Archivio rubrica: ‘diLuoghi’

Tenuta Secolo IX: alle radici del moscato abruzzese

Tenuta Secolo IX: alle radici del moscato abruzzese

Di • 24 Ott 2018 • Rubrica: diLuoghi, In cantina

di Franco Santini
Da critico, ma ancor di più da appassionato, mi accosto sempre con curiosità a progetti come quello di Tenuta Secolo IX, una piccola realtà a Castiglione a Casauria, nel cuore d’Abruzzo. Perché se sei abruzzese e cerchi di identificare la tua azienda con un vino moscato, beh, almeno un applauso per il coraggio te lo meriti tutto!



Montalcino? Montepulciano? No, Capitoni. E non sono “Frasi” fatte

Montalcino? Montepulciano? No, Capitoni. E non sono “Frasi” fatte

Di • 17 Ott 2018 • Rubrica: diLuoghi, In cantina

di Fernando Pardini
Di questa storia mi piace tutto. Perché approda alla terra provenendo dalla terra. E perché ci parla di una “contadinità” esperita per discendenza, votata per sua natura alla concretezza e impregnata di gesti antichi e familiari. Si è presa l’impegno di rappresentare ai massimi livelli -perché questo fa- un territorio vinicolo sottostimato come quello dell’Orcia senese. Insieme alla storia, ecco la verticale completa del mitico Frasi, vino-simbolo di un intero distretto.



Uno sguardo su Valdobbiadene, nelle Terre di San Venazio Fortunato

Uno sguardo su Valdobbiadene, nelle Terre di San Venazio Fortunato

Di • 17 Ott 2018 • Rubrica: diLuoghi, In cantina

di Lamberto Tosi
Alle volte ci vuole l’occasione propizia per visitare luoghi rinomati del mondo del vino ottimizzando la visita e avendo la fortuna di effettuarla con chi di quel mondo ne è uno degli attori: quella di visitare la patria del Prosecco Valdobbiandene arriva da Luca Antiga, affermato enologo di questo territorio (e oltre)



Konnubio a Firenze: le architetture del piacere di Beatrice Segoni

Konnubio a Firenze: le architetture del piacere di Beatrice Segoni

Di • 12 Set 2018 • Rubrica: diLuoghi, Mangiare bere uomo donna

di Riccardo Farchioni
Il turbine di turisti e non che gira vorticoso nell’anello di strade tra il mercato di San Lorenzo e la via dei Banchi in vista del Battistero, trova una improvvisa tregua quando si imbocca via dei Conti. Qui si avverte una pace che ha dell’irreale considerando che siamo nel cuore pulsante di una delle città più visitate d’italia, e qui si aprono gli alti portoni del Konnubio



Osteria di Volpaia in Chianti Classico: la fusione degli opposti

Osteria di Volpaia in Chianti Classico: la fusione degli opposti

Di • 5 Set 2018 • Rubrica: diLuoghi, Mangiare bere uomo donna

di Fernando Pardini e Lorenzo Coli
Una estrosa macchina del tempo, ideale centrifuga solo apparentemente dicotomica fra la struggente aulicità di un contesto paesaggistico a forte impronta medievale e una contemporaneità cosmopolita tipica di un paese che intende accogliere e non arroccarsi. E’ una cucina che non ti aspetti, un crogiuolo di idee, e ti sorprenderà. A Volpaia, nel cuore del Chianti Classico.



La Locanda di Mezzo a Barga: per viaggiare restando

La Locanda di Mezzo a Barga: per viaggiare restando

Di • 22 Ago 2018 • Rubrica: diLuoghi, Mangiare bere uomo donna

di Fernando Pardini
Una piccola, preziosa big thing nel cuore pulsante della Garfagnana, a scompaginare consuetudini e a mettere in circolo soluzioni nuove. Come una proposta enogastronomica che scansi soprattutto le ovvietà, alimentata da una atmosfera speciale, coinvolgente ed evocatrice, che forse ha a che vedere con la gioventù o forse con il coraggio delle idee.



Locanda Margon a Trento: questioni di purezza

Locanda Margon a Trento: questioni di purezza

Di • 8 Ago 2018 • Rubrica: diLuoghi, Mangiare bere uomo donna

di Fernando Pardini
Torni via dalla Locanda Margon di Trento con un paio di certezze in più: prima di tutto, che una cucina che pone il territorio a fondamento della propria vena creativa può aspirare ad un bonus che altre cucine, parimenti ambiziose ma sostanzialmente apolidi, non potranno mai vantare, ossia l’unicità. Poi, che tenere a distanza di sicurezza le convenzioni, i cliché e le rimasticate consuetudini gastronomiche appartenenti al mondo dorato dei ristoranti “altolocati” si può!



