Archivio rubrica: ‘diLuoghi’

Vigne dei Boschi a Brisighella, il vino come significato

Vigne dei Boschi a Brisighella, il vino come significato

Di • 20 gen 2016 • Rubrica: diLuoghi, In cantina

di Marco Bonanni
Una scommessa non vinta mi ha portato nuovamente a spostarmi. Il posto è piccolo, un monolocale all’ultimo piano di un residence: un tavolino, due sedie, un letto e un cucinotto che non vedo quando mi sdraio. E’ tutto quello che ho ma mi va bene così



Diario parigino 2016/2. I bistrot: Le Pré Verre (rive gauche), Estaminet (rive droite)

Diario parigino 2016/2. I bistrot: Le Pré Verre (rive gauche), Estaminet (rive droite)

Di • 13 gen 2016 • Rubrica: diLuoghi, Mangiare bere uomo donna

di Riccardo Farchioni
Le Pré Verre, efficace e sulla cresta dell’onda, Estaminet, atmosfera caratteristica e nevrosi metropolitana. Due luoghi (rive gauche e rive droite) che riflettono la zona di Parigi dove si trovano, e due modi di intendere la natura del bistrot



L’essenza dell’accoglienza. Hotel Chez Toi, a Oulx (To)

L’essenza dell’accoglienza. Hotel Chez Toi, a Oulx (To)

Di • 30 dic 2015 • Rubrica: diLuoghi, Mangiare bere uomo donna

di Riccardo Farchioni
L’accoglienza, ah l’accoglienza. Quale parola ha suono più melodioso e significato più insidioso, quando si parla di hotellerie… Tentiamone allora una interpretazione: buona accoglienza significa trasmettere un po’ del proprio essere, del proprio vissuto, della propria sensibilità e cultura



Giovanni Santarpia e la sua vera pizza napoletana alla conquista di Firenze

Giovanni Santarpia e la sua vera pizza napoletana alla conquista di Firenze

Di • 16 dic 2015 • Rubrica: diLuoghi, Mangiare bere uomo donna • 5 commenti

di Roberta Perna
Da stasera, a Firenze, in largo Annigoni, si comincerà a sfornare pizza, di quella vera, napoletana nell’anima, dall’impasto, allo spessore, al condimento, fino alla cottura. A portare questa ventata partenopea in città è Giovanni Santarpia, scugnizzo doc



Cronache da Vinexpo Bordeaux 2015: Château la Gaffelière e Château d’Yquem: un giorno da ricordare

Cronache da Vinexpo Bordeaux 2015: Château la Gaffelière e Château d’Yquem: un giorno da ricordare

Di • 9 dic 2015 • Rubrica: diLuoghi, In cantina

di Lamberto Tosi
BORDEAUX – Capita a volte che ci siano giorni eccezionali nei quali si può solo cercare di fare tesoro di quello che farai perché ti accorgi che non sarà così facile ripetere quell’esperienza: a noi è capitato il giorno in cui abbiamo visitato questi due Château al vertice dell’enologia mondiale



Felici contaminazioni di Langa alla Locanda del Pilone

Felici contaminazioni di Langa alla Locanda del Pilone

Di • 18 nov 2015 • Rubrica: diLuoghi, Mangiare bere uomo donna

di Fernando Pardini
Che il posto ci metta del suo per stregarti è indubbio. In bella vista su di un “bricco” tondeggiante circondato dai vigneti, dai noccioleti, dal silenzio e da certe visioni di Langa a cui non sai opporre resistenza, d’istinto predispone all’ottimismo e agli smottamenti emotivi. Ti circuisce, questo fa, e tu senti di starci bene in mezzo. C’è aria buona qui



Roagna, battitori liberi di Langa

Roagna, battitori liberi di Langa

Di • 11 nov 2015 • Rubrica: diLuoghi, In cantina

di Fernando Pardini
Dopo tanti anni di praticantato enoico un’idea te la sei fatta. Non rappresenterà forse la più oggettiva delle verità ma quantomeno sarà un’ idea tua, cresciuta e sviluppatasi con calma. Ti conforterà, al punto da assurgere a caposaldo di “trasparenza interpretativa” e prospettiva critica, irrinunciabili obiettivi per chiunque intenda traguardare l’amato mondo vitivinicolo con occhi da narratore o da analista



