Archivio rubrica: ‘diLuoghi’

A Firenze la Sicilià è “Arà è Sud”

A Firenze la Sicilià è “Arà è Sud”

Di • 2 Mag 2018 • Rubrica: diLuoghi, Mangiare bere uomo donna

di Roberta Perna
A Firenze c’è un ristorante, Arà è Sud, che parla solo ed unicamente siciliano e che da pochi giorni ha rinnovato la sua veste – e parte della sua anima- per andare ancora più incontro ai desideri della propria clientela. Si trova a pochi metri da piazza Santa Croce, in uno spazio open space con 50 posti a sedere in cui la cucina a vista fa da regina, circondata dai suoi valorosi sudditi, i vini, tutti siciliani Doc, Docg e non solo



Valle Isarco focus. Profondo bianco. Il più piccolo, il più grande: Spitalerhof e Cantina Valle Isarco

Valle Isarco focus. Profondo bianco. Il più piccolo, il più grande: Spitalerhof e Cantina Valle Isarco

Di • 19 Apr 2018 • Rubrica: diLuoghi, In cantina

di Fernando Pardini
In posizione contrapposta lungo la stessa strada, due realtà apparentemente “alle antilopi” paiono amichevolmente fronteggiarsi: da un lato l’albergo Spitalerhof della famiglia Oberpertinger, gloriosa stazione di posta e di ristoro sulla via del Brennero, dall’altro la struttura moderna e razionale della Cantina Valle Isarco, per tutti la “sociale di Chiusa”. Da Spitalerhof dimensioni produttive lillipuziane, con la curiosità al potere; alla “sociale” il risveglio del gigante, sancito da una proposta enoica finalmente all’altezza del blasone e del territorio, con picchi di eccellenza.



Valle Isarco focus. Profondo bianco. Strasserhof, su al nord

Valle Isarco focus. Profondo bianco. Strasserhof, su al nord

Di • 11 Apr 2018 • Rubrica: diLuoghi, In cantina

di Fernando Pardini
Il maso Strasserhof potrebbe vantare ancora il primato di azienda vitivinicola più settentrionale d’Italia, se non fosse per quel piccolo avamposto nato di recente in Val Pusteria (Santerhof). A certe latitudini, e con certe tradizioni alle spalle, ci è voluta tutta l’intraprendente passione di un giovane motivato, Hannes Baumgartner, per convincere un padre a cedergli quattro ettari di vigna (nel tempo divenuti sei) ed iniziare così a progettare un futuro fatto di indipendenza produttiva…



Valle Isarco focus. Profondo bianco. Pacherhof, come acqua di roccia

Valle Isarco focus. Profondo bianco. Pacherhof, come acqua di roccia

Di • 28 Mar 2018 • Rubrica: diLuoghi, In cantina

di Fernando Pardini
Ci troviamo nel cuore della Valle Isarco classica, quella dominata dall’emblematica presenza dell’Abbazia di Novacella, da cui tutto qui sembra discendere. Un cuore che batte a nord, peraltro, se è vero come è vero che ci troviamo nell’appendice vitata più settentrionale d’Italia. E’ una frontiera, e te ne accorgi per come quella conca ampia e luminosa ti consente di guardare oltre, dove oltre significa montagne, montagne ovunque, montagne vere.



Valle Isarco focus. Ragione e sentimento sulla strada per Bressanone: Taschlerhof e Kuen Hof

Valle Isarco focus. Ragione e sentimento sulla strada per Bressanone: Taschlerhof e Kuen Hof

Di • 31 Gen 2018 • Rubrica: diLuoghi, In cantina

di Fernando Pardini
Puntata dedicata a due vignaioli di razza: Peter Wachtler (Taschlerhof), nei cui vini ho apprezzato fin dalle prime vendemmie la progressiva, implacabile messa a fuoco stilistica; e Peter Pliger (Kuen Hof), del quale mi ha sempre colpito, oltre ai vini, quella gentilezza tranquilla, portata all’ascolto, senza ombra di spocchia, che non smette di affascinare e che istintivamente fa sentire a proprio agio.