L’isola di Corfù. Note di viaggio e approdi del buon mangiare nel cuore del Mediterraneo. Seconda parte

L’isola di Corfù. Note di viaggio e approdi del buon mangiare nel cuore del Mediterraneo. Seconda parte

Di • 1 Ago 2018 • Rubrica: diLuoghi, Mangiare bere uomo donna

di Lorenzo Coli
Continua il nostro viaggio all’interno dell’isola alla scoperta dei più sfiziosi approdi culinari, alcuni dei quali ad alto tasso di coinvolgimento. Inutile ribadire che l’isola ci è rimasta nel cuore: per l’atmosfera, per la sincera accoglienza della sua gente, per gli orizzonti. Non resta che tornare.



Della terra, dei rifermentati naturali, della tradizione, del fare sistema. Il vino per Massimiliano Croci

Della terra, dei rifermentati naturali, della tradizione, del fare sistema. Il vino per Massimiliano Croci

Di • 25 Lug 2018 • Rubrica: diLuoghi, Mangiare bere uomo donna • Un commento

di Paolo Rossi
“L’azienda Croci nasce nel 1935. Mio nonno faceva l’agricoltore in montagna, produceva legna e fieno, ma era un mestiere durissimo, che non garantiva la sussistenza; alcuni fratelli emigrarono, lui scese giù, verso la collina dove i terreni erano più fertili, e iniziò a coltivare il grano, il foraggio per le vacche e un po’ di vigne”



Vino & finanza in vigna, o della (mancata) conciliazione degli opposti. Un giorno da Alessandro Moroder, a Montacuto

Vino & finanza in vigna, o della (mancata) conciliazione degli opposti. Un giorno da Alessandro Moroder, a Montacuto

Di • 25 Lug 2018 • Rubrica: diLuoghi, In cantina

di Marco Bonanni
Un tuffo nel Conero, un salto da Alessandro Moroder. E di come una riunione fra broker possa trasformarsi a dimensione d’uomo (e di natura)



L’isola di Corfù. Note di viaggio e approdi del buon mangiare nel cuore del Mediterraneo. Prima parte

L’isola di Corfù. Note di viaggio e approdi del buon mangiare nel cuore del Mediterraneo. Prima parte

Di • 25 Lug 2018 • Rubrica: diLuoghi, Mangiare bere uomo donna • 2 commenti

di Lorenzo Coli
Eccoci a Corfù, per una esperienza vissuta da autentico viandante. Ed ecco i ricordi, le suggestioni e gli indirizzi utili per godere gastronomicamente di un’isola incantata, ricca di storia, di bellezze naturali e di un Mare che bisognerebbe pronunciare con la M maiuscola



Donne Fittipaldi, cinque “moschettiere” del vino a Bolgheri

Donne Fittipaldi, cinque “moschettiere” del vino a Bolgheri

Di • 25 Lug 2018 • Rubrica: diLuoghi, In cantina

di Riccardo Farchioni
Quello del vino è senza dubbio uno degli ambienti a maggior concentrazione maschile. Ma le cose stanno cambiando. Qui, sulla strada Bolgherese, di donne ce sono ben cinque e sprigionano una energia invidiabile. Ben assistite in campagna e in cantina, portano avanti il loro ambizioso progetto in una delle zone più vocate del territorio



Petra, Tenuta La Badiola e Teruzzi: le cantine toscane dall’anima green di Terra Moretti

Petra, Tenuta La Badiola e Teruzzi: le cantine toscane dall’anima green di Terra Moretti

Di • 18 Lug 2018 • Rubrica: diLuoghi, In cantina

di Roberta Perna
Petra, Tenuta La Badiola e Teruzzi: tre cantine in tre luoghi diversi della Toscana; tre realtà differenti ma con diverse similitudini che le rendono parte integrante di una grande progetto a firma Terra Moretti guidata oggi da Francesca Moretti, figlia di Vittorio



La solitudine dei numeri uno. Roberto Crocenzi e la Taverna di Montisi

La solitudine dei numeri uno. Roberto Crocenzi e la Taverna di Montisi

Di • 11 Lug 2018 • Rubrica: diLuoghi, Mangiare bere uomo donna

di Fernando Pardini
Calato in un contesto paesaggistico di radicale bellezza, ecco un luogo di radicale autenticità dove i gesti, le idee, gli ingredienti e le pietanze sembrano ricondurci ad un “gusto primordiale” comandato esclusivamente da etica e genuinità: Da Roberto, a Montisi, in piena deep county senese.



