Digita una parola o una frase e premi Invio

La dimensione umana delle cose

Una giornata meteorologicamente crepuscolare ha trovato la sua luce al Palagio di Panzano.
Non tanto e non solo per la struggente forza evocativa dei luoghi, non tanto e non solo per l’espressività autentica e sorprendente dei vini (che di nome fan Chianti Classico ed accolgono esclusivamente il sangiovese della conca d’oro), quanto per la capacità di investire i gesti e i modi con un alone di umiltà, naturalezza e candore.
Qui è dove tutto riacquista il giusto peso, ed un Chianti così è quello che non scordi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione. Per capire quali cookie ed in che modo vengono utilizzati, consulta la nostra pagina della Privacy. Accetta i cookie cliccando sul pulsante 'Accetta'. In qualsiasi momento dalla pagina relativa potrai rivedere e cambiare il tuo consenso.
MAGGIORI INFORMAZIONI

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi