***NEWS***/14-17 giugno a Pesaro: Festival della Cucina italiana

Di • 13 Giu 2018 • Rubrica: In evidenza
Stampa questo articolo

Al via la quattro giorni del cibo dedicata alla tradizione da conservare e all’artigianalità da esaltare. Appuntamento a Pesaro (Largo Aldo Moro) con la 18esima edizione del Festival della Cucina Italiana, per l’occasione ribattezzato Rossini Food Festival. Di scena dalle ore 18, a partire da giovedì 14 giugno (sino a domenica 17 giugno), uno speciale omaggio al grande compositore nel 150esimo della scomparsa, visto sotto la speciale lente del cibo e del vino. Un incontro, Rossini-cibo, che non nasce a caso, per le tante testimonianze che hanno dipinto il musicista quale raffinato ed esigente gourmet, con una speciale predilezione per l’enogastronomia di qualità da tutte le parti d’Italia e dall’estero. L’ingresso è libero.

Tante le proposte del cibo per tutte le tasche, in un viaggio del gusto lungo diverse regioni d’Italia, unite dallo speciale fil rouge dei sapori rossiniani. Al Festival sarà possibile degustare il pregiato salmone Upstream di Claudio Cerati; le lasagne per Rossini con cinque formaggi realizzate dalle Mariette artusiane; arancini e cannoli siciliani in versione rossiniana; le polpette fritte e al sugo realizzate da un macellaio doc (parenti delle olive ascolane che piacevano al compositore); porchetta con mandorle, prodotta con maiali allevati allo stato brado nel parco della Majella; arrosticini di castrato di agnellone tagliati a mano, legati alla tradizione pastorale dell’Abruzzo, con la novità degli arrosticini di pancetta di agnello; le emozioni di formaggio delle Direzioni del Gusto, il panettoncino Rossini della pasticceria Cova di Milano; il gran fritto di pesce.

Rossini era anche un esigente cultore in fatto di vino. E infatti, sempre nel Largo Aldo Moro, saranno presenti ben tre le aree dedicate al vino, per un excursus enologico in tutta Italia. Un’area sarà dedicata ai vini fermi e alle bollicine metodo charmat, un’altra alle bollicine con Metodo classico, un’altra ancora al mixology con le stravaganti invenzioni di Charles Flamminio.

Nel corso del Festival cinque locali “adotteranno” un piatto dedicato al grande Maestro: ’59 Restaurant, Lo Scudiero, Polo Pasta & Pizza, Nostrano, Settima Fila. Alcuni di loro saliranno anche sul palco in Largo Aldo Moro, proponendo un evento sul palcoscenico del Festival. Si parte giovedì 14 alle 19.30 con lo speciale showcooking dello chef Gianni Castellana del ’59 Restaurant che propone l’insalata angelica Rossiniana, alle 20 sarà la volta dello chef Matteo Ambrosini de Lo Scudiero con i suoi Tournedos alla Rossini.

Venerdì 15 sempre sul palco alle 19 Corso gratuito sulla disostruzione da cibo, alle 20 show cooking dello chef Michele Poletti del Ristorante Polo Pasta & Pizza che svela i segreti di “Barbajata”, alle 21 musica dal vivo del gruppo Costa Rica che esegue il “Recital Rossini”.

Il Festival è coordinato da La Madia Travelfood, oggi inserita nel contesto di Cose Belle d’Italia.
(www.cosebelleditalia.com).
Info: www.festivaldellacucinaitaliana.it

Share

Lascia un commento