Vini d’Autore-Terre d’Italia, anche quest’anno è andata benissimo. Grazie a tutti!

Di • 24 Mag 2017 • Rubrica: Attualità e idee
Stampa questo articolo

img_0689Oltre mille presenze, ripartite in parti più o meno eguali fra i due giorni; la degustazione tematica sui “vitigni resistenti”, unica nel suo genere e quindi andata comprensibilmente in overbooking, che ha entusiasmato i partecipanti; la presenza massiccia degli operatori e dei professionisti del settore, ma soprattutto di un pubblico educato, curioso ed interessato, che ha colpito una volta di più i produttori arrivati in Versilia da ogni parte d’Italia.

Ecco, così, a caldo, ci viene da riassumente l’essenza di questa quinta bellissima edizione di Vini d’Autore-Terre d’Italia. E se il sole splendente della domenica è stato un inevitabile concorrente, lunedì è stata la volta di chi è rimasto dalla mattina alla sera, con un sostanzioso piano di degustazione da portare a termine con accurata dedizione, riflettendo sui motivi del proprio piacere. E poi c’erano gli operatori del settore, curiosi di scoprire realtà nuove per arricchire la propria offerta, perché chi è veramente intelligente sa che, se non rinnova le proprie proposte, spesso rischia di annoiare e perdere clientela.

img_0674Infine, grazie davvero ai produttori, che spesso hanno affrontato lunghi viaggi e che abbiamo visto alla fine soddisfatti e prodighi di complimenti: questo ci ripaga di tutti gli sforzi organizzativi e di tutte le ansie. E grazie al nostro fedele ed affezionato pubblico.

Ora abbiamo qualche mese di tempo per pensare alla undicesima edizione di Terre di Toscana, qualcosa in più per la sesta edizione di Terre d’Italia. Nel frattempo continueremo ad assaggiare, a testare, ad incuriosirci.

Continuate a seguirci su AcquaBuona.it, vi terremo informati!

Video

Galleria fotografica

 

Share

Lascia un commento