Archivio rubrica: ‘In cantina’

Il talento di Talenti e la riconquista della luce

Il talento di Talenti e la riconquista della luce

Di • 23 Ago 2017 • Rubrica: diLuoghi, In cantina

di Fernando Pardini
Se a Montalcino c’è una cantina i cui progressi qualitativi, da qualche vendemmia a questa parte, si sono tramutati in felice evidenza, questa è la cantina di Talenti. Con crescente regolarità, nei miei personali taccuini di degustazione i rossi di Riccardo Talenti ci hanno preso gusto ad insediarsi nei piani alti altissimi del bere bene ilcinese.



Gianni Brunelli a Montalcino. Per amore, solo per amore

Gianni Brunelli a Montalcino. Per amore, solo per amore

Di • 9 Ago 2017 • Rubrica: diLuoghi, In cantina

di Fernando Pardini
A questa storia manca un pezzo: non ho conosciuto infatti Gianni Brunelli. Non come avrei voluto, perlomeno. A ripensarci, una circostanza da annoverare fra gli errori dello spirito. A Montalcino se lo ricordano bene, se lo ricordano tutti. Una commistione esplosiva di idealità e determinazione, per quel che suol dirsi un uomo vitale, schietto, “dialettico”. E una bella storia la sua…



La seconda rinascita di Antica Hirpinia

La seconda rinascita di Antica Hirpinia

Di • 2 Ago 2017 • Rubrica: diLuoghi, In cantina

di Franco Santini
Sono passati altri vent’anni e Antica Hirpinia ci riprova: una seconda rinascita, con una nuova proprietà, un nuovo team di collaboratori, un nuovo approccio al marketing e alla comunicazione, una nuova guida enologica (quella di Riccardo Cotarella). L’obiettivo? Valorizzare la storicità della cantina, ma anche a sperimentare, rinnovando l’immagine e la sostanza dei vini prodotti. Sarà la volta buona?



Cantina Crociani a Montepulciano, o degli infiniti ritorni

Cantina Crociani a Montepulciano, o degli infiniti ritorni

Di • 26 Lug 2017 • Rubrica: diLuoghi, In cantina

di Marco Bonanni
Negli anni non ho più apprezzato un “sapore” così. E dire che di tempo ne è passato, ma non ricordo di aver provato mai più niente di simile. Rimane ancora un sapore che non vi so raccontare. Ne parlavamo già da qualche tempo e quello sarebbe stato il giorno. Eravamo elettrizzati. Ci eravamo dati appuntamento dietro una vecchia casa diroccata dove si andava spesso a giocare



Girovagando per la Lucchesia: Terre del Sillabo

Girovagando per la Lucchesia: Terre del Sillabo

Di • 19 Lug 2017 • Rubrica: diLuoghi, In cantina

di Leonardo Mazzanti
Sono a casa dell’istrionico Giovan Pio “Giampi” Moretti, personaggio importante nel panorama enoico provinciale (e non solo), tant’è che è stato tra i promotori dell’Associazione Grandi Cru della Costa Toscana. E’ proprietario di circa sette ettari di vigne, divise tra due valli vicine, che segue personalmente col supporto tecnico di professionisti. Prima annata prodotta nel 1993: siamo arrivati, quindi, quasi alle nozze d’argento



SanCarlo a Montalcino. Il richiamo della terra e il Brunello “antico” che non scordi

SanCarlo a Montalcino. Il richiamo della terra e il Brunello “antico” che non scordi

Di • 7 Giu 2017 • Rubrica: diLuoghi, In cantina

di Fernando Pardini
I vini, i loro vini, mi hanno condotto fin qui, a SanCarlo. Loro sono stati il pungolo e il viatico di una montante curiosità. Grazie alla schiettezza e al temperamento. E grazie a quella robustezza buona che ne accompagna fedelmente le trame, intrise di veracità e sapore