Ornellaia e il suo primo ristorante (a Zurigo)

Ornellaia e il suo primo ristorante (a Zurigo)

Di • 4 Lug 2018 • Rubrica: diLuoghi, Mangiare bere uomo donna

di Leonardo Mazzanti
Il progetto è nato dalla collaborazione tra la famiglia Frescobaldi proprietaria, oltre alla propria azienda vinicola, dell’omonimo ristorante in piazza della Signoria a Firenze e della Tenuta dell’Ornellaia (dal 2005), e la famiglia Bindella, tra i principali protagonisti dell’enogastronomia svizzera, importatori dell’Ornellaia dalla prima vendemmia nonché produttori di vino nella Tenuta Vallocaia in quel di Montepulciano



Saccomani: il nuovo e l’antico sulla strada dei rifermentati in bottiglia

Saccomani: il nuovo e l’antico sulla strada dei rifermentati in bottiglia

Di • 4 Lug 2018 • Rubrica: diLuoghi, In cantina

di Paolo Rossi
Colli piacentini, sabato mattina d’inizio giugno. Avrei voluto lasciare la macchina giù in pianura e arrivare sulle colline di Diolo in bicicletta, ma quando imbocco l’uscita Fiorenzuola mi rendo conto di essere al pelo con i tempi. Pazienza, per stavolta dovrò rinunciare a pedalare, anche se queste colline farebbero gola a chiunque ami le due ruote



Lamole di Lamole, una terrazza di cielo e vigne

Lamole di Lamole, una terrazza di cielo e vigne

Di • 4 Lug 2018 • Rubrica: diLuoghi, In cantina

di Roberta Perna
Puoi aver degustato un vino più e più volte, puoi esseree in grado di coglierne ogni sua più minuta sfumatura ed elencarne ogni particolarità, puoi conoscere la sua storia, il numero di bottiglie prodotte, i gradi alcolici e le migliori annate, ed essere così certo di sapere ogni cosa di lui. Ma quando ti ritrovi nella sua terra, dove tutto ha avuto (ed ha ancora) inizio, allora ogni nozione si azzera, vogliosa di ripartire da un nuovo punto e con un’altra prospettiva.



Davanti al mare arrabbiato. La cucina solida e illuminata del Relais Torre Mozza di Piombino

Davanti al mare arrabbiato. La cucina solida e illuminata del Relais Torre Mozza di Piombino

Di • 27 Giu 2018 • Rubrica: diLuoghi, Mangiare bere uomo donna

di Riccardo Farchioni
In una veranda vista mare, una cucina “verace” che si muove nell’alveo della classicità offrendo nitidezza dei sapori, idee centrate e precisione del gesto. Anche se poi, più che impiattamenti millimetrici o composizioni concettuali, ad una impostazione “sostanziosa” aggiunge spunti d’autore negli accostamenti e nei “tocchi di colore”



Valle Isarco focus. Profondo bianco. Manni Nössing, o della bellezza inquieta

Valle Isarco focus. Profondo bianco. Manni Nössing, o della bellezza inquieta

Di • 20 Giu 2018 • Rubrica: diLuoghi, In cantina

di Fernando Pardini
Gigione, istintivo, testardo, esigente, ferocemente autocritico, a volte burbero a volte scanzonato, ma anche ironico, “compagnone”, generosissimo, eterno ragazzo. Soprattutto, pervaso da un amour fou verso la propria terra, che vorrebbe sempre migliore di quel che è. Manni Nössing è tutto questo e anche qualcosa di più.



Muralia, ovvero scappare dalla città per andare a vivere in Maremma

Muralia, ovvero scappare dalla città per andare a vivere in Maremma

Di • 20 Giu 2018 • Rubrica: diLuoghi, In cantina

di Roberta Perna
Mollare tutto e cambiare vita: il sogno di tanti, il traguardo di pochi. Stefano e Chiara sono tra quelli che ce l’hanno fatta. Milanesi di origine, nel 2003 hanno deciso che la Maremma avrebbe rappresentato il loro nuovo destino.