Vini d’Autore-Terre d’Italia è alle porte: ecco un breve vademecum per voi!

Di • 12 Mag 2017 • Rubrica: Senza categoria
Stampa questo articolo

img_1542Tanti territori, tanti vitigni, tante culture. E una molteplicità di accenti, da quello con riconoscibile cadenza tedesca, tipico dell’Alto Adige, a quelli sentitamente mediterranei di Sicilia e Sardegna. Sono i cento accenti diversi con i quali spiegare il proprio lavoro ed il proprio modo di intendere la viticoltura.

Questa bellissima varietà, tutta italiana, si tradurrà in 80 produttori e in oltre 400 vini in degustazione, e la incontrerete domenica 21 e lunedi 22 maggio negli eleganti ambienti dell’Una Hotel, sul lungomare di Lido di Camaiore, in Versilia (Toscana). La potrete ammirare e conoscere scegliendo fra i tanti possibili, ed egualmente interessanti, itinerari. E allora, entriamo un po’ di più nel dettaglio dei possibili percorsi “vinosi” che potrete compiere.

Partiamo dalle bollicine, immancabili, vista anche la bella stagione alle porte. Qui è inevitabile iniziare dalla “corazzata Franciacorta“, con una scelta davvero ampia, che spazia dai grandi nomi ai produttori emergenti. Ma non mancheranno i Trentodoc, i “metodo ancestrale” dell’Alto Adige e gli altri Metodo Classico dal vicino Veneto, regione che schiererà anche i suoi piacevolissimi Prosecco di Valdobbiadene. Senz’altro da segnalare gli interessanti spumanti prodotti proprio in Versilia, le bollicine “colorate” dei Lambrusco e quelle dolci dei Moscato d’Asti, presentate da diversi produttori di Langa quando non esclusiva proposta dai territori storici. Ma dovete tener conto che la gamma non si esaurisce qui, perché la strada delle bollicine è una strada percorsa ormai trasversalmente da Nord a Sud, in grado di riservare autentiche chicche, anche da vitigni autoctoni. Per cui, accanto all’eccellente proposta dall’Oltrepo Pavese, la Lombardia schiererà bollicine dalla zona del Lugana, il Piemonte etichette sia dal Roero che da Neive, le Marche farà vedere di cosa son capaci le uve verdicchio, giù giù fino ad arrivare in Sicilia.

img_1570Sui vini bianchi non potrete che sbizzarrirvi fra le blasonate etichette provenienti dalle regioni “alpine”, Trentino-Alto Adige e Friuli, ma assediate anche i banchi della Campania, e poi della Sicilia dell’Etna (e non) e dei territori più vocati della Liguria (Cinque Terre, Colli di Luni), della Toscana (San Gimignano), delle Marche (Jesi e Piceno) e dell’Abruzzo. Assaporate le varie interpretazioni con a protagonisti i vitigni “alloctoni” (traminer, chardonnay, sauvignon, pinot bianco e grigio), mai scontate se d’autore come quelle che troverete qui, ma apprezzate anche le espressioni ricavate dalla bella varietà di uve “nostrane”: friulano, verduzzo, moscato bianco, vernaccia di San Gimignano, favorita, pecorino, passerina, trebbiano (d’Abruzzo), trebbiano (di Lugana), arneis, verdicchio, vermentino (versioni ligure, toscana e sarda), greco, fiano, coda di volpe, carricante, grillo, catarratto.

img_1561Per quanto riguarda i rossi peserà molto la presenza delle due regioni “rossiste” per eccellenza: il Piemonte delle Langhe e del Roero, ma anche del Monferrato astigiano, dell’alessandrino e del Nord Piemonte (Gattinara); e la Toscana dei territori stracelebrati (Chianti Classico, Montalcino, Montepulciano,…) e di quelli di più recente affermazione (Maremma, Val di Cornia, isole dell’arcipelago). Ma potrete anche tuffarvi nei rossi robusti ed eleganti dell’Alto Adige e del Trentino (Pinot Nero, Teroldego…), e in quelli del sud a base di montepulciano d’Abruzzo, aglianico (anche del Vulture!), negroamaro, nero d’Avola, nerello mascalese o cannonau.

E poi, per concludere comme il faut, non vorrete mica perdervi un dolce e seducente sorso di Traminer Aromatico passito, di Moscadello di Montalcino, di Vinsanto del Chianti Classico, di Sciacchetrà? Suvvia….

Vini d’Autore-Terre d’Italia

Orari:
21 maggio, ore 11.30-19.00
22 maggio ore 11.30-18.30

img_1509Prezzi
Ingresso €25. L’ingresso dà diritto a degustare tutti i vini presenti.
Ingresso ridotto (€20) per i soci AIS, FISAR, ONAV, AIES, SLOW FOOD, TOURING, ASPI e abbonati al notiziario de L’AcquaBuona

Per informazioni:
info@acquabuona.it

I vignaioli
http://www.vinidautore.info/espositori/vignaioli/
I vini in degustazione
http://www.vinidautore.info/espositori/elenco-dei-vini-in-degustazione/
La degustazione sui vitigni resistenti, gratuita su prenotazione per i visitatori di Vini d’Autore-Terre d’Italia:
http://www.vinidautore.info/visitatori/degustazione-vitigni-resistenti/

Per programma, orari, protagonisti, novità andate sul sito: www.vinidautore.info

Immagini dalla edizione 2016

Share

Lascia un commento