Azienda agricola Il Rio. I suoni del Mugello in un bicchiere

Azienda agricola Il Rio. I suoni del Mugello in un bicchiere

Di • 28 ott 2015 • Rubrica: diLuoghi, In cantina

di Marco Bonanni
Quando si percorre una strada non cambiano solo le cose attorno, ma anche i rumori. Se lo spazio che vedi è angusto, quelli saranno probabilmente noiosi, secchi, claustrofobici. Al contrario, se lo spazio si dilata, essi calano di intensità fino a volte a sparire, poi lentamente ritornano a commentare un campo, un albero o un tramonto



Chi sul pesce ci scommette e vince: Ristorante Pane e Olio a Firenze

Chi sul pesce ci scommette e vince: Ristorante Pane e Olio a Firenze

Di • 28 ott 2015 • Rubrica: diLuoghi, Mangiare bere uomo donna

di Roberta Perna
Una città, Firenze, che non ha mai fatto l’amore con il pesce. Vuoi per tradizione, che vede sul letto nuziale carne e verdure, vuoi per la lontananza dal mare, vuoi forse perchè pochi ristoratori hanno provato a scommetterci sopra



La Fralluca a Suvereto: una Val di Cornia che non ti aspetti

La Fralluca a Suvereto: una Val di Cornia che non ti aspetti

Di • 28 ott 2015 • Rubrica: diLuoghi, In cantina

di Fernando Pardini
L’immaginario comune avrà il suo bel daffare di fronte alla proposta de La Fralluca. Soprattutto se vorrà inquadrarla, come vorrà inquadrarla, nella visione stilistica che spesso accompagna la nomea della Val di Cornia enoica, Alta Maremma di sponda livornese.



Ristorante Il Santo Graal a Firenze, dove la creatività è fuoco sacro

Ristorante Il Santo Graal a Firenze, dove la creatività è fuoco sacro

Di • 21 ott 2015 • Rubrica: diLuoghi, Mangiare bere uomo donna

di Roberta Perna
Se c’è passione, c’è vita! E al ristorante Il Santo Graal di Firenze l’energia non manca. Anzi, ce n’è da vendere! Passione che si ritrova nell’ambiente, nel servizio in sala e nella cucina di uno chef appena trentenne



Andrea Bragagni e il Podere Le Fiene a Brisighella. Per ritornare bambini

Andrea Bragagni e il Podere Le Fiene a Brisighella. Per ritornare bambini

Di • 14 ott 2015 • Rubrica: diLuoghi, In cantina • 5 commenti

di Marco Bonanni
Siamo tutti un po’ affezionati alle leggende, vuoi perché ci riportano indietro nel tempo a momenti più gioiosi e spensierati, vuoi perché ci fanno ancora sognare ad occhi aperti. Il diritto terapeutico al sogno. Un rifugio? Un momento di ristoro? Una necessità per superare momenti difficili? Adesso che siamo grandi dobbiamo fornire tante spiegazioni per un qualcosa che da bambini andava da sé….



Osteria Perillà: la Val d’Orcia del gusto abita qua

Osteria Perillà: la Val d’Orcia del gusto abita qua

Di • 30 set 2015 • Rubrica: diLuoghi, Mangiare bere uomo donna • 4 commenti

di Lorenzo Coli
A Rocca d’Orcia l’aria rarefatta del crepuscolo settembrino regala un vista nitidissima sulla valle, con Bagno Vignoni che sembra di poterlo cogliere come un fiore ai nostri piedi. In alto si staglia la millenaria Rocca di Tentennano, intorno alla quale fanno capolino le prime stelle della sera



