza, dolcezza, profilo gustativo ancora in via di definizione con il rovere in evidenza.

Amarone della Valpolicella 2012 – Falezze di Luca Anselmi [botte]
Naso caramelloso, suadente e intenso; beva dinamica e succosa, un pochino squilibrata sull’alcol nel finale, dove il rovere si fa sentire.

Amarone della Valpolicella Classico 2012 – Farina
Fruttato maturo, non intensissimo, ma ben esposto e sfumato da sensazioni di pepe verde. Beva vellutata, spessa e non pesante, anche se assume progressivamente una dolcezza insistente. Bello scatto nel finale.

Amarone della Valpolicella Classico Alteo 2012 – Farina [botte]
Naso fresco e dal frutto leggero; beva nervosa, molto ampia e che esplode nel finale. Bello.

Amarone della Valpolicella Classico Campedei 2012 – Gamba [botte]
Colore fitto, note di inchiostro e cosmetiche assieme alla prugna matura; il tutto esposto comunque con una certa leggerezza. In bocca si avverte una certa uniformità nell’impianto.

Amarone della Valpolicella Classico 2012 – La Dama [botte]
Naso ancora in divenire, poco decifrabile.  Ma in bocca è un’altra storia: progressivo, equilibrato nell’apporto del rovere, di bella freschezza e con un finale percussivo.

Amarone della Valpolicella 2012 – La Giuva
Dolcezza levigata e toni caramellati. Attacco di beva incerto, poi si mette in sesto con buona progressione anche se il rovere è ancora in evidenza.

Amarone della Valpolicella 2012 – Latium
Colore cupo e frutto rosso accompagnato da note di grafite, prugna e terra bagnata.  In bocca cioccolato e confettura di frutta nera delineano un quadro più dolce e assai morbido.

Amarone della Valpolicella Classico CampoRocco 2012 [botte] – Le Marognole
Composto, elegante e levigato. Bocca potente con tanta energia ancora compressa.  Leggero e vitale.

Amarone della Valpolicella Classico 2012 – Massimago
Buon naso, anche se un pochino trattenuto; cenni pirici all’ingresso in bocca dove la trama è leggera, quasi impalpabille, poi si distende bene. Peccato per una certa monotonia nei toni.

Amarone della Valpolicella 2012 – Monte del Frà
Naso di bella eleganza, anche se di espressività limitata. Anche in bocca non decolla,  rimanendo comunque più che piacevole.

Amarone della Valpolicella Classico 2012 – Montecariano [botte]
Confettura di frutti di bosco ben esposta al naso. Si compatta progressivamente in bocca, dove termina quasi esplosivo.

Amarone della Valpolicella Monte Danieli 2012 – Monte Zovo-Cottini [botte]
Bel fruttato di elegante dolcezza. Al palato si avverte ancora una certa aggressività tannica attribuibile all’apporto del rovere.

Amarone della Valpolicella Classico Capitel della Crosara 2012 – Giacomo Montresor [botte]
Naso ancora poco decifrabile, ma la beva è piena, ampia e pastosa; si alleggerisce verso un finale molto nervoso.

Amarone della Valpolicella 2012 – Riondo
Naso lieve che si esprime con un fruttato elegante. Conferma convincente in una beva già equilibrata, ricca di energia che spinge e fa distendere il vino verso un finale di grande bellezza.

Amarone della Valpolicella 2012 – Roccolo Grassi
Di colore cupo e fitto, mostra un olfatto all’insegna della profondità e della frutta nera. Attacco dolce, poi il rovere prende il sopravvento fino ad un finale con un tannino che morde ancora.

Amarone della Valpolicella 2012 – San Cassiano
Naso elegante, persistente ed ampio. Al palato si avvertono spessore, morbidezza, ma anche il contributo di un rovere che tende ad appiattire il profilo gustativo.

Amarone della Valpolicella Proemio 2012 – Santi [botte]
Naso di spiccata comunicatività, che si esprime sulle note della prugna e della frutta di bosco rossa e nera. Al palato su mostra snello e vitale, forse non particolarmente sfumato, ed un tantino in calando.

Amarone della Valpolicella Classico Reius 2012 – Sartori [botte]
Al naso frutto (spicca la fragola) ben esposto. Bocca scorrevole e vellutata, non ingombrante e molto piacevole. Finale all’insegna della dolcezza.

Amarone della Valpolicella Classico 2012 – Secondo Marco [botte]
Naso elegante e composto, di espressività brillante. Vino fresco e bevibile, senza grandi impennate ma assai piacevole.

Amarone della Valpolicella 2012 – Tenuta Falezza 
Sensazioni di confettura di frgola si impongono nel quadro olfattivo. Beva un pochino in calando e gradualmente sovrastata dall’apporto del rovere.

Amarone della Valpolicella Classico 2012 – Tenute Salvaterra [botte]
Elegante e di bella profondità, mostra al palato una trama impalpabile e vellutata, ma anche un tantino uniforme; buon risveglio nel finale.

Amarone della Valpolicella “Selezione di Famiglia” Tinazzi 2012 – Tinazzi
L’impatto olfattivo non è travolgente ma si avvertono eleganza e buona profondità. Leggero nella beva, scorrevole, vellutato, anche se forse un po’ monocorde.

Amarone della Valpolicella Classico Morar 2012 – Valentina Cubi [botte]
Di colore spiccatamente chiaro, è elegante e segnato da un contributo di erbe aromatiche fresche. Beva snella e scattante.

Amarone della Valpolicella Classico 2012 – Vigneti di Ettore
Naso profondo e ancora da decifrare; in bocca è più esplicito, concentrato, potente, con tanta bella materia esposta con compostezza.

Amarone della Valpolicella Riserva 1888 2012 – Villa Canestrari [botte]
Colore cupo e fitto, naso segnato da note di confettura di frutta rossa. Un Amarone “vecchio stile”, da meditazione, dolce ma non aggressivo.

Amarone della Valpolicella Classico 2012 – Viviani [botte]
Colore cupo e fitto; elegante, persistente, profondo; buona progressione, potenza, di uno stile internazionale molto ben eseguito.

Amarone della Valpolicella Zovo 2012 – Pietro Zanoni 
Naso terroso e pieno di un frutto nero profondo. Beva contraddistinta da un bel dinamismo e da dolcezza ben gestita.

Amarone della Valpolicella Classico 2012 – Zymè [botte]
Naso di stile classico, di composta dolcezza. In bocca un autentico vino da meditazione, bello, opulento.

Share
Parole chiave: ,

Lascia un commento

  2016 In vino veritas – L’AcquaBuona Via N.Sauro, 21 55045 Pietrasanta (LU) | Basato su WordPress e su un adattamento del tema Mimbo | Articoli (RSS) | Commenti (RSS)