Archivio rubrica: ‘Affari di gola’

Il Piatto (del) Forte è un piatto povero: gli spaghetti con le arselle al Salone del Gusto di Torino [con ricetta]

Il Piatto (del) Forte è un piatto povero: gli spaghetti con le arselle al Salone del Gusto di Torino [con ricetta]

Di • 22 ott 2014 • Rubrica: Affari di gola, diCibi

di Riccardo Farchioni
FORTE DEI MARMI (LU) – Forte dei Marmi è, nell’immaginario collettivo, il luogo del lusso per antonomasia. Le boutique con le firme top, gli stabilimenti con i mobili d’antiquariato in spiaggia sotto i tendoni, le mega ville, i russi che spadroneggiano dopo che, nel secolo scorso, qui gli Agnelli “vestivano alla marinara”



Frantoio Muraglia: quando l’olio incontra il design

Frantoio Muraglia: quando l’olio incontra il design

Di • 2 ott 2014 • Rubrica: Affari di gola, diCibi • Un commento

di Franco Santini
Dall’unione di due elementi della natura fortemente ancorati al proprio territorio d’origine – l’arte dei vasi di ceramica e la produzione d’olio extravergine in Puglia – nasce una storia in cui si mescolano tradizione, innovazione, design, marketing, amore per la terra e ricerca costante della qualità



Porchetta Venditti: dal cuore d’Abruzzo alle spiagge di Dubai

Porchetta Venditti: dal cuore d’Abruzzo alle spiagge di Dubai

Di • 27 ago 2014 • Rubrica: Affari di gola, diCibi • Un commento

di Franco Santini
Dietro un grande vino c’è sempre un grande uomo e questo vale in generale per qualunque altro genere alimentare trasformato con sapienza artigiana. Oggi quindi vi parlerò di porchetta e di una singolare avventura imprenditoriale nata intorno a questa specialità tipica dell’Italia Centrale



“E la cucina italiana sarà fusion”, il messaggio di Igles Corelli alla presentazione della guida Versilia Gourmet

“E la cucina italiana sarà fusion”, il messaggio di Igles Corelli alla presentazione della guida Versilia Gourmet

Di • 17 lug 2014 • Rubrica: Affari di gola, diCibi • 4 commenti

di Riccardo Farchioni
FORTE DEI MARMI (LU) – La vicenda (gastronomica) della Versilia è a suo modo esemplare. Da una parte, c’è la solida coscienza di una cucina tradizional-popolare con i suoi piatti tipici orgogliosamente riproposti e felicemente ambigua fra mare e monti, riflettendo una caratteristica peculiare del paesaggio grazie alla quale si posson fare castelli di sabbia contemplando massicci e vette aguzze



Il Jamón Ibérico a Roma, alla conquista del mercato italiano

Il Jamón Ibérico a Roma, alla conquista del mercato italiano

Di • 3 lug 2014 • Rubrica: Affari di gola, diCibi

di Riccardo Farchioni
ROMA – Quello del jamón ibérico è uno dei marchi più forti del panorama gastronomico mondiale. Per gli spagnoli è una sorta di istituzione, guardata con rispetto ed eletta a simbolo nazionale. Grazie ad una intelligente politica commerciale le esportazioni vanno fortissimo raggiungendo una trentina di paesi in giro per il mondo. E dietro il marchio c’è un prodotto di eccellenza



Firenze come Madrid, San Lorenzo come San Miguel? Apre il Mercato Centrale di Firenze

Firenze come Madrid, San Lorenzo come San Miguel? Apre il Mercato Centrale di Firenze

Di • 16 apr 2014 • Rubrica: Affari di gola, diCibi • 5 commenti

di Riccardo Farchioni
FIRENZE – “Abbiamo voluto dare a Firenze una nuova piazza, una piazza dell’enogastronomia, così non saranno più gli italiani a raccontare cosa hanno visto a Londra, ma gli inglesi quello che hanno visto a Firenze”



