Digita una parola o una frase e premi Invio

Il sole di Clos Rougeard

Inizi la serata così e sai già dove ti porterà la notte. O forse no, e proprio lì sta il bello.
Di sicuro però prenderà la giusta piega, se tu sei già al crocicchio della strada per la meraviglia.

Perché dopo che avrai bevuto Clos Rougeard, i dubbi quasi si volatizzeranno; nel senso che ti illuderai di poter misurare per intero la differenza che c’è fra questi vini qua e il resto del mondo. E una mente scevra da incertezze, pensa te che bello, per una notte!

Loro – i Clos Rougeard – si muovono su un piano di superiore incanto, dove tutto è sospeso, in perfetto equilibrio fra complessità e istinto. Sono funamboli su di una corda tesa.

La delicatezza rende il tannino un soffio lieve, la freschezza acida un vento continuo che sostiene. Tutto svapòra in microdettagli, la dinamica si fa incalzante, la finezza del tratto assume le sembianze di una nuvola. Impalpabile. Ti vien da pensare a un Pinot Nero ma senti che c’è di più, c’è dell’altro.

Di sicuro c’è che hanno smesso da tempo di affidarsi alle regole delle leggi gravitazionali.
Di sicuro c’è che hai imboccato definitivamente la strada per la meraviglia, in compagnia di certi vini volanti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione. Per capire quali cookie ed in che modo vengono utilizzati, consulta la nostra pagina della Privacy. Accetta i cookie cliccando sul pulsante 'Accetta'. In qualsiasi momento dalla pagina relativa potrai rivedere e cambiare il tuo consenso.
MAGGIORI INFORMAZIONI

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi