Archivio per l'autore

Recensione/La cucina italiana secondo Gualtiero Marchesi. Il Grande Ricettario del maestro

Di • 6 mag 2015 • Rubrica: Attualità e idee, Da leggere

di Riccardo Farchioni
Da poco tempo nelle librerie si può trovare un nuovo ricettario della cucina italiana. Detta cosi, è una notizia piuttosto trascurabile visto che di ricettari siamo letteralmente sommersi Ma si tratta di un ricettario un po’ particolare, anche perche riassume una visione della cucina italiana, ed è scritto da un grande maestro: Gualtiero Marchesi



“Centomani, di questa terra”, l’orgoglio enogastronomico emiliano (ed italiano) celebrato all’Antica Corte Pallavicina

Di • 22 apr 2015 • Rubrica: Affari di gola, diCibi

di Riccardo Farchioni
POLESINE PARMENSE (PR) – L’orgoglio dell’enogastronomia emiliano – romagnola è andato in scena lunedi scorso 20 aprile nel palcoscenico agreste e contadino ma anche di campagnola sontuosità dell’Antica Corte Pallavicina della famiglia Spigaroli



Cibo e vino, quante mostre per Expo 2015!

Di • 15 apr 2015 • Rubrica: Attualità e idee

di Riccardo Farchioni
“Expo 2015: nutrire il pianeta, energia per la vita”. Fra meno di due settimane si aprirà, o almeno dovrebbe, visti i ritardi e il notevole livello di corruzione che ne ha accompagnato la realizzazione, l’esposizione universale dedicata al cibo



Taste 10 a Firenze, il cibo italiano dalla A alla Z

Di • 25 mar 2015 • Rubrica: Affari di gola, diCibi

di Riccardo Farchioni
FIRENZE – Il cibo italiano in forma di enciclopedia, dalla A alla Z, è stato svelato a Taste 10, il salone fiorentino dell’enogastronomia che ha compiuto quest’anno il suo primo decennio in una location bella e fashion come è la Stazione Leopolda ma che è forse diventata un po’ strettina



Recensione/”Diario di un lavapiatti di campagna”, di Romano Tamani

Di • 11 mar 2015 • Rubrica: Attualità e idee, Da leggere

di Riccardo Farchioni
“Sono un lavapiatti di campagna nato per servire e la mia gioia più grande è servire felicità. Di più non posso desiderare. Perché più di questo non c’è.” E la felicità sono i sapori perduti di una volta, secondo Romano Tamani



Assaggiati per voi/I vini e gli oli di Dievole (Vagliagli, Si)

Di • 25 feb 2015 • Rubrica: Assaggiati per voi, diVini

di Riccardo Farchioni
Dievole è una cantina dalla lunghissima storia radicata nel Chianti Classico (si parla di una vigna già all’inizio dello scorso millennio), nella parte meridionale del comune di Castelnuovo Berardenga



Barolo Castellero, il nuovo nato in casa Fenocchio

Di • 18 feb 2015 • Rubrica: diVini, Il vino in dettaglio

di Riccardo Farchioni
Sono le vigne che fanno l’anima di una cantina di Langa. Sarà cosi dovunque si faccia vino, ma in queste zone la religione del cru è celebrata in modo profondo. Non può dunque non fare notizia la nascita di questo nuovo Barolo



Qui Londra/”Pellegrini del giorno” al Borough Market

Di • 11 feb 2015 • Rubrica: Affari di gola, diCibi

di Riccardo Farchioni
LONDRA – Sarà segno di italico provincialismo, ma questo Southbank di Londra ci ricorda un po’ i “Tras” o gli “Oltre” fiume che nelle nostre città indicano spesso vita cittadina più vera e magari un filo alternativa



L’annata della luce in Valpolicella. Anteprima Amarone 2011

Di • 4 feb 2015 • Rubrica: diVini, Il vino in dettaglio

di Riccardo Farchioni
VERONA – La doverosa premessa è che l’Amarone della Valpolicella è un vino di grandissimo successo, che piace in Italia ed all’estero, che viene venduto pressoché tutto (e si tratta di milioni di bottiglie), e bevuto tutto



Recensione/”Food Economy”, di Antonio Belloni. L’onnipresenza del cibo analizzata (senza brontolare)

Di • 28 gen 2015 • Rubrica: Attualità e idee, Da leggere

di Riccardo Farchioni
E così, dopo aver letto 63 pagine fitte di concetti e numeri, molto smart ed informate con rimandi a testi e pagine web, comprensive di una introduzione densa e ritmata in cui tutte le carte vengono subito messe in tavola senza commenti inutili e senza allungare il brodo, all’inizio di pag. 64 si legge: “L’onnipresenza del cibo nella società moderna ha molte più ragioni di quelle fin qui raccontate…”



Assaggiati per voi. Corvezzo, a Cessalto (Tv)

