Archivio rubrica: ‘Attualità e idee’

Addio Presidente

Addio Presidente

Di • 16 Mag 2018 • Rubrica: Attualità e idee

di Marco Bonanni
In una domenica mattina di Maggio con la primavera che con forza ti strappa dal torpore dell’inverno fra i teneri e brillanti colori, se n’è andato Terenzio Medri, presidente dell’Associazione Italiana Sommelier (Ais) dal 2002 al 2010



TerraNobile Montepulciano: presentata la nuova associazione di produttori di Vino Nobile

TerraNobile Montepulciano: presentata la nuova associazione di produttori di Vino Nobile

Di • 11 Apr 2018 • Rubrica: Attualità e idee

di Riccardo Brandi
E’ a Montepulciano che si è concretizzata una interessante iniziativa a firma di dieci produttori del territorio dell’omonimo Vino Nobile che hanno dato vita all’associazione TerraNobile Montepulciano. La presentazione è avvenuta lo scorso 15 febbraio in occasione della presentazione in anteprima delle ultime annate



Whisky perché? Intervista al “super esperto” Pino Perrone

Whisky perché? Intervista al “super esperto” Pino Perrone

Di • 25 Feb 2018 • Rubrica: Attualità e idee

di Franco Santini
Pino Perrone è un intellettuale “divoratore” e collezionista di libri forse nella vita avrebbe voluto fare tutt’altro. Ma di fatto oggi è uno dei più grandi esperti di whisky in Italia. Ed è anche “l’anima tecnica” del Roma Whisky Festival in programma il prossimo fine settimana



Wine Master Class al femminile. Presentati i primi corsi sulla leadership e sul wine marketing di genere

Wine Master Class al femminile. Presentati i primi corsi sulla leadership e sul wine marketing di genere

Di • 7 Feb 2018 • Rubrica: Attualità e idee

di Riccardo Brandi
La pari dignità fra i generi è sancita dall’articolo 3 della Costituzione Italiana, ma in molti ambiti professionali il predominio maschile, pur minato dall’emancipazione femminile, rimane predominante e ancora molto si deve fare per affrancare le donne dal retaggio di una cultura del lavoro tendenzialmente “maschio-centrica”.



Un giorno da Paul Bocuse. Perché l’Italia non sarà mai la Francia

Un giorno da Paul Bocuse. Perché l’Italia non sarà mai la Francia

Di • 24 Gen 2018 • Rubrica: Attualità e idee

di Corrado Benzio
Paul Bocuse è morto. L’annuncio lo dà il Ministro degli Interni francese ma è l’Eliseo a far uscire una lunga nota per ricordarlo come una gloria della nazione. Lo stesso tipo di commiato non mi pare lo abbia ricevuto Gualtiero Marchesi, il nostro Paul Bocuse, scomparso poche settimane fa. Già questo ci rivela perchè l’Italia non sarà mai come la Francia



Le interviste possibili. Giuliano Canzian e il ristorante Dallo Zio (Rimini)

Le interviste possibili. Giuliano Canzian e il ristorante Dallo Zio (Rimini)

Di • 17 Gen 2018 • Rubrica: Attualità e idee

di Marco Bonanni
Nei primi anni Duemila un giovane cuoco con tante idee in testa e tanto talento si è mosso dal Piemonte ed è riuscito a prendere in mano uno storico locale riminese portandolo al top nazionale. Poi, nell’arco dei quindici anni, altri quattro luoghi hanno preso vita per mano di questo vulcanico chef: Giuliano Canzian



Le interviste possibili. Simone Rosetti, ambasciatore di Romagna nella sua Cà de Bé

Le interviste possibili. Simone Rosetti, ambasciatore di Romagna nella sua Cà de Bé

Di • 3 Gen 2018 • Rubrica: Attualità e idee

di Marco Bonanni
Simone Rosetti, classe 1979, sommelier professionista dal 2007, terzo classificato come miglior sommelier romagnolo nel 2008, dal 2010 è “custode” di un locale storico per tutta la terra di Romagna, la Cà de Bé (la casa del bere, in dialetto). Questo luogo non è soltanto un posto dove si beve e si mangia, ma è un simbolo della Romagna enologica. Qui il mito del vino segue di pari passo la funzione sociale e la salvaguardia delle tradizioni



Le interviste possibili. Terenzio Medri, IL Sommelier

Le interviste possibili. Terenzio Medri, IL Sommelier

Di • 6 Dic 2017 • Rubrica: Attualità e idee

di Marco Bonanni
“Sono partito da appassionato, come molti altri. E il merito del mio successo lo devo a personaggi che mi hanno prima insegnato, poi supportato. Devo dire grazie a Gianfranco Bolognesi, Nerio Raccagni, Luigi Veronelli, Paolo Teverini, Franco Tommaso Marchi.”



Le interviste possibili. Francesco Falcone, globetrotter del vino

Le interviste possibili. Francesco Falcone, globetrotter del vino

Di • 8 Nov 2017 • Rubrica: Attualità e idee

di Marco Bonanni
Con questo primo articolo vorrei iniziare a ritrarre una serie di incontri avvenuti sia con personaggi addentro al mondo della enogastronomia, che ancora ricercano, stimolano e approfondiscono la cultura enogastronomica del nostro Paese, sia con personaggi di tutt’altri mondi legati al vino in una maniera viscerale e creativa: scrittori, cuochi, professori, artisti



“I grandi vini di Toscana” di Ernesto Gentili. La luce pura della critica

“I grandi vini di Toscana” di Ernesto Gentili. La luce pura della critica

Di • 31 Ott 2017 • Rubrica: Attualità e idee, Da leggere

di Fernando Pardini
D’accordo, è già nelle librerie da un po’ di tempo, embè? Non vorrete mica insinuare che un libro del genere porta la scadenza come il latte? Perché se c’è un libro in grado di offrire un quadro che non scolora in fretta, questi è il libro di Ernesto Gentili, critico enologico e degustatore di chiara fama…



I quarant’anni della “nuova cucina italiana” secondo L’Espresso. Le Guide 2018 ai Ristoranti e ai Vini

I quarant’anni della “nuova cucina italiana” secondo L’Espresso. Le Guide 2018 ai Ristoranti e ai Vini

Di • 25 Ott 2017 • Rubrica: Attualità e idee

di Riccardo Farchioni
FIRENZE – In basso, nelle pagine della quarantesima edizione de I RIstoranti d’Italia de L’Espresso scorrono le copertine dal 1979, con le glorie del passato che hanno aperto la strada alla nuova cucina e alla nuova ristorazione italiana che oggi competono ad armi pari ed anzi ammirata in tutto il mondo



Sirio Maccioni, elegia di un mito

Sirio Maccioni, elegia di un mito

Di • 13 Ott 2017 • Rubrica: Attualità e idee

di Corrado Benzio
Il mio primo approccio all’universo “Sirio Maccioni” avvenne negli anni Ottanta e in modo molto indiretto. Avevo superato i 25 anni, amavo i treni ed il cibo; in vacanza a Parigi lasciai gli amici e presi il Tgv per sbarcare all’ora di pranzo in quel di Collonges-au-Mont-d’Or, mitica località alla periferia di Lione dove officiava il sacerdote di quella che allora veniva chiamata nouvelle cuisine: Paul Bocuse….



La Guida Espresso, 40 anni fa. Ad anticipare il tempo

La Guida Espresso, 40 anni fa. Ad anticipare il tempo

Di • 23 Ago 2017 • Rubrica: Attualità e idee

di Corrado Benzio
La Guida dei ristoranti de L’Espresso compie 40 anni, la prima edizione essendo stata pubblicata nel 1978, una ricorrenza festosa che sottenderebbe alcune importanti riflessioni. Intanto che quella Guida, come talvolta accade al cibo, anticipò una tendenza, anzi -vogliamo dire di più?- preparò ad un cambiamento epocale mentre si pensava di vivere ben altri “passaggi” storici



“Chi ha rubato l’anima dell’acqua?”, di Massimo Rustichini. Diario privato di un uomo “nel” vino

“Chi ha rubato l’anima dell’acqua?”, di Massimo Rustichini. Diario privato di un uomo “nel” vino