Impressioni cilene, terza parte

Impressioni cilene, terza parte

Di • 7 Giu 2017 • Rubrica: diLuoghi, In cantina

di Lamberto Tosi
Con le ultime tre aziende, Montes, Clos Santa Ana e Viña Indomita, si conclude questa affascinante visita in Cile. Se ne trae la sensazione di un mondo enologico privo di pregiudizi culturali, in piena evoluzione e con forti capacità di integrare l’attività vitivinicola con le attività turistico-ricettive



Impressioni cilene, seconda parte

Impressioni cilene, seconda parte

Di • 17 Mag 2017 • Rubrica: diLuoghi, In cantina

di Lamberto Tosi
Dopo la breve descrizione del mondo enoico cileno continuiamo con visite alle cantine selezionate dalla Aeb, importante azienda di produzione e commercializzazione di prodotti enologici: Maturana Wines, RRwines, Viu Manent



Campo alle Comete: brilla il sogno Feudi a Bolgheri

Campo alle Comete: brilla il sogno Feudi a Bolgheri

Di • 19 Apr 2017 • Rubrica: diLuoghi, In cantina

di Riccardo Brandi
Quale modo migliore per raccontare il nuovo ambizioso progetto del gruppo Feudi San Gregorio se non assaggiare i vini in produzione e intervistare i due personaggi cardine? La geniale Nicoletta Ceccoli, autrice di tutte le etichette e del progetto grafico del sito istituzionale, e l’eclettica Jeanette Servidio, direttore generale dell’azienda e personaggio di esperienza in Bolgheri



Tenuta Trerose a Montepulciano. L’onda lunga del lago e la benedizione di Santa Caterina

Tenuta Trerose a Montepulciano. L’onda lunga del lago e la benedizione di Santa Caterina

Di • 12 Apr 2017 • Rubrica: diLuoghi, In cantina

di Fernando Pardini
Se avrete occasione di recarvi alla Tenuta Trerose di Montepulciano non potrete non convenire su un paio di aspetti che saltano agli occhi: primo, ammazza quanto è bello il posto! Subito ti accoglie, e subito ti infonde un senso di placida rilassatezza. E’ proprio un bel vedere



Sanlorenzo a Montalcino, una storia giovane e autenticamente contadina. E una verticale di Bramante fra passato e futuro

Sanlorenzo a Montalcino, una storia giovane e autenticamente contadina. E una verticale di Bramante fra passato e futuro

Di • 29 Mar 2017 • Rubrica: diLuoghi, In cantina • Un commento

di Fernando Pardini
Anche nella sfavillante contemporaneità della Montalcino vitivinicola esistono storie contadine i cui attori sono reali contadini. Magari da generazioni. L’avreste detto mai? Merce rara, mi si ribatterà, eppure è così: può accadere



Contucci a Montepulciano. L’orgoglio di un vino Nobile e “resistente”. E una verticale lunga cinque decadi

Contucci a Montepulciano. L’orgoglio di un vino Nobile e “resistente”. E una verticale lunga cinque decadi

Di • 22 Mar 2017 • Rubrica: diLuoghi, In cantina

di Fernando Pardini
D’accordo, il contesto è portatore sano di suggestioni. E potrebbe renderti psicologicamente succube di una bellezza antica ma al tempo stesso ancora pulsante e viva. Quella in cui ti trovi immerso



Impressioni cilene, prima parte

Impressioni cilene, prima parte

Di • 8 Mar 2017 • Rubrica: diLuoghi, In cantina

di Lamberto Tosi
“Che ne direbbe di partecipare ad un viaggio conoscitivo della realtà enologica del Cile?” Nasce da questo invito presentatomi dall’enologo Angelo Verzeroli di AEB, primaria azienda di produzione e commercializzazione di prodotti enologici e food, l’occasione per questa visita alla realtà enologica cilena



Assaggiare il futuro alla Tenuta Le Potazzine di Montalcino. Quando il vino prende il volo

Assaggiare il futuro alla Tenuta Le Potazzine di Montalcino. Quando il vino prende il volo