In salotto con Schigi, mastro birraio di Extraomnes

In salotto con Schigi, mastro birraio di Extraomnes

Di • 10 apr 2014 • Rubrica: Affari di gola, diCibi

di Paolo Rossi
MILANO – Ha i tratti dell’attore Bill Murray, è scanzonato, ironico, travolgente nel raccontare i mille aneddoti della sua avventura nel mondo della birra. Si tratta di Luigi d’Amelio, in arte Schigi, mastro birraio del birrificio Extraomnes di Marnate, in provincia di Varese. L’occasione per incontrarlo è l’appuntamento del primo aprile di In salotto con il birraio, presso il Baladin di Milano



I tartufi di Savini, grazie al fiuto di Giotto e di nonno Zelindo

I tartufi di Savini, grazie al fiuto di Giotto e di nonno Zelindo

Di • 9 apr 2014 • Rubrica: Affari di gola, diCibi

di Irene Arquint
L’avventura nel mondo dei funghi ipogei (quelli che crescono sotto terra) a casa Savini inizia con nonno Zelindo, guardiacaccia nella tenuta Villa Saletta. A dire il vero Zelindo faceva il contadino, però un contadino anomalo. Negli anni Sessanta infatti scappa dal campo per diventare guardiacaccia



Letteratura e cucina, insieme nel piatto con Imaf Chefs’ Cup

Letteratura e cucina, insieme nel piatto con Imaf Chefs’ Cup

Di • 3 apr 2014 • Rubrica: Affari di gola, diCibi • Un commento

di Irene Arquint
Se dico “Camera con vista”, quali sono le immagini cui va la vostra mente? E cosa hanno a che fare la gola, le papille gustative, con il film portato sul grande schermo da James Ivory? È ancora in corso la seconda edizione dell’Imaf Chefs’ Cup, la competizione a coppie tra maestri dei fornelli che ha unito cucina e letteratura



Il manierismo in cucina, seguendo Pontormo e Rosso Fiorentino

Il manierismo in cucina, seguendo Pontormo e Rosso Fiorentino

Di • 3 apr 2014 • Rubrica: Affari di gola, diCibi • 2 commenti

di Riccardo Farchioni
FIRENZE – È in pieno svogimento nel Palazzo Strozzi di Firenze una bellissima mostra dedicata Pontormo e Rosso Fiorentino, i “gemelli diversi” del manierismo toscano. Due artisti dalle vite e dai destini molto diversi anche se nati a pochi mesi e a pochi chilometri di distanza



Nasce la “terza cucina”, ossia il cibo come terapia

Nasce la “terza cucina”, ossia il cibo come terapia

Di • 26 mar 2014 • Rubrica: Affari di gola, diCibi • Un commento

di Irene Arquint
Il vostro cibo sia il vostro farmaco, diceva Ippocrate. Silvio Spinelli è un medico, da 15 anni cura con gli alimenti, ricorrendo ai farmaci di sintesi solo in casi eccezionali, da sostituire se necessario con gli integratori. Fa parte dell’Accademia internazionale di Nutrizione Clinica ed usa il cibo come terapia



In salotto con il birraio: Agostino Arioli e Teo Musso al Baladin Milano

In salotto con il birraio: Agostino Arioli e Teo Musso al Baladin Milano

Di • 20 mar 2014 • Rubrica: Affari di gola, diCibi

di Paolo Rossi
MILANO – L’anno-spartiacque è il 1996. Prima non c’erano se non sparuti tentativi individuali. Poi quell’anno nacquero Le Baladin di Teo Musso, il Birrificio Italiano di Lurago Marinone di Agostino Arioli, e il Birrificio di Lambrate. Insieme a pochissimi altri pionieri, iniziava così il movimento dei microbirrifici. Oggi sono circa 650, distribuiti su tutto il territorio nazionale



A scuola al St. Regis di Firenze, con Valeria Piccini “from Caino”

A scuola al St. Regis di Firenze, con Valeria Piccini “from Caino”

Di • 13 mar 2014 • Rubrica: Affari di gola, diCibi

di Irene Arquint
FIRENZE – Per presentarsi agli studenti del Buontalenti, futuri cuochi, Valeria Piccini ha scelto guancia di manzo e di maiale. “Perché forse molti di loro non l’hanno mai assaggiata”. “Oggi i ragazzi sanno cucinare, ma manca loro la capacità di riconoscere le sfumature” commenta Leonardo Romanelli, insegnante di tecnica della ristorazione all’istituto alberghiero Buontalenti