Di • 28 gen 2015 • Rubrica: Assaggiati per voi, diVini

di Riccardo Farchioni
Corvezzo, come spesso accade nel nostro Paese, è una cantina in cui la veste moderna poggia su radici antiche. La modernità è quella della nuova sede aziendale e delle nuove generazioni al lavoro



Lambrusco Grasparossa di Castelvetro e Aceto Balsamico Tradizionale: le espressioni della qualità secondo Manicardi

Di • 14 gen 2015 • Rubrica: diVini, Il vino in dettaglio

di Riccardo Farchioni
Tutti pazzi per il Lambrusco! Una volta questo vino associato ad allegria e disimpegno ere celebrato pressoché solo nelle tavole e nelle osterie “popolari”, per mandar giù come si deve cotechini, zamponi e tigelle, ed annaffiare un buon brodo nel sorbir d’agnoli



Assaggiati per voi: Fattoria Ca’ Rossa, sui Colli di Bertinoro

Di • 14 gen 2015 • Rubrica: Assaggiati per voi, diVini

di Riccardo Farchioni
A oltre dieci anni dal nostro precedente incontro, rieccoci a parlare dei vini di Ca’ Rossa realizzati dall’ intraprendente Massimo Masotti sui colli di Bertinoro, nei pressi di Forlì



I migliori vini italiani secondo Luca Maroni. Ovvero, la piacevolezza arriva a Firenze

Di • 31 dic 2014 • Rubrica: Attualità e idee, Da leggere

di Riccardo Farchioni
FIRENZE – Luca Maroni è da sempre un personaggio piuttosto anomalo della critica enologica italiana. Uscito dalle mura dell’Urbe, dove risplendeva ogni anno nella kermesse immaginificamente intitolata “SensOfWine”, si è incuneato dal 12 al 14 dicembre scorsi nei meandri sotterranei del museo Galilei di Firenze



Pisa Food&Wine Festival 2014, i tre livelli dell’enogastronomia di qualità

Di • 17 dic 2014 • Rubrica: Affari di gola, diCibi

di Riccardo Farchioni
PISA – In un momento in cui un sentimento di velata depressione sembra avvolgere un po’ tutto e tutti, e uno scetticismo misto a rabbia scaturisce da ciò che minimamente coinvolga le istituzioni pubbliche risolleva l’animo assistere ad un evento organizzato in modo ordinato ed efficace come questo Pisa Food&Wine Festival



Tavole d’Italia alla riscossa!/Ristorante La Brilla, a Camaiore

Di • 10 dic 2014 • Rubrica: diLuoghi, Mangiare bere uomo donna

di Riccardo Farchioni
Tavole d’Italia, alla riscossa! Nonostante la crisi renda sempre più difficile andare a mangiare fuori casa (e, talvolta, anche a mangiare a casa) c’è tanta voglia di mettersi dietro ai fornelli aprendo o rilevando locali. Qui c’è una bella villa, tradizioni locali e voglia di fare



Recensione/”Gastromania”, di Gianfranco Marrone: un libro effetto di cattiva digestione?

Di • 3 dic 2014 • Rubrica: Attualità e idee, Da leggere

di Riccardo Farchioni
L’argomento cibo dilaga, invade gli schermi (grandi e piccoli) e gli scaffali delle librerie. E riempie conversazioni, porzioni di vita e di socialità. Questo libro affronta il fenomeno della “gastromania” con malumore, concludendo che “è chiacchiericcio continuo ma senza mete, senza destini, senza progetti assolutamente definitivi”



Vini di vignaioli 2014, l’allegro ed interessante happening dei vini naturali

Di • 26 nov 2014 • Rubrica: diVini, Il vino in dettaglio

di Riccardo Farchioni
FORNOVO DI TARO (PR) – L’allegro happening dei vini naturali di Fornovo di Taro ideato e portato al successo da Christine Cogez-Marzani è cresciuto. Si percepisce subito, appena entrati el tendone della Pro-loco, che lo sguardo si può allargare molto di più che negli anni precedenti. Bene



I (primi) cinquant’anni della Tenuta del Buonamico

Di • 26 nov 2014 • Rubrica: diLuoghi, In cantina

di Riccardo Farchioni
La Tenuta del Buonamico è una realtà che si può dire ormai storica del territorio lucchese, in particolare di quella parte che fa capo al comune di Montecarlo. Nel 2014 ha infatti festeggiato i 51 anni di vita e i 50 di produzione



Recensione / “A capotavola”, di Laura Grandi e Stefano Tettamanti

Di • 13 nov 2014 • Rubrica: Attualità e idee, Da leggere

di Riccardo Farchioni
“A capotavola”: leggendo il titolo di questo libro, e soprattutto leggendo il libro, ci piace pensare che a capotavola ci siamo noi, noi lettori. La tavolata è enorme, piena di personaggi, importanti e/o curiosi: politici, cuochi, letterati, personaggi di fantesia, che hanno un legame forte e palese o magari più sotterraneo con il cibo e la gastronomia