Lucca Biodinamica – Elementi di vita, l’arte nel pane e nel vino

Di • 12 Lug 2017 • Rubrica: diVini, Il vino in dettaglio
Stampa questo articolo

20170621_201328Gragnano (LU) – “Lucca Biodinamica Summer Fest: bene, bravi, bis!” è così che potrei riassumere, o meglio sintetizzare, l’evento che si è svolto presso la Tenuta Lenzini lo scorso 21 giugno.

Non ero ancora venuto a trovare Michele (Guarino) e Benedetta (Tronci Lenzini) nella loro azienda e me ne pento. Il colpo d’occhio è bellissimo, un mare di vigne verdi smeraldo raccolte in una conca naturale baciata dalla luce dorata del sole al tramonto; sulla sommità qualche cipresso, dei boschetti e una chiesetta: in poche parole una cartolina della nostra Toscana più bella. Sono le 18 e fervono gli ultimi preparativi, di lì a poco Saverio Petrilli, enologo di Tenuta di Valgiano e presidente di Lucca Biodinamica parlerà dell’evento e della neo associazione. E’ passato quasi un anno dalla nascita di Lucca Biodinamica e il solstizio d’estate, la festa di San Giovanni, del sole e del fuoco, è sembrato l’occasione migliore per festeggiarla.
20170621_191543Presenti tutte le 14 aziende della Rete (come amano definirsi) biodinamica della lucchesia, produttrici di frutta, verdura, cereali e vino spaziando dalla Garfagnana alla Versilia. A turno parlano i soci cercando di spiegare il perché della loro scelta e i risultati che stanno ottenendo, soddisfazioni non solo dal lato agricolo ma anche personale. Da Gabriele Da Prato di Podere Còncori (vicepresidente) a Beppe Ferrua di Fabbrica di San Martino, da Cipriano Barsanti di Macea a Federico Martinelli di Nicobio e via tutti gli altri, è un tripudio della biodinamica, un tributo a Rudolf Steiner e ai suoi successori fino all’ultimo guru Alex Podolinsky.

L’emozione è tanta, si vede nella luce degli occhi e si percepisce nella voce concitata. Traspare chiaramente il rapporto nato tra i soci, una vera Rete di amici sempre pronti ad aiutarsi con mezzi e consigli, alla faccia della competitività più agguerrita dettata dalle leggi di mercato odierne. Infine, dopo tante belle parole e tanta energia positiva, ci vogliono i fatti (leggi prodotti) che rispecchino tutte le virtù vantate. Un rapido giro tra i banchi conferma ampiamente quanto detto prima: vini varietali, armonici, generalmente sapidi, di pregevole eleganza e, cosa non scontata nel mondo biodinamico, puliti; frutta e ortaggi succosi e profumati; pane fragrante: una bontà per la vista e il palato.

20170621_182309Partecipare è facile, a fronte di un piccolo contributo di 15 euro, bicchiere in omaggio compreso, si può accedere alle postazioni dei soci e dei 17 ristoratori amici/clienti intervenuti con varie delizie. Chef stellati accanto a trattorie, macellai gourmet a fianco di contadini, regolarmente intervallati dai vignaioli in una sorta di percorso gastronomico di livello altissimo, non esagero perché la perfezione a volte è anche in un “semplice” crostino o in una “banale” porchetta se sapientemente preparati con i giusti ingredienti.

Cala il sole e parte la musica jazz dal vivo: come sarebbe bello stare tutta la notte a mirar le stelle sdraiato in mezzo ai filari in compagnia di un buon calice! Mi congedo ad un orario consono alla sveglia mattutina ribadendo i miei più sinceri complimenti per un’organizzazione pressoché impeccabile: bene, bravi, bis!

Segue la lista e la galleria con i protagonisti dell’evento.

Lucca Biodinamica: Azienda Agricola Macea, frazione Macea, www.macea.it; Azienda Agricola Nico Bio, frazione Orbicciano, www.nicobio.it; Tenuta Mareli, frazione Montemagno, www.tenutamareli.it; Fattoria Colleverde, frazione Matraia, www.colleverde.it; Tenuta di Valgiano, frazione Valgiano, www.valgiano.it; Tenuta Lenzini, frazione Gragnano, www.tenutalenzini.it; Maestà della Formica, località La Foce, www.maestadellaformica.it; Podere Còncori, località Concori, www.podereconcori.com; Al Podere di Rosa, località Sant’Alessio, www.alpoderedirosa.it; Cooperativa Agricola Sociale Calafata, www.calafata.it; Fabbrica di San Martino, località Pieve Santo Stefano, www.fabbricadisanmartino.it; Fattoria Sardi, via della Maulina, www.fattoriasardi.com; Azienda Agricola Valle del Sole, località Cappella, www.valledelsole.eu.
Ristoratori: Il pesce briaco; Antica locanda dell’angelo; Antica locanda di sesto; Vecchio mulino; Locanda di mezzo; Il Punto; Macelleria Masoni; Mecenate; Tambellini; Imbuto; Il giglio; Serendepico; Dami pa’; Osteria di Lammari; Osteria del manzo; I diavoletti; Pasticceria L’angolo dolce.

altre immagini, dell’autore

Share
Parole chiave: , , , , , , , , ,

Lascia un commento