acquabuona.com - italian wine e-zine
Periodico di cultura enogastronomica - In rete dal 1999, per amor di terra

Testata registrata presso il Tribunale di Lucca - ISSN 1592-2855

 
 
Stella del Garda: la sfida della longevità per il Lugana
di Riccardo Farchioni

Veronelli lo aveva detto: “Bevi il tuo Lugana giovane e godrai della sua freschezza. Bevilo di due o tre anni e ne godrai la completezza. Bevilo decenne, sarai stupefatto della composta autorevolezza”. E ispirandosi magari al compianto Gino nazionale, proprio sulla longevità di questo bianco (rigorosamente autoctono) il Consorzio del Lugana ha voluto lanciare la sfida più forte ideando la manifestazione Stella del Garda, che si svolge ogni anno, finita la vendemmia, in uno dei comuni della denominazione lombarda.

Il Lugana nasce nel territorio delle sponde meridionali del Lago di Garda che abbracciano il comune veronese di Peschiera del Garda e quelli bresciani di Sirmione, Desenzano del Garda, Pozzolengo e Lonato. Il vitigno da cui trae vita, selezionato nei secoli dai vignaioli locali, prende il nome locale di “Turbiana”, che poi sarebbe il trebbiano di Lugana o, come recita più ufficialmente il disciplinare di quella che è la prima DOC lombarda, il trebbiano di Soave.

Ed è toccato ad una commissione di giornalisti ospitati nel contesto magico dello storico Veliero San Nicolò, che nel frattempo veleggiava sulle acque del basso Lago di Garda, valutare e scommettere quali saranno i Lugana che nei prossimi tre anni evolveranno al meglio. Le bottiglie prescelte sono state controfirmate, sigillate e verranno riaperte per la edizione 2006 della manifestazione. Sulla piacevolezza, invece, è stato il pubblico degli appassionati a dire la sua intervenendo in massa al suggestivo Castello di Pozzolengo, munito di bicchiere e scheda di valutazione dove esprimere le proprie preferenze.

Vediamo dunque come è andata: i Lugana con maggiori possibilità di invecchiamento sono stati giudicati il Lugana DOC Riserva del Lupo 2003 di Cà Lojera e il Lugana Superiore DOC Vigne di Catullo 2003 di Tenuta Roveglia (maturati in acciaio) e il Lugana DOC Molceo 2003 dell’Azienda Agricola Ottella, il Lugana Superiore DOC Fabio Contato 2003 della Azienda Agricola Provenza e il Lugana Superiore 2001 di Cà Lojera (affinati in legno). 23 sono stati vini che hanno superato il giudizio di piacevolezza da parte del pubblico, mentre quelli che hanno brillato per la continuità dei risultati, ossia quelli che per il terzo anno si sono assicurati il favore del pubblico e che per questo hanno meritano il premio La Stella del Garda, sono stati il Lugana Gran Guardia delle Cantine Montresor, il Lugana Superiore DOC Cios delle Cantine della Valtenesi e della Lugana e il Lugana DOC della Azienda Agricola Ottella.

18 novembre 2005
 
 

prima pagina | la parola all'agronomo | l'appunto al vino | l'articolo | in azienda | in dettaglio | en passant | affari di gola
presa diretta | mbud | rassegna | la cucina | appunti di viaggio | assaggiati per voi | visioni da sud | sottoscrivi | scrivici
acquabuona.com - italian wine e-zine