Chianti Classico Collection 2018: le Riserve e le Gran Selezioni 2015

Di • 14 Mar 2018 • Rubrica: diVini, Il vino in dettaglio
Stampa questo articolo

img_5131Riserva. Quale parola esprime in modo più efficace di questa il concetto di livello superiore, di scelta ponderata del meglio della propria produzione, di un vino che può invecchiare migliorando? E che nell’appassionato incute rispetto, forse anche soggezione, ma anche la soddisfazione di poter godere di sensazioni ed emozioni superiori di quelle provate nella quotidianità delle bottiglie d'”annata” celebrando qualche ricorrenza o festeggiando eventi speciali? Poche, forse. Tanto è vero che è stata prelevata ed applicata in altri ambiti: nei formaggi, nelle carni…

Poi è successa una cosa. Che i produttori del Chianti Classico hanno deciso di introdurre un altro il vino premium ottenuto dalle migliori vigne, affinato per un tempo ragguardevole e che sappia comunicare in Italia e all’estero cosa il territorio del Gallo Nero è in grado di esprimere. L’hanno  chiamata Gran Selezione. Chissà, forse ha disorientato il consumatore, che ora non sa bene cosa comprare per avere il meglio. Alcuni produttori avrebbero preferito indicare il territorio con più precisione (ossia mettere in etichetta Gaiole, Greve, Castellina, Radda…), ma alla fine è prevalsa questa scelta.

Ed eccole qua allora, una dopo l’altra, due serie di note di degustazione di Riserve e Gran Selezioni, ancora dalla generosa (di frutto e calore) annata 2015.

img_5140Riserve 2015

Villa Antinori – Antinori nel Chianti Classico
Colore porpora fitto e naso “solido”, maturo, persistente. Coerente nel carattere al palato, dove è polposo, di buone ampiezza e freschezza, con toni acuti e quasi asprigni. Finale deciso.

Caparsino – Caparsa
Bella finezza al naso e beva brillante e fragrante, che colpisce per la grande ampiezza nel finale.

Doccio a Matteo – Caparsa

Frutto fresco ben espresso in un naso suadente e di buona intensità. Ingresso al palato di media espressività, e poi bella beva cremosa, scorrevole che si conclude in un finale all’insegna del calore e della densità.

Casale dello Sparviero
Delicatezza nell’espressione del frutto rosso in un naso di espressività trattenuta. Si apre progressivamente nel bicchiere e mette in evidenza spessore e piacevole maturità nel finale.

Ser Lapo – Castello di Fonterutoli (campione di botte)
Seppur di media espressività olfattiva, si percepiscono chiaramente eleganza e profondità. La beva si segnala più per leggerezza e succosità che per impatto aromatico. Finale lungo.

Buondonno
Ampio e coinvolgente in un olfatto di bella persistenza; entra deciso e potente in bocca, ricco e maturo nei toni, e termina percussivo.

Vigna Casi – Castello di Meleto
Naso ampio, intenso e persistente, con rimandi cosmetici. Beva progressiva anche se stenta a trovare una definizione aromatica.

Castello di Volpaia
Profondità al naso e trama larga in una beva che si distende lentamente ma con sicurezza. È succoso, ampio e di discreto impatto aromatico.

Cinciano
Un bel frutto rosso caratterizza un olfatto comunicativo e piacevole. Beva saporita e non priva di dolcezza, che viene rilanciata nel finale con spiccato dinamismo.

Riserva di Famiglia – Famiglia Cecchi (campione di botte)
Ampiezza e intensità ragguardevoli al naso e bella tessitura, larghezza, giusta maturità al palato, che chiude con un finale all’insegna della freschezza.

Villa Cerna – Famiglia Cecchi
Carnoso, maturo ed intenso al naso, in bocca si mostra leggero, ampio, e succoso nel finale.

Le Fonti – Fattoria Le Fonti (campione di botte)
Espressività olfattiva piena ed arricchita da note di erbe aromatiche. Al palato toni maturi e dolcezza del rovere ancora da integrare.

Le Baròncole – Fattoria San Giusto a Rentennano (campione di botte)
Bella frutta rossa elegante, brillante e persistente. In bocca è compatto, polposo e anche fine, ampio e dalla chiusura impreziosita da un tannino deliziosamente increspato.

Rancia – Fèlsina
Bel naso ricco di un frutto polposo, intenso e persistente. Cremoso al palato, chiude con un tannino fine e dolce.

Il Molino di Grace
Ad un Naso caratterizzato da toni Caramella di frutta rossa, segue una beva piacevolemte fresca e più acuta nell’espressine aromatica. Inale ampio e piacevole.

img_5146

Novecento – Dievole
Maturità di frutto espressa  al naso e confermata in un beva calda e saporita, che riesce ad incresparsi piacevolmente nel finale.

Le Masse di Greve – Lanciola (campione di botte)
Aspetto visivo con qualche opacità, e naso delicato e palato fresco, leggero e piacevole più che aromaticamente impattante.

Le Miccine
Bel colore porpora in un vino impeccabile, preciso, ed elegante nella beva. Nessuna concessione al carattere “semplicistico” dell’annata, finale bello e pieno di energia.