Di • 8 Feb 2017 • Rubrica: diLuoghi, In cantina

di Fernando Pardini
Per individuare la cifra più autentica e personale dei vini di Giuseppe e Gigliola Gorelli, montalcinesi da sempre, ci vuol poco: basta prendersi tutto il tempo che serve per contemplare le caratteristiche del territorio da cui quei vini provengono



Un tranquillo weekend nella Champagne/parte seconda

Un tranquillo weekend nella Champagne/parte seconda

Di • 4 Gen 2017 • Rubrica: diLuoghi, In cantina

di Leonardo Mazzanti
Svegliarsi alla periferia di Epernay, accarezzati dal sole di una fresca mattina mirando la campagna e le vigne circostanti ancora scintillanti di rugiada, ti mette dell’umore giusto per affrontare un’altra “dura” giornata, senza perdere l’occasione di fare due passi in centro, specialmente lungo la Avenue de Champagne



I sogni son desideri: conservare il “culto del buono” per l’anno che verrà. O della incrollabile bellezza dei “vecchi” Chianti Classico di Badia a Coltibuono

I sogni son desideri: conservare il “culto del buono” per l’anno che verrà. O della incrollabile bellezza dei “vecchi” Chianti Classico di Badia a Coltibuono

Di • 28 Dic 2016 • Rubrica: diLuoghi, In cantina

di Fernando Pardini
Vorrei poter sversare in questi vini un’infinità di parole, le parole che servono, quelle già scritte e quelle da far nascere ancora. Sono certo che le conterrebbero tutte senza sforzo



Le Ragnaie a Montalcino. #IOSTOCONTRONCONE

Le Ragnaie a Montalcino. #IOSTOCONTRONCONE

Di • 14 Dic 2016 • Rubrica: diLuoghi, In cantina

di Fernando Pardini
Tratteggiare una storia affidandola agli “ultimi”. Gettare uno sguardo benevolo dalla loro parte di barricata, abitata dall’umiltà. Immedesimarsi, caldeggiare, comprendere. A loro la parola. Per scoprire che ultimi intanto non sono, e che ad un attore non protagonista non puoi togliere la dignità e il diritto di esprimersi nel rispetto della sua reale attitudine, che altri nomi poi non ha se non VOCAZIONE



La cantina del Castello di Monsanto è il più grande spettacolo dopo il big bang. E il “Poggio” ’67 uno dei suoi primattori

La cantina del Castello di Monsanto è il più grande spettacolo dopo il big bang. E il “Poggio” ’67 uno dei suoi primattori

Di • 30 Nov 2016 • Rubrica: diLuoghi, In cantina

di Fernando Pardini
Sapete quando la forma si salda alla sostanza e crea un tutt’uno? Ecco, Castello di Monsanto è anche questo, un’armonia sotterranea che investe cose, vini e persone. E’ bello tornare lì. C’è aria buona che ti rimette a nuovo



Un tranquillo weekend nella Champagne/parte prima

Un tranquillo weekend nella Champagne/parte prima

Di • 30 Nov 2016 • Rubrica: diLuoghi, In cantina

di Leonardo Mazzanti
A dire il vero la prima tappa del lungo viaggio in macchina è stata Eguisheim, piccolo e carinissimo paese medievale nel cuore dell’Alsazia. Una sosta quasi obbligatoria per la bellezza del paesaggio e per le specialità enogastronomiche locali, su tutti il foie gras e i particolari vini dalla bassa gradazione



Quercia al Poggio in Chianti Classico, o della austera compostezza

Quercia al Poggio in Chianti Classico, o della austera compostezza

Di • 23 Nov 2016 • Rubrica: diLuoghi, In cantina

di Fernando Pardini
Mettiamo il caso che i ragionamenti vadano a parare su Monsanto. Beh, una volta esclusa la multinazionale (e noi la escludiamo ben volentieri), per gli enofili non ci sono santi: il pensiero punta dritto al Chianti Classico. Ecco, semmai è quando siamo lì che corre l’obbligo di una puntualizzazione