Archivio per l'autore

Quattro grandi vini umbri e la scheda empatica dei portoghesi

Di • 5 Lug 2017 • Rubrica: diVini, Il vino in dettaglio

di Franco Santini
Una serata dedicata ai vini rossi dell’Umbria è stata l’occasione per testare insieme a un gruppo di amici neo-sommelier (freschi freschi di diploma FIS) la scheda di degustazione “empatica” messa a punto dal professor Manuel Malfeito Ferreira dell’Università di Lisbona



La Schiava della Cantina di Caldaro: vino contemporaneo e di prospettiva

Di • 14 Giu 2017 • Rubrica: diVini, Il vino in dettaglio

di Franco Santini
La Schiava sta all’Alto Adige un po’ come lo speck e lo strudel: è sempre stato il vino simbolo, quello quotidiano e dell’amicizia, eccellente sia bevuto come aperitivo, leggermente freddo, che come spensierato compagno a tutto pasto. Se, già dal nome, sembrava destinato a un ruolo di comparsa, sta invece vivendo oggi un ruolo da primattore, insieme a molti altri vitigni “minori” tornati in auge



Poggio Le Volpi Wine and Food: una terrazza su Roma

Di • 7 Giu 2017 • Rubrica: diLuoghi, Mangiare bere uomo donna

di Franco Santini
Avevo sentito parlare di un grande piano di investimenti e di rinnovamento dell’offerta di ospitalità collegata al vino da parte di Poggio Le Volpi – cantina privata cresciuta esponenzialmente negli ultimi anni e oggi, numeri alla mano, tra le aziende vinicole di maggior successo della regione – e così, complice una bella giornata di sole primaverile, mi sono messo in macchina e sono andato a curiosare con i miei occhi. E quello che ho visto mi è piaciuto



Viaggio alla fonte dell’unica e originale Sacher Torte

Di • 11 Mag 2017 • Rubrica: Affari di gola, diCibi

di Franco Santini
Una fuga di Pasqua a Vienna alle ricerca delle origini della Sacher-Torte: il racconto di una visita esclusiva presso il “blindato” centro di produzione da cui partono, con destinazione tutto il mondo, le uniche Sacher realizzate con l’originale e segretissima ricetta del 1832



“I Sapori del Vino”, di Fabio Pracchia: un nuovo approccio per degustare la diversità

Di • 3 Mag 2017 • Rubrica: Attualità e idee, Da leggere

di Franco Santini
Con un linguaggio scorrevole, figlio di un approccio umanistico e scientifico al tempo stesso, in questo libro Fabio Pracchia, in forza a Slow Wine, suggerisce al lettore la necessità di relazionarsi col vino e con la degustazione in modo che ormai non può prescindere anche da elementi esterni al bicchiere, riconducibili alla triplice matrice storica-geografica-umana, e che vanno a completare il piacere di una esperienza sensoriale



Viaggio del gusto tra Bressanone e Rio Pusteria: luoghi da “intenditori”

Di • 12 Apr 2017 • Rubrica: diLuoghi, Mangiare bere uomo donna

di Franco Santini
“Mahlzeit!” – “Buon appetito”! Una parola che sentirete spesso nella valle del fiume Isarco, territorio vario e affascinante che dalla cittadina medievale di Chiusa, poco sopra Bolzano, si estende fino al passo del Brennero, confine naturale con l’Austria



Estraggo Pro: il mio rimedio da bevitore seriale!

Di • 29 Mar 2017 • Rubrica: Affari di gola, diCibi

di Franco Santini
Sono sicuro che molti di voi, che leggete queste pagine, avete lo stesso mio problema: sospesi nel sottile limbo che separa gourmet e gourmand, appassionati di buon cibo o inguaribili ghiottoni, siete costantemente alla ricerca di qualche rimedio depurativo, che vi consenta di “resettare” l’organismo…



Presentata Cantine D’Italia 2017 by Go Wine

Di • 15 Mar 2017 • Rubrica: Attualità e idee, Da leggere

di Franco Santini
Presentata a Roma l’edizione 2017 della guida “Cantine D’Italia” di Go Wine, “per coloro che il vino valga un viaggio”. Sono ormai diversi anni che gli amici di GoWine curano questa pubblicazione, pensata apposta per l’enoturista appassionato, che il vino ama berlo (e comprarlo) non solo a tavola ma direttamente nel luogo di origine



Gin made in Italy: un nuovo vanto nazionale

Di • 8 Mar 2017 • Rubrica: Affari di gola, diCibi

di Franco Santini
Italiano, artigianale, biologico, a chilometro zero. Alzi la mano chi ha pensato al gin! Eppure stiamo assistendo ad un fenomeno che ricorda – per dinamiche – quello che è successo con le birrerie artigianali qualche anno fa