Identità Golose 2014: impressioni e spunti dal Congresso di gastronomia

Identità Golose 2014: impressioni e spunti dal Congresso di gastronomia

Di • 6 mar 2014 • Rubrica: Affari di gola, diCibi

di Paolo Rossi
MILANO – All’insegna del tema“Una Golosa intelligenza”, da domenica 9 a martedì 11 febbraio si è svolta a Milano la decima edizione di Identità Golose, congresso di gastronomia ideato dal giornalista Paolo Marchi, che negli anni è divenuto l’evento di riferimento per la cucina italiana e non solo



Extra Lucca: oltre l’olio (d’oliva) c’è di più

Extra Lucca: oltre l’olio (d’oliva) c’è di più

Di • 6 mar 2014 • Rubrica: Affari di gola, diCibi

di Leonardo Mazzanti
LUCCA – La splendida Villa Bottini, nel cuore di Lucca, è stata scelta dal Maestrod’olio Fausto Borella (ideatore anche dell’omonima Accademia) quale sede della seconda edizione di Extra Lucca, evento che ha raccolto una cinquantina dei migliori produttori di olio extra vergine di oliva da tutto lo stivale



La fabbrica del Fernet Branca: una meraviglia nascosta nel cuore di Milano

La fabbrica del Fernet Branca: una meraviglia nascosta nel cuore di Milano

Di • 12 feb 2014 • Rubrica: Affari di gola, diCibi • 2 commenti

di Paolo Rossi
MILANO – Che sia un edificio particolare non lo si intuisce immediatamente: grande quanto un intero isolato, fra due vialoni della circonvallazione milanese, con addosso tutta la patina del tempo. Eppure le architetture non sono banali, anzi, l’edificio ha una sobria eleganza inizio Novecento



Cup Tasting 2014: quando il caffè non è solo un piacere

Cup Tasting 2014: quando il caffè non è solo un piacere

Di • 12 feb 2014 • Rubrica: Affari di gola, diCibi

di Leonardo Mazzanti
LIVORNO – Presso la sede de “Le Piantagioni del Caffè”, grazie all’ottima organizzazione di Prunella Meschini, il 4 febbraio u.s. si è svolta la terza semifinale del Campionato Italiano di Cup Tasting 2014



Gragnano, ovvero la città della pasta

Gragnano, ovvero la città della pasta

Di • 16 gen 2014 • Rubrica: Affari di gola, diCibi • 6 commenti

di Paolo Rossi
Entrare a Gragnano, salendo dal Golfo di Napoli, con il Vesuvio sullo sfondo a sinistra, e le prime rampe dei monti Lattari a destra, non rende l’idea di che cosa sia stata questa città nell’Ottocento e di quali tesori ancora oggi vi si custodiscano



Fuga d’Inverno all’isola Martinica… a ritmo di rhum!

Fuga d’Inverno all’isola Martinica… a ritmo di rhum!

Di • 9 gen 2014 • Rubrica: Affari di gola, diCibi

di Franco Santini
ISOLA MARTINICA (CARAIBI) – Nel mio immaginario di eno-fissato questa piccola isola delle Antille Francesi ha però sempre incarnato l’eden di uno dei più famosi distillati al mondo: il rhum. E forse non avevo tutti i torti…



Aceto Balsamico di Modena: l’importanza di chiamarsi “Tradizionale”

Aceto Balsamico di Modena: l’importanza di chiamarsi “Tradizionale”

Di • 19 dic 2013 • Rubrica: Affari di gola, diCibi • 2 commenti

di Francesca Lucchese
SPILAMBERTO (MO) – È notizia di questi giorni la costituzione del Consorzio di Tutela Aceto Balsamico di Modena, nato dall’accorpamento dei due esistenti per la promozione dell’aceto balsamico. Quello Igp, riconoscimento ottenuto nel 2009. Sì, perché poi c’è la Dop, l’Aceto Balsamico Tradizionale di Modena. E forse non tutti ne conoscono l’esistenza. E non tutti ne afferrano la differenza