Monte Bernardi
Carnosità unita a finezza in un naso ampio, e palato all’insegna della leggerezza, delicatezza, bevibilità. Finale saporito e lungo.

Il Campitello – Monteraponi (campione di botte)
Naso fine ed intenso; in bocca bella compattezza e discreta potenza. Gran bel finale succoso.

Podere Capaccia (campione di botte)
Il mirtillo e la prugna segnano un olfatto di bella ampiezza. In bocca è polposo, e chiude con qualche spigolosità tannica.

Bugialla – Poggerino
Intenso e profondo al naso, in bocca è potente e materico, ci sono polpa e sostanza, ma anche qualche spigolo ancora da smussare.

Bandini Villa Pomona – Pomona
Un naso ampio e seducente trova conferma in una beva accattivante, carnosa, saporita, sostenuta da una trama finissima. Nel finale emergono belle vibrazioni.

Cortevecchia – Principe Corsini Villa Le Corti
Naso fragrante e fresco, ricco di sfumature che ricordano la fragola e il lampone. Beva vellutata che si rinfresca nel finale.

Riecine
Naso caramellato e improntato alla frutta rossa; beva vellutata, cremosa, dalla dolcezza  forse un tantino insistente.

Famiglia Zingarelli – Rocca delle Macìe
Colore rubino cupo e olfatto spostato sui registri della frutta nera e della prugna. Bocca compatta, dai toni maturi, dove si avverte chiaro l’apporto aromatico del rovere.

Villa Le Corti
Frutta rossa delicata ed accattivante. Buon andamento in un palato che forse non ha tutta la consueta eleganza, ma una buona acidità sostiene bene la beva.

Vecchie Terre di Montefili (campione di botte)
Naso bello, esuberante, comunicativo che gioca fra note di lampone e sfumature di incenso e menta. Al palato è fresco e nervoso, e il finale, di medio impatto, è comunque leggero e succoso.

Villa Calcinaia
Bel colore porpora e naso ampio, non esplosivo ma di impeccabile eleganza. Coerente in bocca, dove sfoggia una bella progressione terminando in un finale saporito e fragrante.

img_5151Gran Selezioni 2015

Vigna del Capannino – Bibbiano
Bel colore rubino pieno, e naso persistente con un ricco corredo di frutta rossa suadente, matura; al palato entra pieno, vellutato, anche potente, e la beva è scorrevole e calda, mostrando l’impronta dell’annata.

Vigne di Montornello – Bibbiano
Bel colore rubino; olfatto elegante, fresco e ampio; bocca comunicativa che arriva ad un finale spettacolare, molto buono.

Il Solatio – Castello di Albola
Colore porpora di media intensità. È fresco al naso sui toni della frutta di bosco caramellata. Carattere confermato in una beva leggera e in un bel finale.

San Lorenzo – Castello di Albola
Colore porpora fitto tendente al viola. Naso profondo e bocca compatta, spessa, di buona eleganza e succosità. Finale di medio impatto.

Castello di Fonterutoli – Castello di Fonterutoli
Frutti piccoli di bosco (ribes in primis) espressi con eleganza in un naso penetrante. In bocca è compatto, saporito, e anche fragrante.

Il Picchio – Castello di Querceto
Olfatto intenso e persistente centrato sul registro della frutta nera. Potente, concentrato, con tendenze alla muscolarità. Tannino fine e rovere che si fa sentire nel finale.

Coltassala – Castello di Volpaia
Color porpora tendente al violaceo, sfoggia un olfatto fragrante, profondo e persistente. Al palato si percepiscono trama vellutata, concentrazione e apporto del rovere.

Vigna di Sassina – Dievole
Un naso elegante esprime limpide note di frutti di bosco. Saporito, ben sostenuto da piacevole freschezza ed un finale che asciuga un po’.

Valore di Famiglia – Famiglia Cecchi
Vino che deve assestarsi un pochino nel bicchiere per mostrare poi un buon corredo fruttato al naso, ma soprattutto una beva che si allarga bene, saporita e potente, arrivando fragrante al finale.

I Fabbri
Un frutto di bosco elegante e profondo viene confermato al palato e sostenuto da bella freschezza. Addolcimento nel finale.

Riserva di Fizzano – Rocca delle Macìe
Toni dolci, di frutta candita al naso vengono confermati da un carattere congetturato in una beva vellutata, scorrevole e saporita. Nel finale emerge l’apporto del rovere.

Cellole – San Fabiano Calcinaia
Frutta rossa e nera matura ben espresse al naso. Beva lieve al palato e potente al tempo stesso, che termina con un bello slancio finale.

Vigna Contessa Luisa – Villa Calcinaia
Naso leggero ed elegante, accattivante ed ampio. Bocca piacevole e comunicativa, che si allarga bene nel finale.

Vigna La Fornace – Villa Calcinaia
Un olfatto carnoso e al tempo stesso elegante, e beva che mostra chiari tratti ancora giovanili. Asperità tanniche ancora da smussare nel finale.

Share
Parole chiave: ,

Lascia un commento