La prospettiva del tempo: degustazioni in Alto Adige/2: Rielinger, nel Renon

La prospettiva del tempo: degustazioni in Alto Adige/2: Rielinger, nel Renon

Di • 24 Gen 2018 • Rubrica: diLuoghi, In cantina

di Lamberto Tosi
Dopo l’altopiano di Mazzon si passa nel Renon, in Valle Isarco. In questa seconda puntata la cronaca della visita a Rielingerhof di Matthias Messner, situato nei pressi di Siffiano a 750 metri sul livello del mare: classici bianchi come Riesling, Kerner, Müller-Thurgau e l’autoctono Blatterle



Voglia di stupire e tradizione riscritta: Terry Giacomello e il ristorante Inkiostro a Parma

Voglia di stupire e tradizione riscritta: Terry Giacomello e il ristorante Inkiostro a Parma

Di • 24 Gen 2018 • Rubrica: diLuoghi, Mangiare bere uomo donna

di Riccardo Farchioni
Terry Giacomello, di formazione molecolare e spagnola (El Bulli, Mugaritz), reinventa la tradizione e stupisce con ingredienti e accostamenti



Valle Isarco focus. Profondo bianco – Essere vignaioli a Chiusa: Röckhof, Garlider

Valle Isarco focus. Profondo bianco – Essere vignaioli a Chiusa: Röckhof, Garlider

Di • 17 Gen 2018 • Rubrica: diLuoghi, In cantina

di Fernando Pardini
Ci troviamo a Chiusa. O meglio, rispettivamente a Villandro e a Velturno, in compagnia di due vignaioli eclettici, di due produzioni eclettiche, che ci parlano della loro terra con accenti diversi ma con personalità. Rockhof, o della verace solarità; Garlider, ovvero l’elogio alla lentezza.



Valle Isarco focus – Profondo bianco. I vignaioli di Fié: Gumphof, Bessererhof, Wassererhof

Valle Isarco focus – Profondo bianco. I vignaioli di Fié: Gumphof, Bessererhof, Wassererhof

Di • 3 Gen 2018 • Rubrica: diLuoghi, In cantina

di Fernando Pardini
Cominciamo da qui, dalla Bassa Valle Isarco, ovvero dalla porzione di valle che incontriamo per prima provenendo da Bolzano, se diretti verso il Brennero. Un “posto di mezzo”, la cui unicità microclimatica a suo modo “frontaliera” è combattuta fra istanze mediterranee e tentazioni più alpine grazie all’incrocio dei venti- tiepidi e gardesani da un lato, freddi e dolomitici dall’altro – e delle temperature….



Valle Isarco focus – Profondo bianco. Intro/2

Valle Isarco focus – Profondo bianco. Intro/2

Di • 20 Dic 2017 • Rubrica: diLuoghi, In cantina

di Fernando Pardini
Seconda e ultima parte della introduzione alla Valle Isarco. Suoli, facce, paesaggi, umori. E assieme a loro le parole, le parole del vino, co-protagonista assoluto di questa storia



La prospettiva del tempo: degustazioni in Alto Adige/1 – Carlotto e Gottardi

La prospettiva del tempo: degustazioni in Alto Adige/1 – Carlotto e Gottardi

Di • 20 Dic 2017 • Rubrica: diLuoghi, In cantina

di Lamberto Tosi
Quest’anno non sono andato al Merano Wine Festival. La nostra consueta visita in Alto Adige, o come dicono da queste parti in Südtirol, l’abbiamo effettuata nella prima settimana di ottobre, quando ancora i tini non avevano smesso di ribollire. I produttori ci hanno accolto per gentile intercessione di Laura Sbalchiero e Peter Dipoli, che ringraziamo



Racconti di viaggio: Sudafrica, quarta ed ultima parte

Racconti di viaggio: Sudafrica, quarta ed ultima parte

Di • 8 Nov 2017 • Rubrica: diLuoghi, In cantina

di Leonardo Mazzanti
Riprendiamo il resoconto dopo l’ottima cena presso il Werf Restaurant da Boschendal, e dopo aver dormito nelle dependance dell’Hawkmoor House, fattoria del XVII secolo con ospitalità dichiarata a quattro stelle ma che sconsigliamo vivamente (a meno di non soggiornare nella storica casa padronale). E torniamo da Boschendal per degustare gli altri vini



Testimoni della “grandeur” a Vinexpo 2017. Seconda parte: i Premier Grand Cru Classé A di Saint-Émilion, da Château Pavie a Château Angelus passando per Château Cheval Blanc

Testimoni della “grandeur” a Vinexpo 2017. Seconda parte: i Premier Grand Cru Classé A di Saint-Émilion, da Château Pavie a Château Angelus passando per Château Cheval Blanc

Di • 1 Nov 2017 • Rubrica: diLuoghi, In cantina

di Lamberto Tosi
BORDEAUX – Dopo aver trascorso la serata a Saint-Émilion, il mattino seguente ci prepariamo alla prima visita della giornata: Château Pavie