Due grandi vini irpini per iniziare bene l’anno

Di • 1 Feb 2017 • Rubrica: diVini, Il vino in dettaglio

di Franco Santini
Come sintesi delle fantastiche bevute di Fiano e Greco degli ultimi mesi, vorrei proporvi i vini di due cantine che a mio modo riassumono i pregi di uno dei più vocati terroir bianchisti d’Italia: originalità, territorialità e qualità accessibile. E quando queste tre cose le trovi tutte insieme, beh, la condivisione è d’obbligo



Stanglwirt: quando eco-friendly e bio-hotel non sono solo slogan

Di • 4 Gen 2017 • Rubrica: diLuoghi, Mangiare bere uomo donna

di Franco Santini
Lo confesso: da un po’ di tempo quando leggo i prefissi “bio” ed “eco” reagisco con sospetto. Ormai è tutto bio-eco-qualcosa: lo zoo che diventa bio-parco; la trattoria rurale che diventa bio-osteria; l’hotel che si trasforma in eco-resort. E così via, a colpi di prefissi: l’importante è propinarci una qualche bio-eco-esperienza



Cinque cose da sapere per scegliere e gustare il panettone giusto

Di • 7 Dic 2016 • Rubrica: Affari di gola, diCibi

di Franco Santini
Da dolce della tradizione il panettone si è evoluto fino a diventare una vera prelibatezza gourmet, completa, appagante, irrinunciabile tanto che qualche pasticcere serio lo ha in produzione tutto l’anno. Ecco alcuni aspetti di cui bisogna tener conto quando ci apprestiamo a scegliere quello giusto



Elio Altare e i Barolo Boys, visti oggi

Di • 16 Nov 2016 • Rubrica: diVini, Il vino in dettaglio

di Franco Santini
“Eravamo considerati i ragazzi ribelli. Avevamo sfidato un sistema arcaico e dogmatico, finimmo per essere chiamati “Barolo boys”, i ragazzi del Barolo. Da qualcuno esaltati e posti su un piedistallo, da altri visti come nemici della tradizione e dell’identità della Langa”. Ma che cosa hanno oggi da raccontare quei vini che tanto fecero discutere?



Luca Finocchio: si fa presto a dire miele!

Di • 12 Ott 2016 • Rubrica: Affari di gola, diCibi

di Franco Santini
Il miele costituisce uno dei tanti paradossi del nostro Paese. La qualità di quelli italiani è riconosciuta ed apprezzata in tutto il mondo eppure continuiamo ad importarne in grandi quantità, circa il 50% del consumo nazionale



Manaresi: vino, arte e… Pignoletto!

Di • 21 Set 2016 • Rubrica: diVini, Il vino in dettaglio

di Franco Santini
Lui, giornalista; lei, architetta. Calate questi “ingredienti” umani su una realtà agroambientale di grande potenzialità – i Colli Bolognesi – e avrete la ricetta dell’azienda Manaresi: un nome da annotare se volete avvicinarvi ai vini di questa piccola ed emergente enclave vitivinicola emiliana



Anteprime “guidaiole”: come sta l’Abruzzo?

Di • 29 Giu 2016 • Rubrica: Attualità e idee

di Franco Santini
Come sta, enologicamente parlando, il “mio” Abruzzo? Bene direi, con tante aziende che hanno presentato produzioni sempre più focalizzate ed assaggi molto stimolanti. Certo, trovare una sintesi univoca e coerente alle tante espressioni della vitivinicoltura di questa terra è sempre difficile



Vodka: roba da russi… mica tanto vero!

Di • 25 Mag 2016 • Rubrica: Affari di gola, diCibi

di Franco Santini
Dici Vodka e pensi a fredde serate invernali, con famiglie di russi o polacchi che ingurgitano shottini tutto d’un fiato. Oppure pensi a cocktail glamour consumati in tutto il mondo, come “carburante” conviviale che allarga sorrisi e speranze



Ingredienti di digital marketing per la ristorazione

Di • 27 Apr 2016 • Rubrica: Attualità e idee

di Franco Santini
Nel quinquennio dal 2011 al 2015 hanno chiuso oltre 60.000 ristoranti, a fronte di 40.000 nuove aperture (dati ufficiali della Confcommercio). Sono circa 4.000 attività in meno all’anno. Non poche



Valentini: la tradizione nel vino, l’innovazione nell’olio

Di • 6 Apr 2016 • Rubrica: Affari di gola, diCibi

di Franco Santini
«L’unicità di Loreto Aprutino? Senza dubbio l’olio! Il vino storicamente c’entra poco». E se a dirlo è Francesco Valentini, i cui tradizionalissimi vini abruzzesi siedono alla tavolo dei grandi del mondo, ambiti e contesi da appassionati di ogni latitudine, beh allora la cosa può suonare quanto meno sorprendente…