Archivio rubrica: ‘La parola all’agronomo’

Vino e aromi: un convegno dedicato al sangiovese

Vino e aromi: un convegno dedicato al sangiovese

Di • 3 lug 2014 • Rubrica: Attualità e idee, La parola all'agronomo

di Lamberto Tosi
Gli aromi dei vini, in special modo di quelli tratti da varietà non particolarmente caratterizzate per la presenza di composti primari importanti, sono sempre di più oggetto di indagine e ricerca. La difficoltà maggiore che ha incontrato il mondo scientifico su questo argomento è la vastità dei composti contenuti ed il loro effettivo apporto all’aroma e al gusto



Nuove pratiche enologiche autorizzate dall’Unione Europea

Nuove pratiche enologiche autorizzate dall’Unione Europea

Di • 28 feb 2013 • Rubrica: Attualità e idee, La parola all'agronomo

di Lamberto Tosi
Questa volta l’Unione Europea ha autorizzato, in relativamente poco tempo, le pratiche enologiche consentite dall’OIV (Organismo Internazionale della Vite e del Vino), che riguardano alcuni interventi ritenuti necessari per una corretta gestione del prodotto vino



Giornata di studio sulla fermentazione malolattica

Giornata di studio sulla fermentazione malolattica

Di • 26 lug 2012 • Rubrica: Attualità e idee, La parola all'agronomo

di Lamberto Tosi
S. MICHELE ALL’ADIGE (TN) – Si è tenuta il 5 giugno scorso a S. Michele all’Adige presso la Fondazione Edmund Mach organizzata da Lallemand una giornata di studio sulla fermentazione malolattica



La cicalina verde della vite

La cicalina verde della vite

Di • 3 nov 2010 • Rubrica: Attualità e idee, La parola all'agronomo • 4 commenti

di Lamberto Tosi
In esclusiva per i lettori de L’AcquaBuona una tesi di Laurea completa sugli insetti che abitano i vigneti



Carbossimetilcellulosa, un nuovo/vecchio stabilizzante per le precipitazioni tartariche

Carbossimetilcellulosa, un nuovo/vecchio stabilizzante per le precipitazioni tartariche

Di • 3 mar 2010 • Rubrica: diVini, La parola all'agronomo

di Lamberto Tosi
Con il recente Regolamento (CE) n. 606/2009 è stato introdotto l’uso della Carbossi metil cellulosa (CMC), o gomma di cellulosa, per la stabilizzazione tartarica dei vini



La gomma arabica. Utile additivo?

La gomma arabica. Utile additivo?

Di • 5 nov 2009 • Rubrica: La parola all'agronomo

di Lamberto Tosi
In una degustazione a cui ho partecipato di recente si è parlato dell’uso della gomma arabica. Giornalisti esperti hanno fatto addirittura una indagine su di essa, per comprendere se venisse usata, come venisse usata e in quale modo influenzasse la degustazione. In questo articolo più semplicemente vorremo chiarire che cosa è, a cosa serve e come si usa



Un vino da salvare: la Vernaccia di Oristano

Un vino da salvare: la Vernaccia di Oristano

Di • 15 lug 2009 • Rubrica: La parola all'agronomo • Un commento

di Adele Illotto
La DOC Vernaccia di Oristano, vino culto dell’enologia della Sardegna fino agli anni 80, è da diversi anni in regressione, ma per la sua particolarità e per l’eccellenza che spesso è in grado di esprimere merita di essere salvata e valorizzata



Qualche considerazione sulla tappatura dei vini (II parte)

Qualche considerazione sulla tappatura dei vini (II parte)

Di • 15 apr 2009 • Rubrica: La parola all'agronomo • 2 commenti

di Lamberto Tosi
Le caratteristiche del sughero impiegato nella produzione dei tappi sono come detto molto importanti, come lo sono anche i trattamenti che il sughero stesso subisce nel corso della lavorazione



Le tecniche di irrorazione. Basso volume, alto volume, filari alterni… per fare chiarezza

Le tecniche di irrorazione. Basso volume, alto volume, filari alterni… per fare chiarezza

Di • 25 set 2008 • Rubrica: La parola all'agronomo • 6 commenti

di Lamberto Tosi Una delle cose che mi sorprende ancora, nella mia attività di consulenza nelle aziende agricole, è la scarsa competenza nella gestione delle macchine irroratrici. Molti operatori risultano ancora disorientati nella trasformazione pratica delle indicazioni in etichetta dei prodotti fitosanitari e concimi da irrorazione. Per dare quindi un mio, modesto, contributo al chiarimento [...]



Qualche considerazione sulla tappatura dei vini (I)

Qualche considerazione sulla tappatura dei vini (I)

Di • 16 lug 2008 • Rubrica: La parola all'agronomo • 3 commenti

di Lamberto Tosi Il sughero è un tessuto protettivo che riveste diverse piante superiori, ma la più utilizzata per gli usi industriali è la quercia da sughero (Quercus suber L.). Esso è costituito da cellule morte ripiene di gas disposte in strati senza spazi intracellulari. Durante la crescita primaverile si hanno produzioni di queste cellule [...]



Alcune considerazioni sulla situazione apistica

Alcune considerazioni sulla situazione apistica

Di • 18 giu 2008 • Rubrica: La parola all'agronomo

di Nicola Quilici Si fa un gran parlare, con giusta preoccupazione secondo noi, della morìa delle api e delle cause di questo fenomeno che sembra avere dimensioni planetarie. Abbiamo chiesto ad un collega agronomo, specializzato in apicoltura e che lavora per una associazione di produttori apistici di approfondire per noi l’argomento. Ecco di seguito il [...]



La tecnica del sovescio

La tecnica del sovescio

Di • 4 feb 2008 • Rubrica: La parola all'agronomo

Partiamo da una considerazione preliminare: la produzione di concimi chimici è onerosa per l’ambiente tanto quanto il loro uso. In particolare i concimi azotati hanno come fonte principale l’azoto atmosferico. Esso attraverso un processo produttivo molto dispendioso, sia dal punto di vista energetico che ambientale, viene trasformato in urea e in acido nitrico che, successivamente, [...]



La storia dell’invasione fillosserica in Europa

La storia dell’invasione fillosserica in Europa

Di • 5 dic 2007 • Rubrica: La parola all'agronomo • Un commento

In altri nostri articoli, abbiamo parlato dei portinnesti della vite e della loro caratteristica principale che li ha resi obbligatori nella viticoltura odierna: la resistenza alla fillossera. Ma non fu sempre così; soprattutto non fu, prima della metà del 1800, necessario innestare le viti dato che il nemico fillossera non era presente in Europa. In [...]