La Tollara: i Colli Piacentini allargano l’orizzonte

La Tollara: i Colli Piacentini allargano l’orizzonte

Di • 23 set 2015 • Rubrica: diLuoghi, In cantina

di Paolo Rossi
La Tollara è una piccola realtà vinicola adagiata sulle prime alture dell’appennino piacentino, a Cortina di Alseno, pochi chilometri dal borgo medievale di Castell’Arquato. Le sorelle Mariolina e Federica Bolzoni l’hanno fondata agli inizi degli anni Duemila



Massimo Rossini: un Cannonau per realizzare un sogno

Massimo Rossini: un Cannonau per realizzare un sogno

Di • 9 set 2015 • Rubrica: diLuoghi, In cantina • Un commento

di Paolo Rossi
LAERRU (Ss) – «Sono partito per Londra con cinquecentomila lire. Ho imparato un sacco di cose, sono cresciuto, ho insegnato a tanta gente, ho aperto un’impresa con tredici dipendenti, ho comprato due case a Londra…». E adesso eccolo qua, in mezzo ai filari di una vigna che affaccia su un orizzonte sconfinato dell’Anglona, nel nord della Sardegna



L’enologia della gioia sui Colli Piacentini: Graziano Terzoni, Podere Pavolini

L’enologia della gioia sui Colli Piacentini: Graziano Terzoni, Podere Pavolini

Di • 2 set 2015 • Rubrica: diLuoghi, In cantina

di Paolo Rossi
Nel mondo del vino a volte capita di avere la fortuna di incontrare veri e propri capofila, personaggi fuori dal coro che aprono nuove strade, vignaioli e enologi costantemente alla ricerca di un nuovo sapere, di nuove strade, trascinati da un amore viscerale per il vino e per la conoscenza. Graziano Terzoni è senza dubbio uno di questi



La Subìda a Cormòns. Un atto d’amore

La Subìda a Cormòns. Un atto d’amore

Di • 25 ago 2015 • Rubrica: diLuoghi, Mangiare bere uomo donna

di Fernando Pardini
Sostenere che “andare alla Subìda non è solo andare a un ristorante” raggiunge lo stesso livello di ovvietà di un “non ci sono più le mezze stagioni”



Lettere da Madrid (e dintorni)/Sapori di Spagna al Restaurante La Santa, ad Ávila

Lettere da Madrid (e dintorni)/Sapori di Spagna al Restaurante La Santa, ad Ávila

Di • 25 ago 2015 • Rubrica: diLuoghi, Mangiare bere uomo donna

di Riccardo Farchioni
L’ora di pranzo, nei luoghi turistici, è un’ora cruciale. Anche perché, trovandosi presumibilmente in gita, una condizione che include camminate, sforzi di orientamento e di apprendimento, eccetera, a quell’ora ci si arriva spesso oltre che affamati anche stanchi



Agriturismo Maso Santa Libera. Il Trentino che ti ricarica le batterie

Agriturismo Maso Santa Libera. Il Trentino che ti ricarica le batterie

Di • 19 ago 2015 • Rubrica: diLuoghi, Mangiare bere uomo donna

di Paolo Rossi
Tesero, val di Fiemme. Mille metri d’altitudine con il massiccio dolomitico del Latemar alle spalle e i monti del Lagorai di fronte. Appena oltrepassato il rio Stava iniziano le rampe durissime che portano all’Alpe di Pampeago, dove per gli amanti del ciclismo Pantani nel 1999 compì una delle sue imprese epiche



Un giorno a casa Vajra

Un giorno a casa Vajra

Di • 5 ago 2015 • Rubrica: diLuoghi, In cantina

di Lamberto Tosi
Arriviamo a Barolo in frazione Vergne, dove abitano e hanno la cantina in un continuum che sorprende, durante le operazioni di imbottigliamento del Moscato d’Asti, gioiello della produzione aziendale. Dunque un momento concitato



  2016 In vino veritas – L’AcquaBuona Via N.Sauro, 21 55045 Pietrasanta (LU) | Basato su WordPress e su un adattamento del tema Mimbo | Articoli (RSS) | Commenti (RSS)