Racconti di viaggio. Sudafrica, parte terza: nel triangolo d’oro del vino fra Stellenbosch, Paarl e Franschhoek

Racconti di viaggio. Sudafrica, parte terza: nel triangolo d’oro del vino fra Stellenbosch, Paarl e Franschhoek

Di • 1 Nov 2017 • Rubrica: diLuoghi, In cantina

di Leonardo Mazzanti
Nella prima e seconda parte sono state descritte per sommi capi le varie tappe del viaggio, ad eccezione delle Winelands e delle due cantine visitate, oggetto di questa puntata: Blaauwklippen e Kanonkop



Racconti di viaggio: Sudafrica, parte seconda

Racconti di viaggio: Sudafrica, parte seconda

Di • 25 Ott 2017 • Rubrica: diLuoghi, In cantina

di Leonardo Mazzanti
Dopo le prime due tappe (Kruger park, Blyde river canyon e Madikwe reserve) continuiamo con le seguenti ad eccezione di quella di Stellenbosch che sarà approfondita nei prossimi articoli con alcuni vini degustati



Racconti di viaggio: Sudafrica, parte prima

Racconti di viaggio: Sudafrica, parte prima

Di • 18 Ott 2017 • Rubrica: diLuoghi, Mangiare bere uomo donna

di Leonardo Mazzanti
Dopo due anni eccomi di nuovo in Africa. Potrebbe trattarsi del classico “male”? Beh, proprio un malessere non direi, ma un certo “disturbo” sì. Dopo la Namibia torno nel continente nero per quei paesaggi unici e quella voglia di (pseudo) avventura che i safari sanno regalarti



I Ceraudo, i loro vini e la masseria. Ritratto di famiglia, ritratto di Calabria/2

I Ceraudo, i loro vini e la masseria. Ritratto di famiglia, ritratto di Calabria/2

Di • 27 Set 2017 • Rubrica: diLuoghi, In cantina

di Massimo Zanichelli
Prosegue il grande ritratto della famiglia Ceraudo e della loro masseria Dattilo, stavolta alle prese con l’esperienza gastronomica e l’ospitalità. Un posto dove si respira unicità di intenti, di idealità, di bellezza



I Ceraudo, i loro vini e la masseria. Ritratto di famiglia, ritratto di Calabria/1

I Ceraudo, i loro vini e la masseria. Ritratto di famiglia, ritratto di Calabria/1

Di • 20 Set 2017 • Rubrica: diLuoghi, In cantina

di Massimo Zanichelli
Prima d’ora non ero mai stato in questo angolo aspro e incantato di Calabria nel mese di agosto e bisogna viverlo sotto l’accecante canicola della vendemmia per comprenderne la visceralità: la terra bruna scottata dal sole, la lussureggiante vegetazione mediterranea (le palme, gli olivi, i fichi d’india), il cielo cobalto che si rispecchia nel blu cangiante di un mare striato di azzurri e indachi, il calore che morsica la pelle e ottunde i sensi. Un incanto di colori intensi e iridescenti, uno stordimento di temperature ed emozioni



A Prato la novità si chiama Ardengo, enoteca in movimento

A Prato la novità si chiama Ardengo, enoteca in movimento

Di • 6 Set 2017 • Rubrica: diLuoghi, Mangiare bere uomo donna • Un commento

di Fernando Pardini
Se “movimento” implica un’idea di energia e dinamicità, come titolo e sottotitolo vorrebbero suggerirci nell’onorare le intuizioni futuriste dell’artista e scrittore Ardengo Soffici (pratese d’affezione), dobbiamo ammettere che questi elementi «cinetici » li abbiamo ben còlti, nelle nostre prime trasferte all’Ardengo.



A Firenze arrivano Mario Cipriano e la sua pizza verace ad alta digeribilità

A Firenze arrivano Mario Cipriano e la sua pizza verace ad alta digeribilità

Di • 30 Ago 2017 • Rubrica: diLuoghi, Mangiare bere uomo donna

di Roberta Perna
La pizza, dispensatrice sana e goduriosa di allegria, è il piatto popolare e cult della nostra terra capace di mettere d’accordo grandi e piccini, un piatto alla portata di tutti che, se vuole, sa anche essere chic e far discutere, nel bene e nel male. A Firenze, negli ultimi anni, è esplosa una bella moda, che ha visto confluire nella capitale toscana tanti ottimi pizzaioli portatori del verbo “verace” e “napoletana”