Di • 26 Lug 2017 • Rubrica: Attualità e idee, Da leggere

di Fernando Pardini
Massimo Rustichini non è conosciuto per essere uno scrittore. E, in fondo, il suo mestiere non è mai stato quello. Ma chiunque, o quasi, nella fascia litoranea che parte da quella terra di confine -mezza toscana mezza ligure- che è poi la terra dove è cresciuto e ancora vive, per arrivare ad abbracciare e coinvolgere le province di Massa e Lucca, finanche le isole dell’arcipelago, sa chi è, lo conosce o ha sentito parlare di lui…



“Effervescenze”, di Massimo Zanichelli. Storie di fermenti sulle tracce dell’ancestrale all’italiana

“Effervescenze”, di Massimo Zanichelli. Storie di fermenti sulle tracce dell’ancestrale all’italiana

Di • 20 Lug 2017 • Rubrica: Attualità e idee, Da leggere

di Fernando Pardini
E’ uscita la monumentale (definitiva?) opera letteraria di Massimo Zanichelli, dedicata al mondo dei “rifermentati in bottiglia”. E’ uscito un libro imperdibile.



Dedicato a Domenico Clerico

Dedicato a Domenico Clerico

Di • 18 Lug 2017 • Rubrica: Attualità e idee

Domenica sera, 16 luglio, è scomparso dopo una lunga malattia Domenico Clerico, uno dei più noti e apprezzati produttori di Barolo. Aveva preso la guida della cantina di famiglia nel 1976. Grazie ad una serie di intelligenti acquisizioni nei cru più preziosi, è arrivato a coltivare 21 ettari di vigneti producendo vini di grande successo. Riportiamo qui il pensiero di un grande amico di Clerico, che preferisce rimanere anonimo



15 giugno 2017: L’AcquaBuona diventa maggiorenne!

15 giugno 2017: L’AcquaBuona diventa maggiorenne!

Di • 14 Giu 2017 • Rubrica: Attualità e idee • 2 commenti

Sembra incredibile ma è così: essendo nata il 15 giugno 1999, oggi L’AcquaBuona diventa maggiorenne! Purtroppo non ci venne in mente di scrivere la data da nessuna parte ma è veramente così, fidatevi. Diciotto anni di assaggi, di viaggi, di esperienze, di incontri riportati in centinaia di racconti, durante i quali siamo stati testimoni di cambiamenti (spesso positive evoluzioni) ma anche di punti che sono rimasti fermi, identitari



Vini d’Autore-Terre d’Italia, anche quest’anno è andata benissimo. Grazie a tutti!

Vini d’Autore-Terre d’Italia, anche quest’anno è andata benissimo. Grazie a tutti!

Di • 24 Mag 2017 • Rubrica: Attualità e idee

Oltre mille presenze, ripartite in parti più o meno eguali fra i due giorni; la degustazione tematica sui “vitigni resistenti”, unica nel suo genere e quindi andata comprensibilmente in overbooking, che ha entusiasmato i partecipanti; la presenza massiccia degli operatori e dei professionisti del settore, ma soprattutto di un pubblico educato, curioso ed interessato, che ha colpito una volta di più i produttori arrivati in Versilia da ogni parte d’Italia



“I Sapori del Vino”, di Fabio Pracchia: un nuovo approccio per degustare la diversità

“I Sapori del Vino”, di Fabio Pracchia: un nuovo approccio per degustare la diversità

Di • 3 Mag 2017 • Rubrica: Attualità e idee, Da leggere

di Franco Santini
Con un linguaggio scorrevole, figlio di un approccio umanistico e scientifico al tempo stesso, in questo libro Fabio Pracchia, in forza a Slow Wine, suggerisce al lettore la necessità di relazionarsi col vino e con la degustazione in modo che ormai non può prescindere anche da elementi esterni al bicchiere, riconducibili alla triplice matrice storica-geografica-umana, e che vanno a completare il piacere di una esperienza sensoriale



Presentata Cantine D’Italia 2017 by Go Wine

Presentata Cantine D’Italia 2017 by Go Wine

Di • 15 Mar 2017 • Rubrica: Attualità e idee, Da leggere • Un commento

di Franco Santini
Presentata a Roma l’edizione 2017 della guida “Cantine D’Italia” di Go Wine, “per coloro che il vino valga un viaggio”. Sono ormai diversi anni che gli amici di GoWine curano questa pubblicazione, pensata apposta per l’enoturista appassionato, che il vino ama berlo (e comprarlo) non solo a tavola ma direttamente nel luogo di origine