Digita una parola o una frase e premi Invio

Il “Teatro povero” di Monticchiello (e il suo goloso dopoteatro)

Che cosa è il teatro? La rappresentazione su di un palcoscenico di un testo scritto, verrebbe da dire. Ma forse, ripensandoci, è più l’esigenza di vedere rappresentata “dall’esterno” la condizione umana con le sue situazioni, i drammi, le gioie, con la speranza di capirle meglio ponendosi al di fuori di esse che vivendoci immersi dentro.

Lo si capisce bene guardando a quel fenomeno straordinario che è il Teatro povero di Monticchiello, incantevole borgo della Val d’Orcia con affacci spettacolari. Negli anni sessanta la fine della mezzadria fu come un terremoto, i poderi si svuotarono e il paese subì un rapido spopolamento in direzione delle città.

Chi rimase si trovò spaesato e disorientato. La reazione fu la creazione di una associazione con un piccolo contributo annualeche facesse da cardine alla comunità. Fu acceso un mutuo e acquistato, simbolicamente, il vecchio magazzino in cui i contadini portavano i raccolti ai proprietari terrieri e che oggi ospita uno shop di libri e di prodotti tipici. Ma soprattutto è un luogo di incontro in cui vengono portati giornali e medicine, visto che a Monticchiello non c’è un’edicola né una farmacia.

L’associazione dette vita ad un teatro recitato dalla gente dando forma ai loro problemi per trovare la forza di risolverli. “Autoteatro”, lo definì Strehler quando stupefatto ne venne a conoscenza. Si svolge all’aperto nella seconda metà di luglio e la prima di agosto, stasera l’ultima rappresentazione di quest’anno dal titolo “Stato transitorio”, in cui una crisi di motivazione coglie gli abitanti del paese che discutono, litigano, vengono provocati da una giornalista radical chic che è li in vacanza ma vuole scrivere qualcosa. E alla fine, ripensando ai propri drammi passati, si ricompattano e vanno avanti.

E, sempre per finanziare l’associazione, ecco a pochi passi la Taverna del Bronzone, luogo ideale per un dopoteatro, un’osteria aperta fino a tardi in cui trionfano pici, trippa, fegatelli, cantucci e Vinsanto…..

La Taverna del Bronzone
Piazza Commenda, 19 –  Monticchiello (SI)
Tel. 0578 755118

www.teatropovero.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione. Per capire quali cookie ed in che modo vengono utilizzati, consulta la nostra pagina della Privacy. Accetta i cookie cliccando sul pulsante 'Accetta'. In qualsiasi momento dalla pagina relativa potrai rivedere e cambiare il tuo consenso.
MAGGIORI INFORMAZIONI

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi